Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Ricordi.pngEraicon - Brotherhood.png


Una seconda occasione è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[]

Ezio Auditore da Firenze parla con il fratello Federico Auditore tra le strade di Firenze. Ad un certo punto Federico, dopo aver notato tra la folla Cristina Vespucci, incoraggia il fratello minore ad andare a parlare con lei per cercare di conquistarla. Ezio tuttavia, essendo timido e ancora impacciato nel parlare con i membri dell'altro sesso, non riesce ad intavolare un discorso con la ragazza, che si allontana dopo avergli fatto fare una brutta figura. Ezio, determinato a non arrendersi, segue Cristina fino a casa, dove ad aspettarla c'è Vieri de' Pazzi, che, stanco dei continui rifiuti della giovane donna, è deciso a farle del male. Ezio allora interviene a favore di Cristina e mette in fuga Vieri, dopo essersi battuto con lui in uno scontro a mani nude. Cristina allora, grata ad Ezio per il suo gesto, si presenta e gli dà un bacio sulla guancia, offrendogli così una seconda occasione.

Dialoghi[]

Ezio Auditore da Firenze e suo fratello Federico Auditore parlano per le strade di Firenze quando questo nota Cristina Vespucci tra la folla.

  • Federico: (Indicando con un gesto della testa Cristina) Che ti pare quella?
  • Ezio: Oh! È incantevole...
  • Federico: Bene. Allora valle a parlare.
  • Ezio: Come? Così? E di cosa, poi?
  • Federico: Di qualsiasi cosa. Vedi, fratellino, gli uomini sono tanto spaventati dalle belle ragazze che chiunque riesca a parlarci parte avvantaggiato! Avanti, su, improvvisa.

Ezio prende un bel respiro e si avvicina a Cristina. Dopodiché le si pone davanti e le sorride, senza dire alcuna parola.

Ezio parla con Cristina.

  • Cristina: Ebbene?
  • Ezio: Come?
  • Cristina: Per quale motivo ve ne state lì?
  • Ezio: Oh. Eh... Uhm... Perché io... volevo chiedervi una cosa. E cioè... il vostro nome.
  • Cristina: Ah! Conoscerlo non vi servirà a nulla comunque.

Cristina si allontana da Ezio e prosegue per la sua strada.

  • Ezio: Aspettate! Non ero pronto. Intendevo risultare affascinante. E divertente! Mi concedete una seconda occasione?

Cristina, avendo sentito le parole di Ezio mentre si allontanava, si volta verso il ragazzo e gli sorride. Dopodiché prosegue sui suoi passi. Federico, che ha assistito a tutta la scena in disparte, si avvicina al fratello ridendo.

  • Ezio: Ah, beh...
  • Federico: Ezio, non tutto è perduto. L'hai fatta sorridere! Ora si ricorderà di te.
  • Ezio: No, posso ancora rimediare. Voglio seguirla per vedere dove abita.

Ezio pedina Cristina senza farsi vedere fino a casa sua, dove ad attenderla, appoggiato alla porta, c'è Vieri de' Pazzi.

Vieri importuna Cristina.

  • Cristina: (Sospiro) Vi ho detto che non mi interessa. Punto.
  • Vieri: Già. Ma a me si.
  • Cristina: Mettetevi in fila.

Cristina scosta Vieri per riuscire ad entrare a casa sua. Il ragazzo però, stufo dei rifiuti della giovane, prende Cristina per le braccia e la sbatte con forza contro la porta dell'abitazione.

  • Vieri: Non credo proprio, amore mio. Mi sono stancato di aspettare che allarghi le cosce di tua volontà.

Ezio si avvicina ai due, rivelando la sua presenza. Vieri, avendo sentito qualcuno arrivare, si volta e, dopo aver riconosciuto Ezio, gli si rivolge.

  • Vieri: Cane rognoso! Che ci fai qui? Questa faccenda non ti riguarda.
  • Ezio: (Con tono ironico) Buongiorno anche a te, Vieri. Credo che tu stia importunando questa giovane.

Vieri lascia Cristina e si avvicina ad Ezio, iniziando uno scontro a mani nude con lui.
Dopo un breve combattimento, Vieri si arrende.

  • Vieri: Pagherai per questa intromissione. Tutta la tua famiglia pagherà.

Vieri sputa per terra, poi fugge verso casa. Dopodiché Ezio si avvicina a Cristina.

  • Cristina: Grazie. Vi sono riconoscente.
  • Ezio: State bene?
  • Cristina: Adesso si... Volevate sapere il mio nome. È Cristina.
  • Ezio: Onorato, Cristina. Io sono Ezio.
  • Cristina: Ebbene, Ezio, pare ti sia procurato una seconda occasione.

