Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Personaggi.pngEraicon - Assassini.pngEraicon - Articoli primo piano.png


"I Templari avranno anche più soldi di noi, ma non hanno ambizione, nessuna passione o competitività! Ecco perché, nonostante le loro risorse, qualunque cosa facciano, io la faccio meglio. E più in fretta."
―Rebecca Crane[src]

Rebecca Crane (1984) è un'Assassina, creatrice dell'Animus 2.0, che lei chiama affettuosamente "Baby". Fornisce supporto tecnico per gli Assassini sul campo accanto al suo compagno di squadra, Shaun Hastings.

Ha fatto parte della squadra di Lucy Stillman, impegnata nell'acquisizione di una Mela dell'Eden prima dell'Abstergo Industries e nell'addestramento di Desmond Miles attraverso l'effetto osmosi.

Biografia[]

Primi anni[]

"Prima facevo sport, ma poi mi sono rotta una gamba e ho scoperto i computer. Chi l'avrebbe detto che scrivere codici fosse divertente come saltare giù da un elicottero su una tavola?"
―Rebecca parla con Desmond[src]

A differenza di altri Assassini, Rebecca non nacque nella Confraternita ma venne reclutata da loro. Prima di diventare un'Assassina, Rebecca era impegnata nello sport, praticando snowboard e paracadutismo. Tuttavia, in seguito alla rottura di una gamba sviluppò un interesse per l'informatica, trovando molto interessante e divertente scrivere codici. Prima di essere contattata dagli Assassini, ebbe anche una relazione con un ingegnere elettronico.[1]

Qualche tempo dopo esser entrata nella Confraternita, riuscì a salvare la vita a Shaun Hastings, un ragazzo che aveva indagato sull'Abstergo Industries finendo per attirare le loro attenzioni, che convinse ad unirsi alla Confraternita. Tra i quattordici e quindici anni, Shaun cominciò a diffondere sul web informazioni sui piani segreti dell'Abstergo Industries, ignorando gli avvertimenti di Rebecca, che tentò di farlo smettere. Shaun ammise che, se non fosse stato per Rebecca, si sarebbe ritrovato in un letto di un fiume.[2]

Rebecca era anche una vecchia amica di Lucy Stillman. Non si videro per sette anni a partire dal 2005, anno in cui Lucy andò a lavorare per l'Abstergo. Si riunirono solo nel 2012, dopo la fuga di Desmond Miles e Lucy dai laboratori dell'Abstergo.[2]

Rebecca fu la compagna di squadra di Clay Kaczmarek fin quando quest'ultimo fu incaricato di infiltrarsi nell'Abstergo.[3] Nel frattempo, grazie anche all'aiuto di Lucy, Rebecca fu in grado di mettere a punto una sua versione migliorata dell'Animus dell'Abstergo. Rebecca utilizzò anche la macchina in prima persona, rivivendo i ricordi di un suo antenato: un mercenario prussiano.[1]

Nascondiglio[]

"Ecco fatto. Ora sei collegato. Ci aspetta un bel viaggio. Ho pensato che nel frattempo volessi dedicarti a Baby..."
―Rebecca a Desmond, durante la fuga dal nascondiglio[src]

Rebecca presenta "Baby" a Desmond.

In seguito al rapimento di Desmond Miles da parte dell'Abstergo, Rebecca e Shaun raggiunsero il nascondiglio degli Assassini a Roma, dove Rebecca continuò a lavorare all'Animus 2.0, assicurandosi che la macchina non desse problemi. Quando vennero raggiunti da Desmond e Lucy, fuggiti dall'Abstergo, quest'ultima le consegnò il nucleo di memoria dell'Animus dell'Abstergo, che Rebecca integrò con entusiasmo nel suo Animus, trasferendovi anche dei file crittografati nascosti nell'Animus dal Soggetto 16, Clay Kaczmarek, che riapparvero poi all'interno dei ricordi di Ezio Auditore da Firenze.[2]

Mentre Desmond esplorava i ricordi di Ezio, Rebecca lasciò alcune note all'interno degli articoli del database, sopratutto quando su monumenti o altri edifici era posizionato un Glifo, oppure quando essi contenevano una Tomba degli Assassini.[2]

Subito dopo che Desmond ricevette l'avvertimento da Minerva attraverso Ezio, l'Abstergo fece irruzione nel nascondiglio, e Rebecca aiutò Shaun a raccogliere l'attrezzatura da portar via, mentre Desmond e Lucy tenevano a bada gli agenti Abstergo. Gli Assassini riuscirono a fuggire, quindi Rebecca allestì una postazione per l'Animus all'interno del loro furgone, in modo che Desmond potesse continuare a vivere i ricordi di Ezio durante il viaggio verso un luogo sicuro.[2]

Monteriggioni[]

Desmond: Sei molto concentrata.
Rebecca: Ho dovuto inserire i nuovi sistemi in Baby. Adesso sarà anche meglio di prima.
―Rebecca a Desmond nel Santuario[src]

Rebecca al lavoro sull'Animus nel Santuario.

