Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
"Ho sempre saputo che nel tuo cuore eri una scienziata per primo e una Templare per secondo."
―Alan Rikkin a Sofia, 2016.[src]

Sofia Rikkin è una scienziata e leader del Centro di riabilitazione di Abstergo a Madrid. È anche la figlia di Alan Rikkin, ex Amministratore Delegato di Abstergo Industries.

Nell'ottobre 2016, Sofia entrò in contatto con Callum Lynch, un criminale la cui ascendenza da Assassino era di interesse per il Consiglio degli Anziani all'interno dell'Ordine. Durante il loro tempo insieme i due formarono una connessione, ma quando la fuga di Lynch dal centro portò alla morte di Alan Rikkin, Sofia si dedicò a inseguire l'assassino di suo padre.

Biografia[]

Primi anni di vita[]

La madre di Sofia fu uccisa da un Assassino quando era ancora piccola. Secondo le sue stesse parole, Sofia è cresciuta con i computer come baby sitter e ha avuto un'infanzia solitaria poichè suo padre non gli permetteva di legare con i bambini.

Dopo aver conseguito brillanti studi nella sua adolescenza, Sofia ha quindi deciso di seguire le orme del padre e si è unita all'Ordine dei Templari e all' Abstergo Industries.

Carriera nell'Abstergo[]

Nel 2006, mentre era a Berkeley, Sofia incontrò Layla Hassan e ne è rimasta così colpita che Sofia decise di reclutarla nel programma Giovani innovatori di Abstergo. Promettendole un posto nel Progetto Animus, le due divennero grandi amiche, ma si separarono l'un l'altra alcuni anni dopo.

Nel 2014, Sofia venne spostata al Centro di riabilitazione di Abstergo a Madrid, dove studiò la violenza e cercò di trovare una cura attraverso l'Animus.

Nel Febbraio 2014, Sofia inviò gli schemi dell' Animus 4.3 a Layla, chiedendo il suo consiglio su come migliorare il nuovo modello. Layla suggerì di aggiungere una piattaforma di movimento a sei assi rovesciate, sospendendo i soggetti collegati al dispositivo a mezz'aria e consentendo loro di muoversi liberamente mentre vivevano i ricordi dei loro antenati.

Durante i due anni successivi, Layla continuava a inviare e-mail a Sofia chiedendole di unirsi alla sua squadra a Madrid e lavorare al nuovo Animus, ma quest'ultima non rispose.

Il 31 agosto 2016, Sofia Rikkin ha finalmente inviato un'e-mail a Layla, chiedendo al suo ex protetto di smettere di provare a contattarla. Sofia ha detto a Layla che, anche se fosse stata brillante, il suo disco Abstergo ha dimostrato che era troppo imprevedibile e trasgressiva per aderire al Progetto Animus perché non ci si poteva fidare delle regole.

Incontro con Lynch[]

Nell'ottobre 2016, dopo aver scoperto la sorte di Callum Lynch, un discendente assassino che inconsapevolmente aveva indizi che portavano ad una Mela dell'Eden nella sua memoria genetica, Sofia si recò nel Texas dove Lynch stava per essere giustiziato per omicidio. Presente nella stanza in cui il suo obiettivo era stato iniettato con ciò che riteneva essere una droga letale, il Templare aveva messo in scena l'esecuzione e aveva portato Lynch segretamente a Madrid.

Il giorno seguente, mentre si svegliava dal suo coma indotto, Sofia si presentò a Lynch e lo informò che per il resto del mondo era ufficialmente morto. Nonostante i suoi sforzi per placare l'uomo disorientato, ancora sotto gli effetti della tetrodotossina, Lynch fuggì, arrancando e zoppicando attraverso la struttura con Sofia che ordinava ai suoi uomini di lasciarlo andare. Alla fine, dopo aver passato un sacco di guardie, inservienti e altri "pazienti", Lynch raggiunse il giardino della struttura e scoprì che l'edificio era situato sopra il terreno. In piedi sulla sporgenza, Lynch non era sicura di cosa fare dopo che Sofia l'avesse raggiunto. Assicurandosi che non fosse un prigioniero nonostante le prove del contrario, Sofia chiese a Lynch di fidarsi di lei e rivelò che si trovava nel Centro di riabilitazione di Abstergo, dove lavorava per perfezionare il genere umano sradicando la violenza. Dopo aver chiesto il suo aiuto in questa impresa, Lynch finalmente si allontanò dal bordo e si avvicinò a Rikkin solo per essere colpito da un dardo sedativo di McGowen, il capo della sicurezza del Centro.

