Eraicon - Brotherhood.png


Pene d'amor perdute è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze, tornato a Firenze negli anni dei Falò delle Vanità, nel 1498 si imbatte in Manfredo Soderini, morente a terra nei pressi della casa dove è andato a vivere con Cristina Vespucci. L'uomo, con le sue ultime parole, rivela ad Ezio che gli uomini di Girolamo Savonarola si erano introdotti in casa loro per ucciderli e che Cristina, sebbene fosse riuscita a fuggire, era inseguita da alcune guardie. Ezio allora si lancia al salvataggio di Cristina e, dopo averla trovata, riesce ad eliminare le guardie che la stavano inseguendo. Tuttavia, Cristina è già stata ferita ed è prossima alla morte. Rassegnata al suo destino, la ragazza mostra ad Ezio il ciondolo che lui le aveva regalato più di venti anni prima, confessandogli di non averlo mai dimenticato e sempre amato.

Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze trova Manfredo Soderini morente a terra in una strada di Firenze.

Ezio soccorre un morente Manfredo.

  • Ezio: Manfredo! Che è successo!?
  • Manfredo: Gli uomini... di Savonarola. Sono entrati. Hanno distrutto tutto.
  • Ezio: Dov'è Cristina?! Manfredo! Lei dov'è?!
  • Manfredo: È fuggita... Ma la inseguivano!
  • Ezio: No...!

Ezio trova Cristina, accerchiata da alcuni uomini fedeli a Girolamo Savonarola.

  • Guardia 1: Puttana! Dove sono le tue ricchezze ora?
  • Cristina: Lasciatemi in pace! Andate via! Non ho fatto niente!
  • Guardia 2: La tua bella casa, i tuoi abiti costosi! Sono cose che offendono il Signore!
  • Cristina: Aiuto! Qualcuno mi aiuti!

Ezio raggiunge Cristina.

  • Cristina: Ezio-?!
  • Ezio: Cristina! Scappa!

Cristina inizia a scappare, ma i suoi aggressori la inseguono. Ezio allora si lancia all'inseguimento degli uomini fedeli a Savonarola, che uccide velocemente.
Nonostante ciò, Cristina è stata ferita a morte; così Ezio la porta in braccio in un cortile riparato.

  • Cristina: (Tossisce)
  • Ezio: Cristina... Resisti! Ti troverò un dottore... Starai bene, vedrai.
  • Cristina: No... Ezio... Non credo proprio...

Ezio appoggia Cristina a terra e, chino su di lei, le tiene la testa alzata.

Cristina muore tra le braccia di Ezio.

  • Ezio: No! Non andare... Resta con me, Cristina.
  • Cristina: Ezio... Non lo sai...? Io sono sempre stata con te.

Ezio nota al collo di Cristina il ciondolo che lui le aveva donato più di venti anni prima.

  • Cristina: Vorrei tanto che... avessimo avuto... una seconda occasione.

Cristina muore tra le braccia di Ezio.

  • Ezio: Riposa in pace, amore mio.

Ezio accarezza la testa dell'amata.

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Ezio riesce a salvare Cristina dagli uomini di Savonarola. Tuttavia, ormai ferita a morte, la ragazza muore tra le sue braccia.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il nome del ricordo, Pene D'Amor Perdute, è una citazione di una omonima commedia scritta da William Shakespeare.
Ricordi principali
Sequenza 1: Pace agognata
Ite missa est - Ritorno a casa - Libera uscita - Caccia al purosangue - Esercitazione di tiro
Riunificazione - Calunnia - Uscita d'emergenza
Sequenza 2: Hic sunt leones
Come nuovo... - Ottima esecuzione - Il forestiero - Mani bucate - C'è posta per me
Crepi il lupo - Le sale di Nerone - Sottosuolo di Roma
Sequenza 3: Il guerriero, l'amante e il ladro
Doppio gioco - Tra l'incudine e il martello - Il prezzo del riscatto - Intelligenza collettiva
Sequenza 4: Covo di ladri
Infiltrazione - Femme fatale - Un pesante fardello - Guardiano di Forlì - Uomo del popolo
Maniaco omicida - Carico umano - Visita inaspettata - Il piano
Sequenza 5: Il banchiere
In fuga dai debiti - Va' dove ti porta il conio - Paese che vai... - Entrata e uscita - Documenti preziosi
'Sequenza 6: Il barone di Valois
Difensore - Bacio alla francese - Cavallo di Troia - Au revoir
Sequenza 7: La chiave del castello
Zittire la talpa - Sacro e profano - Dietro le quinte - Intervento - Ascensione
Sequenza 8: I Borgia
Requiem - Una mela al giorno... - La Mela dell'Eden - Smilitarizzazione
Vedo rosso - Tutte le strade portano a...
Sequenza 9: La caduta
Pax romana - Un seme
Luoghi segreti
Lupi tra i morti - In pasto ai lupi - Capobranco - Il sesto giorno - Lupo travestito da agnello
Piatto ricco - Oro liquido
Ricordi di Cristina
Una seconda occasione - Estrema unzione - Testimone dello sposo
Persona non gradita - Pene d'amor perdute
Macchine belliche
Piani di guerra - Superiorità di fuoco - Piani di guerra - Mina vagante
Piani di guerra - Macchina volante 2.0 - Piani di guerra - L'inferno su ruote
Agenti Templari
Bersaglio a terra - Contropropaganda - Scomunica - Linea di tiro - Donna di spade - Corse clandestine
Contratti di assassinio
In due si è in compagnia... - Risorsa strategica - E in tre si è in troppi - Il frutto del raccolto - I tre amici
La lettera scarlatta - Il mercante di Roma - Corvi del malaugurio - Peccato cardinale
Cambiare le carte in tavola - Dieci e lode - Bruti e brutalità
Incarichi dei ladri
Cucciolo sperduto - Conflitto di interessi - Il guanto di sfida - Lotta di classe - Seminare zizzania
Premio in vista - Giovane dentro - Licenziamento - Distacco minimo - Per gli ammiratori
Incarichi delle cortigiane
Proprietà contesa - Cattive abitudini - Il mattino dopo - Bella in fuga - Esca viva - Malcostume
Avvicinamento - Cattiva politica - Piantagrane - Falso d'autore
DLC
La Questione Copernicana
Falsa censura - Fuori dall'orbita - Laurea ad honorem - Intellighenzia - Posta celere
L'uomo in rosso - Bersagli facili - Chiudere il libro
La Scomparsa di Da Vinci
Un lancio di dadi - Una donna in fuga - Memento mori - Buon viaggio
Invito in extremis - Intenditore d'arte - Decodificare da Vinci - Il tempio di Pitagora
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.