Dopo aver raggiunto la loro nuova base, Monteriggioni e aver aperto l'accesso al Santuario di Villa Auditore, Rebecca ricollegò l'Animus al suo interno, dove l'Abstergo non li avrebbe potuti trovare. Per alimentare tutta l'attrezzatura, Rebecca diede a Desmond degli apparecchi da collegare ai contatori elettrici della piccola cittadina, in modo da reindirizzare parte della loro energia verso la base, raccogliendo l'elettricità necessaria a far funzionare l'attrezzatura.[1]

Durante il soggiorno a Villa Auditore, Rebecca inviava regolarmente delle e-mail alla sua squadra, che spesso trattavano questioni di minore importanza, ad esempio la scomparsa del suo MP3, oppure il furto dello yogurt di Lucy da parte di Shaun. Tra le altre cose, informò Lucy che Desmond gridava nel sonno.[1]

Verso il Colosseo[]

Shaun: Santa Maria in Aracoeli. Vedete le colonne lungo le navate? Sorgono su rovine romane. Pare che questa chiesa si a stata costruita sopra un antico tempio di Giunone.
Rebecca: Bello il soffitto.
Shaun: Ti piace il soffitto. Beh, certo che sei una affascinante compagna di viaggio.
—Shaun e Rebecca all'interno di Santa Maria in Araecoli[src]

Gli Assassini nel Tempio di Giunone.

Subito dopo aver scoperto la posizione della Mela dell'Eden, Rebecca e la sua squadra partirono per Roma, per arrivare al Colosseo, dove era stata nascosta la Mela. Rebecca e Shaun presero una strada alternativa, accompagnati da Lucy sotto suggerimento di Shaun, lasciando Desmond a percorrere la via sotto il Colosseo. Quando Giunone parlò a Desmond, Rebecca, insieme a Shaun e Lucy, non poté né vederla né sentirla.[1]

Poco dopo, tutto il gruppo si riunì nella Basilica di Santa Maria in Ara Coeli, da cui raggiunsero il Tempio di Giunone situato sotto di loro. Tuttavia, quando Desmond prese la Mela situata sopra un piedistallo all'interno del Tempio, rimase sotto il controllo di Giunone, che costrinse l'Assassino a pugnalare Lucy con la sua lama celata. Una volta tornato in sé stesso, Desmond svenne accanto al cadavere di Lucy, mentre Shaun e Rebecca rimasero illesi.[1]

Monitoraggio di Desmond[]

"Ogni morte è una tragedia per qualcuno, da qualche parte."
―Rebecca sulla morte di Lucy[src]

Rebecca, Shaun e William osservano il risveglio di Desmond.

Dopo la morte di Lucy e l'arrivo di William Miles, Rebecca controllò continuamente lo stato di Desmond, caduto in coma e reinserito da suo padre e Harlan Cunningham nell'Animus per evitare danni permanenti. All'interno della Camera Nera dell'Animus Desmond continuò a vivere i ricordi del suo antenato Ezio a Costantinopoli, sotto la guida dell'ologramma del Soggetto 16.[4]

Raggiunto il giunto sincronico, Desmond riuscì a riprendersi, svegliandosi dal coma. Quando si svegliò, trovò Rebecca al solito posto accanto a lui, intenta a monitorare il suo stato di salute.[4]

Grande Tempio[]

"Quando sarà tutto finito, dobbiamo fare un viaggio. Una bella vacanza."
―Rebecca parlando della fine della missione[src]

Il gruppo di Assassini all'interno del Grande Tempio.

