Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
PL Affranto.png Qui si cerca di espandere la mente degli uomini.

Questo articolo è uno stub e ha bisogno di espandersi. Puoi aiutare Assassin's Creed Wiki aggiungendo altre informazioni.

Salāḥ ad-Dīn Yūsuf ibn Ayyūb (Tikrit, 1138 - Damasco, 1193), conosciuto come Salāḥ ad-Dīn o Saladino, è stato un importante Sultano conquistatore musulmano. Esso riconquistò la Terra Santa, iniziando l'eliminazione, che durerà due secoli, degli stati franchi.

Biografia[]

Saladino nacque in Egitto, in una famiglia agiata che gli permise gli studi. Qui si dedicò alla letteratura e ottenne brillanti risultati, aspirando, dunque ad essere un erudito. Ma allo stesso esso era buon consigliere del califfo d'Egitto che, vista l'invasione crociata nel territorio, lo nominò "Imam" nel 1168. Saladino, a capo di molteplici milizie, respinse i cristiani guadagnandosi diverso potere. Egli, infatti, ne approfittò e depose l'incapace califfo a capo dell'Egitto e si proclamò Sultano.

Il potere che ne derivò fu significativo per lo stesso Saladino, che governò il Paese nel migliore dei modi facendogli raggiungere l'apice economico e politico. Successivamente, il sultano risalì il Medio-Oriente fino in Terra Santa, annettendo tutti gli stati arabi conquistati. Un esempio significativo di ciò fu la presa pacifica di Damasco nel novembre 1174, che mise in allarme i possedimenti di diversi gruppi etnici arabi. Il 22 maggio 1176, Saladino scampò ad un tentato assassinio da parte dell'Ordine degli Assassini. Intanto, però, sempre più territori erano attaccati e presi dalle armate del sultano, per oltre un decennio.

Una volta stabilizzato il territorio conquistato, Saladino si mise in marcia verso Gerusalemme. Il 4 luglio 1187, durante la Battaglia di Hattin le forze cristiane furono massacrate da quelle di Saladino, che ottenne così una grande vittoria che gli spianò la strada per la città santa, arrivando a conquistare anche Acri. Mesi dopo, grazie ad una resa e negoziazione con il patriarca e il difensore della città, Saladino conquistò anche Gerusalemme. Due anni dopo, diversi eserciti Crociati giunsero in Terra Santa. Uno dei primi attacchi fu quello guidato da Guido di Lusignano ad Acri, iniziato il 2 ottobre 1189. Successivamente, la città venne conquistata grazie all'aiuto di Riccardo Cuor di Leone, che raggiunse i campi di battaglia nel 1191.

Qui, il monarca cristiano tentò di marciare su Gerusalemme. Tuttavia, le forze musulmane riuscirono a bloccare i Crociati a nord del porto di Giaffa: ad Arsuf, nel settembre dello stesso anno. La vittoria fu dei cristiani ma lo scontro, seppur durato poco, fu brutale a tal punto da scoraggiare le mire espansionistiche europee dello stesso Riccardo. Con ciò il re inglese abbandono la Terra Santa nel 1192. Esattamente un anno dopo moriva il suo principale nemico, Saladino. Quest'ultimo morì in pace a Damasco, segnando la fine di un uomo che portò la Terra Santa e innumerevoli città allo splendore e al proprio apogeo massimo, donando benessere e ricchezza alla regione.

Curiosità[]

  • Il suo nome Salāḥ al-Dīn in arabo significa "correttezza della fede".
  • Anche se non compare in alcun evento, in Assassin's Creed questo personaggio viene citato molteplici volte.

Advertisement