FANDOM


Pericle (495 a.C. circa - 429 a.C.) è stato un politico e militare ateniese, attivo fino ai primi anni della Guerra del Peloponneso.

Alla guida durante il periodo d'oro di Atene, le azioni di Pericle portarono la città a presiedere la Lega di Delo contro la città rivale di Sparta, rovinando le relazioni a tal punto di rendere la guerra inevitabile.

Sotto il suo comando la città ebbe un grande sviluppo sul piano artistico e letterario. I suoi progetti diedero ad Atene numerosi monumenti, tra cui il Partenone.

BiografiaModifica

Ascesa politicaModifica

Figlio del politico Santippo, Pericle passò i primi anni della sua vita immerso negli studi. Sin da giovane si circondò di intellettuali, stringendo amicizia con filosofi come Protagora e Anassagora. Nel frattempo, continuava a coltivare molto interesse nella politica. Dopo aver fatto ostracizzare il rivale Cimone, Pericle prese attivamente parte a diverse campagne militari, guadagnandosi il governo della città. Durante la sua amministrazione Pericle progettò la ricostruzione dell'Acropoli insieme all'amico Fidia, mentre nel frattempo si occupava di mantenere salda la Lega di Delo col pugno di ferro, consigliato anche dalla sua fedele amante Aspasia, un'etera.

Scoppio della guerraModifica

Quando scoppiò la Guerra del Peloponneso nel 431 a.C. Pericle decise di adottare una strategia conservativa, rifiutandosi di affrontare l'esercito di Sparta in battaglia e invitando gli abitanti delle campagne circostanti a rifugiarsi dietro le mura cittadine. Queste mosse vennero opposte dal generale Cleone, che promuoveva una politica più aggressiva durante i loro dibattiti di fronte al popolo sulla Pnice, rinfacciandogli anche gli enormi sprechi di denaro per la costruzine dell'acropoli. Pericle inviò anche il suo amico Erodoto a consultare la Pizia a Delfi per chiederle come porre fine alla guerra.

ACOD Welcome to Athens Memory Screenshot 03

Kassandra si presenta a Pericle.

Durante uno dei dibattiti con Cleone alla Pnice, mentre gli spartani si preparavano ad assediare la città, Pericle ebbe la peggio. Alla fine dello scontro venne avvicinato da Erodoto, di ritorno da Delfi insieme alla misthios Kassandra. Erodoto chiese a Pericle di invitarla al simposio nella sua residenza, ma lui decise di accettarla solo in cambio di alcuni favori. Pericle le chiese di trovare il suo amico e collega Metioco scomparso da poco tempo, scortare lontano da Atene il suo amico Fidia, accusato di aver rubato dell'oro destinato alla Statua di Atena, e di manipolare il voto di ostracismo di Anassagora, allontanandolo dalla città per proteggerlo. Quella sera al simposio, Kassandra ed Erodoto lo avvertirono della Setta di Cosmos, intenzionata a ucciderlo.

Epidemia e morteModifica

ACOD Athens's Last Hope - Perikles Death

Deimos uccide Pericle.

Nel 429 a.C. Atene cadde nel panico. Mentre la guerra con Sparta acuiva le tensioni interne un'epidemia mortale si era diffusa tra le strade della polis. Pericle capì che il suo controllo sulla città si stava indebolendo, procurandogli molte preoccupazioni. Anche lui venne colpito dal morbo, facendogli temere seriamente di essere giunto al termine della sua vita mentre il suo rivale Cleone stava ascendendo al potere. In seguito a una breve visita di Kassandra, Pericle si diresse al Partenone, dove venne attaccato e ucciso dall'arma della Setta di Cosmos, Deimos.

GalleriaModifica

Appare inModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+