Eraicon - Ricordi.pngEraicon - Revelations.png


Questo articolo riguarda il ricordo di Ezio Auditore da Firenze. Se cerchi altro, vedi Ritorno a casa.

Ritorno a casa è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze e Sofia Sartor raggiungono Masyaf per accedere alla biblioteca segreta di Altaïr Ibn-La'Ahad.

Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze e Sofia Sartor iniziano la salita verso la fortezza di Masyaf.

Ezio e Sofia nel cortile del castello.

  • Sofia: (Sospiro) Che scalata!
    (Sospiro) È così bello qui. È qui che è nato il tuo Ordine?
  • Ezio: Nacque migliaia di anni fa, ma qui è rinato.
  • Sofia: Grazie a quell'uomo? Altaïr?
  • Ezio: Altaïr Ibn La'Ahad. Ci ha riunito, poi ci ha reso liberi. Capì la follia di mantenere un castello come questo. Era divenuto un simbolo di arroganza, e un richiamo per i nemici.
  • Sofia: E l'obbligo del minaccioso cappuccio... Fu anche questa idea sua?
  • Ezio: (Risata)
  • Sofia: Prima hai accennato a un credo. Che cos'è?
  • Ezio: Nulla è reale, tutto è lecito.
  • Sofia: È alquanto cinico.
  • Ezio: Lo sarebbe se fosse una dottrina. Ma è soltanto un'osservazione della natura della realtà. Dire che nulla è reale significa comprendere che le fondamenta della società sono fragili, e che dobbiamo essere i pastori della nostra stessa civiltà. Dire che tutto è lecito, invece, significa capire che siamo noi gli architetti delle nostre azioni, e che dobbiamo convivere con le loro conseguenze, sia gloriose, sia tragiche.
  • Sofia: Ti penti della tua decisione? Di aver vissuto come Assassino?
  • Ezio: Non ricordo di aver preso una decisione. È stata questa vita... a scegliere me. Per oltre trent'anni ho servito la memoria di mio padre e dei miei fratelli, e ho lottato per coloro che hanno sofferto il dolore dell'ingiustizia. Non mi pento di quegli anni, ma è tempo di vivere per me stesso e lasciarli andare. Di lasciar andare tutto questo.

Ezio e Sofia raggiungono la porta della biblioteca segreta di Altaïr.

Ezio e Sofia davanti alla porta della biblioteca.

  • Ezio: La fine del viaggio.
  • Sofia: Cosa speri di trovare oltre quella porta?
  • Ezio: Conoscenza, innanzitutto. Altaïr era un uomo assennato, e un autore prolifico. Edificò questo posto come ricettacolo della sua saggezza. Vide molte cose nella sua vita, e apprese molti segreti, inquietanti e strani, che avrebbero condotto alla disperazione esseri più deboli.
  • Sofia: Questo ti preoccupa?
  • Ezio: Sofia, ormai dovresti saperlo che non sono un debole.
  • Sofia: Ezio.

Ezio, utilizzando le cinque Chiavi, apre la porta.

  • Sofia: Farai meglio a uscire vivo di lì.
  • Ezio: Lo spero anche io.

Ezio entra nella biblioteca dove trova, però, solo i resti di Altaïr.

  • Ezio: Niente libri... Né saggezza... Soltanto tu, fratello mio. Riposa in pace, Altaïr.

Ezio prende, da ciò che rimane delle mani di Altaïr, una sigillo della memoria.

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Ezio entra nella biblioteca segreta di Masyaf dove, contro le sue aspettative, trova solo i resti mortali di Altaïr e un sigillo della memoria.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Ricordi principali
Sequenza 1: Come tornare a casa
Il carnefice - Fuga in extremis - Uno strano diario - A rotta di collo - L'aquila ferita
Sequenza 2: Il crocevia del mondo
Un caldo benvenuto - Ambientamento - La lama uncinata - Panorama da Galata
Tattiche avanzate - Alla difesa - All'attacco
Sequenza 3: Oggetti smarriti
Il prigioniero - La sentinella, parte 1 - Contratti di gilda - Fabbricazione di bombe - Un volto familiare
La cisterna di Yerebatan - Do ut des - Il custode del Mentore
La maledizione degli Athingani - La sentinella, parte 2
Sequenza 4: Guerra incivile
Il banchetto del principe - Un incontro difficile - La quarta parte del mondo
Segni e simboli, parte I - La torre di Galata - La veglia del Mentore
Sequenza 5: Erede dell'impero
I Giannizzeri - Le porte dell'arsenale - Infiltrazione nell'arsenale
Ritratto di donna - Segni e simboli, parte II - Il Foro del Bue - Un nuovo regime
Sequenza 6: Lo sfavore della fortuna
Nell'ombra - Onore perduto e vinto - Latore di notizie
Commissioni - Segni e simboli, parte III - La torre della Fanciulla - Il ritorno del Mentore - A vele spiegate
Sequenza 7: Malavita
La città nascosta - La spia che mi evitava - Il rinnegato - Disarmo forzato
L'ultimo dei Paleologi - Fuga - Passaggio di testimone
Sequenza 8: La fine di un'epoca
Scoperta - Lo scambio - La fine del viaggio
Sequenza 9: Rivelazioni
Ritorno a casa - L'eredità perduta - Il messaggio
Luoghi segreti
Il segreto di Santa Sofia - La tomba dell'Impalatore
Reclutamento Assassini
Il rissoso - L'allievo - Il vendicatore - L'acrobata - I mendicanti - La borseggiatrice
Maestro Assassino
Il Diacono (Parte 1 - Parte 2) - La Truffatrice (Parte 1 - Parte 2) - Il Campione (Parte 1 - Parte 2)
Il Guardiano (Parte 1 - Parte 2) - Il Visir (Parte 1 - Parte 2) - La Teatrante (Parte 1 - Parte 2)
Sede di fazione
Ragazzo sfortunato - Delazioni
Libri
L'ippodromo - Galata - L'arsenale - Il Foro del Bue - L'acquedotto - Chiesa I - Chiesa II
Piri Reis
Tuono - Cortina fumogena - Pirotecnica - Datura - Triboli
Richiamo fumogeno - Invischiato con le bombe - Cavo d'innesco
Il Viaggio di Desmond
Dubbi - Addestramento - Fuga - Metropoli - Rimpianti
L'Archivio Perduto
La fine è solo l'inizio - L'Ordine - Abstergo - La talpa - Effetto osmosi - La verità - La fine
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.