FANDOM


ACOD Pythia

La Pizia nel 431 a.C..

La Pizia, conosciuta anche come Oracolo di Delfi, è stata la sacerdotessa del Tempio di Apollo a Delfi che offriva profezie ai suoi visitatori.

Pizia era il soprannome che veniva dato a ognuna delle donne che ricoprì quel ruolo, che conferiva loro un altissimo prestigio all'interno della società greca. Dal XIV secolo a.C. in poi le sue profezie ebbero un'enorme influenza sul mondo greco grazie alla profonda fede che i greci riponevano nella sua connessione con Apollo. Il ruolo era riservato esclusivamente alle vergini della regione fino al III secolo a.C., quando in seguito alla violenza di Echecrate di Tessaglia nei confronti di una sacerdotessa il ruolo venne riservato invece solo alle donne mature.

StoriaModifica

MitologiaModifica

Secondo la storia dell'eroe leggendario Perseo suo nonno, re Acrisio di Argo, fece visita alla Pizia, che gli predisse la morte per mano di suo nipote. Nonostante fece di tutto per sfuggire al suo destino tentando di rinchiudere o uccidere sua figlia e suo nipote, venne infine ucciso accidentalmente da Perseo, che lo colpì durante una sfida di lancio del disco.

Età arcaicaModifica

Nel tardo VII secolo a.C. il terano Batto I visitò la Pizia insieme al re della sua isola, Gritto, in cerca di consiglio per affrontare la siccità che li attanagliava da sette anni. La Pizia, su consiglio di Apollo, gli disse di viaggiare in Libia e fondare una nuova città. Gritto, troppo vecchio, incaricò Batto di portare con sé un gruppo di terani in Libia, che fondarono la città di Cirene.

Età classicaModifica

ACOD Pythia Leonidas

La Pizia affronta Leonida.

Precedentemente all'inizio delle Guerre Persiane la sacerdotessa venne costretta a sottostare agli ordini della Setta di Cosmos, che manipolava le sue profezie per farle promuovere i loro interessi ingannando i potenti che andavano da lei a chiedere profezie. Nel 480 a.C. re Leonida I di Sparta chiese alla Pizia consiglio sulla guerra contro Serse I di Persia, che stava tentando di invadere la Grecia. La Pizia, supportata dai membri della Setta, tentò di dissuadrere Leonida dall'entrare in guerra dicendogli che i suoi sforzi sarebbero stati vani. Tuttavia, Leonida si rese conto della sua disonestà e partì con i suoi uomini per affrontare Serse al passo delle Termopili.

Anni dopo la nipote di Leonida, Kassandra, venne portata dalla madre Myrrine dalla Pizia, che definì la piccola una grande promessa. Quando portò però anche il suo secondo figlio appena nato, Alexios, di fronte a lei, la Pizia Prassitea venne condizionata dalla Setta per annunciare che il bambino avrebbe condotto alla rovina di Sparta e che dovesse pertanto essere ucciso. Tuttavia, il piano della Setta per estinguere la stirpe di Leonida fallì e sia Alexios che Kassandra, gettata anche lei dal Monte Taigeto dopo aver provato a salvare il fratello, sopravvissero alla caduta.

The Truth Will Out - Assassins Creed Odyssey

Kassandra parla con la Pizia.

Quando scoppiò la Guerra del Peloponneso Prassitea aveva già smesso di fare la Pizia ed era stata succeduta da un'altra sacerdotessa. I sensi di colpa per le sofferenze da lei causate la portarono a confessare i suoi peccati ai nipoti Licaone e Agave, che vollero a quel punto fare giustizia con le loro mani.

Nel 431 a.C. Kassandra tornò al Tempio di Apollo a visitare la Pizia su suggerimento del capitano dell'Adrestia, Barnaba.

Appare inModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+