Sofia, irritata dall'azione di McGowen, gli disse freddamente che aveva tutto sotto controllo, McGowen rispose che stava seguendo gli ordini di suo padre, il potente Templare che desiderava Lynch nell' Animus il prima possibile. Pur affermando che Lynch era sua paziente e che era lei a occuparsi della struttura, Sofia non aveva altra scelta che conformarsi e le guardie trascinarono via Lynch. Nella stanza di Animus, Sofia ha supervisionato il suo lavoro di squadra come un intontito Lynch è stato equipaggiato con la Lama Celata e legato al braccio meccanico di un Animus 4.3. Mentre Lynch veniva sollevato in aria per un braccio, Sofia gli disse che stava per rivivere i ricordi di uno dei suoi antenati dell'Andalusia del 1491, l'Assassino Aguilar de Nerha, e avvertì il panico di non resistere ai ricordi. Durante la prima regressione di Lynch, Sofia e i tecnici assistettero come Aguilar e gli Assassini spagnoli cercarono di salvare il principe Ahmed di Granada dai Templari dell'epoca.

Tuttavia, dopo aver sperimentato il fallimento del suo antenato, Lynch si è desincronizzato e, traumatizzato dalla prova, è diventato catatonico. Sofia andò da Lynch e gli disse che aveva fatto bene prima di ordinare agli inservienti di portarlo nella sua stanza e lasciarlo riposare.

Ricerca della Mela[]

Mentre Lynch si stava riprendendo, Sofia incontrò Alan Rikkin, suo padre, che era venuto da Londra per supervisionare il lavoro di sua figlia con il nuovo soggetto. Dopo aver chiesto se tutto è andato bene, Sofia ha assicurato a Rikkin che Lynch era quello che li avrebbe portati alla Mela nascosta da Aguilar. Mentre Alan le ordinava di spingere ulteriormente Lynch, Sofia respinse suo padre, dicendogli che non era il modo in cui l'Animus funzionava e che avevano bisogno di mantenere il soggetto in buona salute. Il Gran Maestro informò la figlia che sarebbe tornato a Londra, essendo stato convocato dal Consiglio degli Anziani.

Il giorno dopo, quando Lynch si svegliò, iniziò ad avere vivide allucinazioni di Aguilar finché Sofia entrò nella stanza. Spiegò che stava subendo effetti collaterali dell'Animus, l'Effetto Osmosi, e ancora una volta si offrì di aiutarlo. Infuriato per quello che gli stava succedendo, l'uomo afferrò improvvisamente il Templare per la gola e chiese di sapere cosa volevano da lui. Sofia ordinò alle guardie di abbassarsi e dopo averla liberata invitò Lynch a seguirla nel suo laboratorio. Una volta lì, Lynch ha scoperto numerosi titoli di giornali sul suo passato tormentato e sulla sua completa genealogia degli Assassini.

Personalità e caratteristiche[]

Come idealista, Sofia crede di poter migliorare il mondo attraverso il suo lavoro all'Abstergo cercando di sradicare gli impulsi violenti dell'umanità usando la scienza e i Frutti dell'Eden. In tal modo, spera di creare una società più pacifica.

Soprattutto è una scienziata che lavora sodo, a volte può risultare piuttosto distante e spesso trascurata nel dare credito ad altri, come ad esempio prendere in considerazione il Concept art di Animus 4.3 concepito da Layla Hassan.

La sua relazione con suo padre Alan Rikkin era difficile e straniata per la maggior parte del tempo; dove cercava di contenere la minaccia degli Assassini, cercava solo di contenere la violenza stessa.

Curiosità[]

  • Il nome Sofia deriva dal greco Σοφία, che significa "saggezza". Nella novelizzazione del film, Alan Rikkin afferma di essere stata chiamata per questo motivo.
  • Sofia parla fluentemente tre lingue.
  • Sofia sembra condividere alcune delle origini di Callum Lynch, poiché uno dei suoi antenati che appare attraverso l'Animus era una Assassina il cui aspetto era identico a quello di Sofia.

Galleria[]

Apparizioni[]

Advertisement