Eraicon - Assassini.pngEraicon - Project Legacy.png



Vincenzo (? - 1498) è stato un Assassino italiano vissuto durante il XV sec. e come altri assassini doveva difendere la Sindone, un Frutto dell'Eden.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Addestramento[modifica | modifica sorgente]

Vincenzo quando entrò nell'Ordine degli Assassini, come le altre nuove reclute, fu addestrato a diventare un Assassino professionista, e durante l'allenamento divenne amico di Perotto Calderon anch'egli nuova recluta.

Recupero della Sindone[modifica | modifica sorgente]

Nel 1498, Vincenzo, assieme ad un altro gruppo di Assassini, si diressero verso Agnadello per recuperare la Sindone, che fu rubata da Perotto che intendeva usarla per salvare il figlio che aveva avuto da Lucrezia Borgia.

Battaglia di Agnadello e Morte[modifica | modifica sorgente]

Vincenzo raggiunse Agnadello dove trovò Perotto iniziando immediatamente uno scontro violento con quest'ultimo. Perotto riuscì ad uccidere tutti, ma quando si trovò di fronte a Vincenzo non lo uccise, lo ferì, per poi ricordargli i bei tempi di quando si allenavano insieme. Purtroppo Vincenzo non riconosceva più Perotto come amico e alla fine venne ucciso.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.