Cristina bacia Ezio sulla guancia. Dopodiché entra in casa sua.

Risultato[]

Ezio salva Cristina dalle grinfie di Vieri, procurandosi una seconda occasione con lei.

Curiosità[]

  • Questo ricordo cronologicamente prende posto prima degli eventi di Assassin's Creed II.
  • In questo ricordo Ezio può mimetizzarsi tra la folla, sebbene questa abilità gli verrà insegnata da Paola solo in seguito.
  • Gli eventi di questo ricordo, molto probabilmente, sono uno dei motivi dell'odio profondo di Vieri de' Pazzi nei confronti di Ezio.
  • Se Ezio schernisce Vieri, le sue battute rimangano invariate rispetto a quelle usate in Assassin's Creed: Brotherhood. Di conseguenza, Ezio parla con la voce più adulta da quarantenne, nonostante abbia diciassette anni nel ricordo.
  • Diversi membri della banda di Vieri possono essere visti per le strade e sono dipinti di rosso dall'Occhio dell'aquila, tuttavia avvicinarsi a loro causerà la desincronizzazione.
  • Questo è l'unico ricordo in cui Ezio non ha la cicatrice sul labbro.

Galleria[]

Ricordi principali
Sequenza 1: Pace agognata
Ite missa est - Ritorno a casa - Libera uscita - Caccia al purosangue - Esercitazione di tiro
Riunificazione - Calunnia - Uscita d'emergenza
Sequenza 2: Hic sunt leones
Come nuovo... - Ottima esecuzione - Il forestiero - Mani bucate - C'è posta per me
Crepi il lupo - Le sale di Nerone - Sottosuolo di Roma
Sequenza 3: Il guerriero, l'amante e il ladro
Doppio gioco - Tra l'incudine e il martello - Il prezzo del riscatto - Intelligenza collettiva
Sequenza 4: Covo di ladri
Infiltrazione - Femme fatale - Un pesante fardello - Guardiano di Forlì - Uomo del popolo
Maniaco omicida - Carico umano - Visita inaspettata - Il piano
Sequenza 5: Il banchiere
In fuga dai debiti - Va' dove ti porta il conio - Paese che vai... - Entrata e uscita - Documenti preziosi
Sequenza 6: Il barone di Valois
Difensore - Bacio alla francese - Cavallo di Troia - Au revoir
Sequenza 7: La chiave del castello
Zittire la talpa - Sacro e profano - Dietro le quinte - Intervento - Ascensione
Sequenza 8: I Borgia
Requiem - Una mela al giorno... - La Mela dell'Eden - Smilitarizzazione
Vedo rosso - Tutte le strade portano a...
Sequenza 9: La caduta
Pax romana - Un seme
Luoghi segreti
Lupi tra i morti - In pasto ai lupi - Capobranco - Il sesto giorno - Lupo travestito da agnello
Piatto ricco - Oro liquido
Ricordi di Cristina
Una seconda occasione - Estrema unzione - Testimone dello sposo
Persona non gradita - Pene d'amor perdute
Macchine belliche
Piani di guerra - Superiorità di fuoco - Piani di guerra - Mina vagante
Piani di guerra - Macchina volante 2.0 - Piani di guerra - L'inferno su ruote
Agenti Templari
Bersaglio a terra - Contropropaganda - Scomunica - Linea di tiro - Donna di spade - Corse clandestine
Contratti di assassinio
In due si è in compagnia... - Risorsa strategica - E in tre si è in troppi - Il frutto del raccolto - I tre amici
La lettera scarlatta - Il mercante di Roma - Corvi del malaugurio - Peccato cardinale
Cambiare le carte in tavola - Dieci e lode - Bruti e brutalità
Incarichi dei ladri
Cucciolo sperduto - Conflitto di interessi - Il guanto di sfida - Lotta di classe - Seminare zizzania
Premio in vista - Giovane dentro - Licenziamento - Distacco minimo - Per gli ammiratori
Incarichi delle cortigiane
Proprietà contesa - Cattive abitudini - Il mattino dopo - Bella in fuga - Esca viva - Malcostume
Avvicinamento - Cattiva politica - Piantagrane - Falso d'autore
DLC
La Questione Copernicana
Falsa censura - Fuori dall'orbita - Laurea ad honorem - Intellighenzia - Posta celere
L'uomo in rosso - Bersagli facili - Chiudere il libro
La Scomparsa di Da Vinci
Un lancio di dadi - Una donna in fuga - Memento mori - Buon viaggio
Invito in extremis - Intenditore d'arte - Decodificare da Vinci - Il tempio di Pitagora
Advertisement