Durante la settimane passate al Grande Tempio, Rebecca continuò a monitorare le attività di Desmond all'interno dell'Animus, mentre cercava di trovare informazioni riguardanti la chiave che gli avrebbe permesso di accedere alla zona più protetta della struttura, all'interno dei ricordi del suo antenato Ratonhnhaké:ton.[5]

Rebecca aiutò inoltre Desmond nella ricerca delle fonti di energia necessarie ad alimentare il Grande Tempio, facendogli da punto di riferimento durante le spedizioni di recupero a New York City, in Brasile e infine alla struttura dell'Abstergo di Roma in cui era stato tenuto prigioniero mesi prima.[5]

Una volta recuperate tutte le fonti energia e aperta la porta della parte più interna del Grande Tempio, Rebecca e gli altri Assassini incontrarono Giunone. La Isu disse a Desmond di porre le sue mani su un piedistallo per attivare una serie di eventi che avrebbe salvato la Terra dalla distruzione. In quel momento però apparve Minerva, che rivelò al ragazzo che se avesse seguito il consiglio di Giunone avrebbe finito per liberarla, permettendole di riprovare a prendere il controllo del mondo. Tuttavia, Desmond scelse di sacrificare se stesso e salvare il pianeta dall'imminente catastrofe, liberando Giunone. Prima di morire, l'Assassino disse a Rebecca ed agli altri compagni di fuggire dal Grande Tempio.[5]

Dopo la scampata catastrofe[]

Dopo il 21 dicembre, gli Assassini decisero di non comunicare per sei mesi. Rebecca restò con William e Shaun sino al mese di maggio: il 14 di quel mese, Shaun contattò Gavin Banks chiedendogli di venirli a prendere in Perù a bordo della Altaïr II. Rebecca, tuttavia, vi salì solo con Shaun: William aveva scelto di abbandonare la Confraternita dopo la morte di suo figlio, lasciando la sua guida a Gavin, a cui aveva scritto un diario.[6]

Nei giorni seguenti, la Altaïr II viaggiò verso nord. Nel frattempo, Rebecca si mise a lavorare alla nuova versione del network Hephaestus, una rete utilizzata per le comunicazioni degli Assassini. Il 29 maggio 2013 lei e Shaun sbarcarono in California con l'incarico di raccogliere informazioni in America.[6]

Rebecca e Shaun in Texas.

Il 10 giugno i due giunsero a Jasper, Texas, dove Rebecca inviò un messaggio a Gavin per aggiornarlo dicendogli che Shaun avrebbe addirittura preferito risalire sulla nave piuttosto che restare in Texas.[6]

Il 27 agosto, mentre si trovavano a Oklahoma City, Rebecca e Shaun decisero di investigare per recuperare il cadavere di Desmond o almeno scoprire cosa l'Abstergo intendesse farne. Qualche giorno dopo, il 3 settembre, capirono da dove partire: dall'Abstergo Entertainment, in particolare dalla sede di Montréal, in Canada. Quel dipartimento stava impiegando enormi risorse per produrre "videogiochi" grazie alla tecnologia dell'Animus.[6]

Da Alliance, Nebraska, dove si trovavano in quel momento, si diressero verso nord passando per la Fattoria dove era cresciuto Desmond. L'11 ottobre, Rebecca e Shaun erano giunti a Battle Creek, Michigan, dove ricevettero un messaggio di Gavin che li invitava ad investigare su Olivier Garneau, Chief Creative Officier dell'Abstergo Entertainment.[6]

Infiltrazione all'Abstergo Entertainment[]

Rebecca e Shaun giunsero a Montréal il 24 ottobre, dove nel giro di cinque giorni si erano già infiltrati nell'Abstergo Entertainment Montréal,[6] Rebecca come corriere e Shaun come barista. Rebecca si recava spesso allo stand di Shaun, dove commentava negativamente il suo caffè definendolo disgustoso, opinione largamente condivisa.[7][6]

Rebecca parla con Shaun nell'ingresso della struttura dell'Abstergo Entertainment.

