Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Personaggi.png


PL Affranto.png Qui si cerca di espandere la mente degli uomini.

Questo articolo è uno stub e ha bisogno di espandersi. Puoi aiutare Assassin's Creed Wiki aggiungendo altre informazioni.

Socrate (470 a.C. circa - 399 a.C.) è stato un filosofo greco antico ateniese, considerato uno dei fondatori della filosofia occidentale. Fu insegnante di Platone e Alcibiade.

Biografia[]

Nel corso della sua vita strinse amicizia con Kassandra, una famosa misthios spartana a cui decise di impartire delle lezioni nel corso dei loro incontri. Socrate incontrò Kassandra al processo del suo amico Anassagora, che fu ostracizzato grazie alla manipolazione del voto compiuta dalla mercenaria. Socrate la invitò quindi a riflettere sulla sua condotta.

Durante la Guerra del Peloponneso Socrate visitò le Isole d'Argento nello stesso periodo in cui vi si trovava Kassandra, che invitò a riflettere sulla natura delle sue azioni riguardo al suo ruolo nella ribellione in corso sulle isole. In seguito allo spodestamento di Podarce, Socrate partecipò alle celebrazioni, approfittandone per parlare con gli altri cittadini.

Durante la peste di Atene Socrate osservò la situazione restando in città. Quando Pericle sparì andò con Ippocrate in cerca di Kassandra per avvisarla, trovandola intenta a piangere la sua amica Febe, uccisa pochi minuti prima dalla Setta di Cosmos. I tre andarono a cercare Pericle al Partenone, dove lo videro morire per mano di Deimos. In seguito decise di rimanere ad Atene per opporsi al governo di Cleone, che aveva assunto il comando. Kassandra gli chiese di dare a Febe una degna sepoltura.

Nel 425 a.C. Socrate e il capitano dell'Adrestia Barnaba scoprirono che Kassandra fosse prigioniera di Cleone ad Atene, e si precipitarono a salvarla. Dopo l'irruzione nella prigione, i due scoprirono che Kassandra si fosse appena liberata da sola. Insieme a lei Socrate collaborò per danneggiare la reputazione di Cleone tra i cittadini.

Tre anni dopo Socrate accompagnò Kassandra alla tomba di Febe. Insieme poi si recarono dai loro amici per festeggiare la morte di Cleone e la sconfitta della Setta.

Eredità[]

Tra il 1511 e il 1512 il Mentore degli Assassini Ezio Auditore da Firenze trovò a Costantinopoli una copia delle Favole di Esopo a lui attribuite.

Galleria[]

Appare in[]

Advertisement