FANDOM


Eraicon - Brotherhood

I Seguaci di Romolo erano delle persone completamente affascinate da Romolo, il fondatore di Roma. Secondo la leggenda, Romolo e Remo furono allevati da una lupa, e come risultato, si diceva che fu un essere metà uomo e metà lupo. In omaggio a lui, i seguaci indossano la pelle di lupo.

Storia

Nella Roma del XVI secolo, il Maestro Assassino Ezio Auditore da Firenze fu in grado di entrare nelle loro sei tane per scoprire più informazioni possibili su di loro e per ottenere le loro pergamene, che si trovavano nei santuari all'interno di ciascuna delle sei tane.

In Assassin's Creed: Brotherhood, i seguaci di Romolo erano ritratti come uomini brutali coperti di pelle di lupo, che attaccavano ferocemente in massa. Erano armati con vari tipi di Spade corte e con Pugnali da lancio, e tendevano a ringhiare ed ululare in battaglia. I seguaci furono anche abili nella corsa acrobatica, poiché le loro tane richiesero tali competenze per essere attraversate.

Esplorando e completando tutte e sei le loro tane Ezio riuscì ad ottenere le sei chiavi per sbloccare il loro tesoro, l'Armatura di Bruto, infrangibile ed altrettanto protettiva come l'armatura Seusenhofer, la più forte acquistabile da un Fabbro. Anche la Daga di Bruto venne sbloccata con l'armatura.

Ciascuno delle sei tane conteneva una pergamena, che, se combinate, raccontavano la storia di come Bruto e gli altri congiurati uccisero Giulio Cesare. Nei rotoli, vi era scritto che Bruto tenne la prima riunione sotto al Colosseo. Lì, Ezio trovò il passaggio per la Cripta di Santa Maria in Aracoeli.

Alleanza con i Borgia

I leader dei seguaci vennero supportati da Cesare Borgia nelle loro scorribande, principalmente utilizzati per provocare paura al popolo per mandarli tra le braccia della chiesa.

I seguaci stessi venivano usati principalmente per causare paura nei civili e per inviarli nelle braccia della Chiesa cattolica. Gli ordini successivi includevano la caccia e l'eliminazione dei nemici dei Borgia, gli Assassini.

Infatti, le masse dei seguaci furono fuorviate dai loro leader, pagati dai Borgia, che li comandavano in nome di Romolo, nonostante non credessero nella sua esistenza mistica.

Curiosità

  • In alcune opere d'arte, come l'immagine del Database, i seguaci vengono raffigurati con un'arma pesante o un paio di spade corte. Nel gioco, tuttavia, hanno usato sempre e solo una singola spada corta corta.
  • I seguaci erano avversari relativamente deboli e potevano solo infliggere un leggero danno a un singolo blocco della salute di Ezio, piuttosto che rimuovere completamente il blocco. I loro attacchi erano facilmente prevedibili, consentendo facili contro-uccisioni, e possedevano anche una delle resistenze più deboli del gioco.
  • I seguaci spesso usavano coltelli da lancio prima di attaccare direttamente, avevano una grida di morte uniche e mostravano animazioni di attacco uniche.
  • In Assassin's Creed: Brotherhood Complete Official Guide - Collector's Edition i Seguaci di Romolo vengono etichettati come "Wolfmen".
  • Sono stati indicati come Figli di Remo nel romanzo di Assassin's Creed: Revelations.
  • Nell'adattamento non canonico di Assassin's Creed: Brotherhood, i seguaci di Romolo sono noti solo come Wolfmen. Sebbene gli eventi del gioco siano paralleli a quelli della versione canonica, sono tutti ambientati nel 1486, e la prima missione di Ezio Auditore dopo l'Assedio di Monteriggioni è quella di uccidere il capo dei seguaci di Romolo al Colosseo e soccorrere Claudio, che era stato rapito da loro, guadagnando così la fiducia degli Assassini di Roma. Tutti gli Wolfmen a parte il leader, Romolo, sono in realtà vestiti da guardie regolari, con solo Romolo nel tipico costume da lupo del loro culto. Quando Romolo scende da una scala per affrontare Ezio ad un livello più basso del Colosseo, l'Assassino compie immediatamente un calcio di lancio per farlo cadere contro una serie di lance. Romolo muore quando il suo corpo cade direttamente sopra le lance, anche se non prima di ricevere un colpo mortale da un altro Assassino con un'ascia pesante mentre è a mezz'aria.
  • Nel 20° secolo, Desmond Miles poteva incontrare i "fantasmi" di Ezio e i seguaci di Romolo mentre combattevano nel Colosseo quando lui e il suo team arrivarono per recuperare la Mela dell'Eden.

Galleria

Fonte

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.