Lì, i due entrarono in contatto con John Standish, che offrì loro l'opportunità di ottenere informazioni dai server cloud dell'Abstergo. Shaun e Rebecca, che non potevano esplorare l'edificio, accettarono subito, senza rendersi conto che John avrebbe costretto qualcuno a violare i computer al suo posto. Un impiegato, su richiesta di John, violò diversi computer e consegnò poi i dati a Shaun e Rebecca.[7]

Quando si scoprì che ci fosse un hacker interno, la società rinchiuse in un bunker diversi sospettati, tra cui il contatto di Shaun e Rebecca. Il 26 novembre John, che era in realtà un Saggio, cioè una delle reincarnazioni dell'Isu Aita, cercò di uccidere l'impiegato, venendo però fermato e ucciso dalla sicurezza. In seguito Shaun e Rebecca, che avevano lasciato l'Abstergo Entertainment dopo essere stati sospettati di essere coinvolti nelle violazioni, contattarono l'impiegato per scusarsi di essere stati in parte responsabili dei suoi guai. Gli chiesero inoltre di continuare ad aiutarli, visto che John, prima di morire, gli aveva dato un accesso di livello 3. Dopo avergli fatto i loro complimenti, Shaun e Rebecca chiusero la comunicazione.[7]

Il 2 dicembre 2013, Rebecca mandò un aggiornamento a Gavin per informarlo del fatto che nonostante la morte della loro talpa all'Abstergo Entertainment fossero riusciti a procurarsene un'altra in grado di fornire loro accesso ai server cloud e resoconti delle attività quotidiane dell'azienda. Nel messaggio Rebecca gli comunicava inoltre che lei e Shaun avrebbero lasciato Montréal e mantenuto un basso profilo. Nella sua risposta, Gavin si complimentò con loro e chiese di salutare da parte sua William, che si era ripreso. Lì informò inoltre della sua intenzione di raggiungere Osaka.[6]

Gli Iniziati[]

"Ho trovato una serie di messaggi codificati inviati a qualcosa chiamato 'Database degli Iniziati'. Sono stati inviati con regolarità negli ultimi due anni."
―Rebecca illustra la sua scoperta agli altri Assassini[src]

Rebecca al lavoro sulla Altaïr II.

In seguito, Rebecca e Shaun raggiunsero William nella base norvegese che la Confraternita aveva allestito nel complesso nautico-militare di Olavsvern, vicino Tromsø. Il 1 maggio 2014, Gavin e gli altri Assassini a bordo della Altaïr II raggiunsero il nascondiglio. Gavin, di cattivo umore, reagì male al tentativo di conversazione di Rebecca e Shaun.[6]

Pochi giorni dopo, il 5 maggio, Rebecca venne incaricata di effettuare la manutenzione dei sistemi informatici della Altaïr II. Mentre lavorava, si imbatté in una serie di messaggi codificati che negli ultimi due anni erano stati inviati regolarmente ad un sistema network noto come Database degli Iniziati. Accertata la presenza di una spia tra l'equipaggio, Rebecca chiamò a raccolta tutti gli Assassini che viaggiavano con Gavin, informandoli di quanto scoperto. Quindi William inziò a sottoporre tutta la ciurma a degli interrogatori, salvo Gavin e Galina Voronina, entrata da poco nell'equipaggio, allo scopo di scoprire chi fosse la spia.[6]

I risultati convergerono nel medico di bordo, la dottoressa Stephanie Chiu. Poco dopo che William ordinò l'assassinio della donna, intervenne il primo ufficiale Eric Cooper, dichiarando che anche lui fosse una spia; Stephanie precisò che lui scriveva i rapporti e lei li caricava sul network degli Iniziati. A quel punto William disse che l'ordine di uccidere la dottoressa Chiu fosse una farsa per conoscerli meglio e che quel giorno non sarebbe morto nessuno. Quindi, grazie all'aiuto dei due Iniziati, Rebecca rintracciò la loro rete privata: un sistema satellitare tanto vasto che Rebecca lo definì un vero e proprio "outernet". Chiu rivelò infatti che che gli Iniziati avevano parecchi contatti con l'esercito e persone legate ad Harvard e al MIT, nonché alcuni eccentrici miliardari disposti a finanziarli. Infine, il 16 giugno, gli Assassini inviarono una mail agli Iniziati, offrendo loro un'alleanza contro i Templari.[6]

Ricerca della Sindone[]

Rebecca e Shaun affrontano Isabelle Ardant

Nell'ottobre 2015 Rebecca e Shaun vennero inviati da Vescovo per infiltrarsi nell'ufficio londinese di Isabelle Ardant per raccogliere informazioni sui Frutti dell'Eden. Tuttavia, la coppia decise di non seguire gli ordini e aspettare il ritorno di Ardant nel suo ufficio. I due vennero però intercettati da Juhani Otso Berg e Violet da Costa, ma riuscirono a fuggire dopo che Rebecca fece detonare una bomba precedentemente piazzata.[8]

