FANDOM


Eraicon-Origins

E695df099704eba003b4a76f646d61e2649c1a8a

Il fiume Nilo.

Il Nilo è uno dei fiumi più lunghi del mondo, che scorre attraverso un certo numero di paesi africani prima di svuotarsi nel Mar Mediterraneo attraverso l'Egitto.

Essendo la principale via d'acqua e mezzo di trasporto per l'Egitto, il Nilo ha avuto un ruolo vitale nella storia del paese; e la stragrande maggioranza delle città del paese, tra cui Il Cairo, Alessandria, Memphis e Tebe, furono costruite sulle rive del fiume.

Storia

Origini

Il Nilo a causa delle sue continue inondazioni annuali poteva rendere fertili il terreno circostante, ciò permise alle antiche popolazioni di fondare i propri villaggi lungo il fiume per poter coltivare i terreni fertili circostante il fiume. Gli antichi egizi si svilupparono intorno al fiume fondando alcune delle loro più importanti città, tra cui Menfi e Tebe, rispettivamente le capitali del Basso e Alto Egitto. Divenuto importante per l'economia, gli antichi egizi crearono un dio in suo onore, Api, il dio delle terre fertili, e il faraone fu ritenuto insieme al dio di controllare le inondazioni del fiume.

Battaglia del Nilo

Nel 47 a.C. il faraone Tolomeo XIII, manichino dell'Ordine degli Antichi, combatté contro sua sorella Cleopatra, sostenuta dai romani di Gaio Giulio Cesare, sulle sponde del Nilo vicino al suo delta. Cleopatra grazie alle forze romane e a Bayek e Aya riuscì a vincere la battaglia, e in seguito la guerra civile, diventando faraona d'Egitto. Tolomeo XIII, invece, cercò di fuggire dalla battaglia navigando sul Nilo, ma venne fermato dai coccodrilli che ribaltarono la barca e lo mangiarono.

Curiosità

  • Gli antichi egizi chiamavano il Nilo "iteru", che significa "grande fiume", riferendosi alla sua lunghezza che si estende per buona parte dell'Africa orientale.

Fonti

Galleria

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.