Eraicon - Luoghi.pngEraicon - Altair's Chronicles.png


Una grande sala della villa.

La villa di Lacoeur è una villa situata nella parte nord della città Gerusalemme.

Nel 1190, il re di Gerusalemme organizzò una festa privata nella villa, alla quale venne anche invitato il leader Templare Lord Basilisk. Il Maestro Assassino Altaïr Ibn-La'Ahad, che era alla ricerca delle chiavi del tempio del Deserto, si introdusse nella villa per rubare la terza e ultima chiave al Templare.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1190, mentre i crociati mantenevano il controllo politico di Gerusalemme fondando anche un regno omonimo, il re organizzò un piccolo e privato ricevimento decidendo di ospitarlo nella villa di Lacoeur. Altaïr Ibn-La'Ahad, alla ricerca delle chiavi del tempio del Deserto, decise di infiltrarsi al ricevimento in quanto fosse l'occasione perfetta per rubare la terza e ultima chiave del tempio, in possesso di Lord Basilisk. A sua insaputa, la villa subì sostanziali fortificazioni per la protezione del re durante il ricevimento, tanto che Altaïr concluse che un'infiltrazione furtiva non era possibile.[1]

Lanciando un attacco frontale, passando per l'entrata principale, Altaïr fece scattare l'allarme le guardie. Nonostante fosse da solo, l'abilità in combattimento di Altaïr era impareggiabile sconfiggendo i soldati di guardia ai cortile esterni della villa, spingendo i soldati dei cortili interni a sollevare il ponte levatoio e bloccare ogni via d'accesso all'Assassino. Tuttavia, il tentativo fallì, poiché Altaïr con l'utilizzo del gancio passò dall'altra parte.[1]

Nonostante avesse raggiunto i cortili interni, Altaïr fu impossibilitato di un'infiltrazione furtiva e veloce e, per sua fortuna, si imbatté nell'infiltrato di Kadar nella servitù del re, che lo informò in un passaggio segreto sotto un fossato che lo avrebbe portato direttamente all'interno del castello. Dopo aver drenato l'acqua dal fossato, Altaïr entrò nel passaggio segreto e riuscì ad infiltrarsi nel castello passando per le fogne. Uscito da una porta nascosta, Altaïr si imbatté in Lord Basilisk. I due combatterono, ma nessuno dei due sopraffece l'avversario, in quanto Altaïr sfruttò l'occasione per rubare la chiave a Lord Basilisk. Dopo aver preso la chiave, Altaïr interruppe il combattimento fuggendo dalla villa e creando frustrazione al suo avversario, in quanto aveva assaporato un combattimento impegnativo.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.