La coppia riuscì a trovare riparo in un magazzino abbandonato, dove Vescovo li informò che un Iniziato avesse identificato il manufatto come una delle Sindoni dell'Eden. Shaun le disse che da soli non avrebbero potuto affrontare la squadra Sigma, così Vescovo promise loro di inviare rinforzi e chiese loro di restare nascosti mentre l'Iniziato continuava a cercare la Sindone. Gli Assassini vennero così raggiunti da Galina Voronina.[8]

Le ricerche dell'Iniziato confermarono che la Sindone fosse nascosta sotto Buckingham Palace, ma i Templari arrivarono prima di loro. Gli Assassini attaccarono quindi Otso Berg, Isabelle Ardant e Violet da Costa, scaturendo uno scontro in cui Shaun uccise Isabelle con la sua Lama elettrificata. Shaun venne puntato dalla pistola di Violet, ma venne salvato dall'intervento di Rebecca, che rimase ferita al suo posto. Il resto della squadra Sigma fece irruzione, ma Shaun rimase al fianco di Rebecca mentre Galina si lanciò un fumogeno prima di occuparsi di loro, liberando l'uscita.[8] Qualche tempo dopo, Eric Cooper li raggiunse e li portò via da Londra.[9]

Collaborazione con Griffin[]

Nel 2016 Rebecca recuperò dalla ferita e tornò in azione sul campo. Stabilitasi in una casa abbandonata, costruì un nuovo Animus utilizzando un processore e alcuni progetti che Shaun aveva recuperato dall'Abstergo Foundation Rehabilitation Center di Madrid.

Rebecca venne poi raggiunta da Griffin, Owen Meyers e Javier Mondragón, riusciti a sfuggire a un attacco dei Templari al loro nascondiglio. Rebecca aiutò Owen a rivivere i ricordi del suo antenato cinese Zhang Zhi in una disperata scommessa per trovare il secondo dente appartenente al Tridente dell'Eden, prima di essere costretta ad andarsene per un'altra missione, deludendo Griffin.[10]

Caratteristiche e personalità[]

"Senti, non è l'ideale. E uccidere qualcuno non è mai facile. Ma a volte non c'è altro modo. A volte, Desmond, qualcuno deve morire perché le cose cambino."
―Rebecca parla con Desmond[src]

Rebecca al computer nel nascondiglio.

Rebecca è una donna energica e a volte immatura. Il suo compagno di squadra Shaun si divertiva spesso a punzecchiarla, ma lei non si offendeva mai. Ad esempio, mentre Shaun stava descrivendo il contesto storico dei Falò delle Vanità a Desmond, Rebecca si intromise commentando, causando la risposta di Shaun che la fermò dicendo che "gli adulti stanno parlando".

Rebecca è piuttosto ottimista e tollerante, rappresentando una controparte alla personalità cinica e sfacciata di Shaun. A differenza del suo collega è più cordiale e loquace. Rebecca è molto legata ai membri dell'Ordine, e la loro perdita influisce molto su di lei portandola a chiudersi in sé stessa, come in seguito alla morte di Lucy o quella di Hannah Mueller. Mostra grande orgoglio nel suo lavoro, arrivando perfino a lodarsi da sola. Rimase convinta che, nonostante i metodi, gli Assassini fossero i "buoni".[2]

Rebecca è vegetariana,[1] Nella sua voce del database scritta nel 2015, Shaun si è lamentato della difficoltà nel reperire cibo che aveva ogni volta che si trovavano insieme in missione.[8]

Curiosità[]

  • Il nome "Rebecca" deriva dall'ebraico Rivqah, רִבְקָה, che può assumere il significato di "unire", "legare" o "catturare".
  • Nell'Animus 2.0 Rebecca aggiunge informazioni nel database con il nome di "REBECCAC84". Questo nome contiene il suo nome, l'iniziale del suo cognome e l'abbreviazione del suo anno di nascita.
  • La sua password dell'e-mail è "Snowmass84", che probabilmente si riferisce al suo sport precedente.
    • Sia nella password che nell'Animus, aggiunge nel finale "84", la sua data di nascita abbreviata, 1984.
  • In una delle sue e-mail, Rebecca dice che le mancano il suo cane e la sua famiglia.
  • Rebecca fu rimodellata per avere dei capelli più corti in Assassin's Creed: Brotherhood. Tuttavia, la modifica fu annullata, ripristinando il modello precedente.

Galleria[]

Apparizioni[]

Note[]

Advertisement