Eraicon - AC4.png


Medicine sommerse è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Edward Kenway, rivissuta da un impiegato dell'Abstergo Entertainment nel 2013 attraverso l'Animus Omega.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Nassau, capitale della confederazione repubblicana dei pirati, è caduta sotto una grave epidemia di peste. Nel tentativo di scongiurarla, Edward Kenway e Edward Thatch sfruttano una campana subacquea per recuperare le medicine necessarie per curarla.

Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

Edward Kenway legge una lettera di sua moglie Caroline Scott, mentre sorseggia un boccale di rum all'Old Avery. Una volta finito, la cameriera, Anne Bonny, gli si avvicina.

  • Anne: Un altro?
  • Edward: Un giro di rum, direi.
  • Anne: E che cos'altro potrei servirvi in questa squallida città? Qui ci sono solo rum e scarafaggi.
  • Edward: Già, ci stiamo lavorando!

Anne raccoglie un boccale dal tavolo di Jack Rackham, che ammaliato dalla sua bellezza la trattiene per un braccio.

  • Rackham: Oh, oh. Bella signora, dimmi, qual è il tuo nome? Uh?
  • Anne: "Anne" per chi è sobrio. "Tesoro" per chi è sbronzo. Ma niente "signora".
  • Rackham: Oh, bella Anne. Io... io, io...

Anne si allontana a forza, e Rackham, ancora attaccato al suo braccio, cade dalla sedia.

  • Rackham: Oh...

In lontananza Edward sente la voce di Charles Vane, che sta parlando con Edward Thatch e Benjamin Hornigold.

  • Vane: Carogne! Avete sentito? Siete proprio delle carogne.

Vane discute con Thatch ed Hornigold del perdono.

Edward si affaccia dalla balconata della taverna.

  • Vane: È una trappola per rammollirci e poi attaccare Nassau! Vedrete. Io lo so!
  • Thatch: Cosa dici, Vane? L'ho sentito da un losco capitano delle Bermuda. Sarà concesso il perdono a ogni pirata che lo vorrà.
  • Hornigold: Vero o no, penso che gli inglesi vogliano riprendersi Nassau. Di sicuro usando le armi. Ci serve un piano.

Vane si allontana indignato, ed Edward si avvicina agli altri due pirati.

  • Thatch: Vieni con noi, Kenway. Ci sono guai in vista...

I tre si incamminano per le strade della città.

  • Hornigold: In mancanza di notizie sicure, io dico basso profilo. Niente scorrerie e violenze. Non sfidiamo gli uomini del re per ora.
  • Thatch: Tenere al caldo il prezioso sederino del re, non è affar mio Ben.
  • Hornigold: Lo sarà, se spedirà i soldati a ripulire quest'isola da ogni nostra traccia. Guardati attorno Ed, vuoi morire per questa fogna?
  • Thatch: Sì! È la nostra repubblica! La nostra! La libertà per ogni uomo, ricordi? Non sarà il paradiso in terra, ma non è un'idea per cui bisogna lottare?
  • Hornigold: Non lo so più. Quando guardo i frutti di anni di fatiche, vedo solo marciume, pigrizia... idiozia.
  • Thatch: Non c'è una scintilla di differenza fra qui e la vecchia Londra, vero?
  • Edward: Thatch ha ragione. Tutto sommato, non si sta così male. C'è sole, rum e divertimento a perdita d'occhio.
  • Hornigold: Sai, Nassau è bella vista da lontano. Ma nel suo ventre, cova il germe d'una terribile epidemia.
  • Edward: Le malattie si curano, Ben. Se somministri la medicina giusta.
  • Hornigold: Ma i cadaveri non resuscitano.

Thatch si ferma, volgendo il suo furioso sguardo verso Hornigold.

  • Thatch: È incredibile che queste fandonie escano dalle tue labbra! Allora chiedi il perdono subito e falla finita!
  • Edward: Calma! Tutti e due. Possiamo accontentarvi, se lavoriamo insieme. Troveremo le medicine per curare i malati, senza attirare l'attenzione su di noi.

I tre proseguono il loro cammino.

  • Thatch: Credo che il dottore più vicino se ne stia a L'Avana. E io non ho intenzione di andarci.
  • Edward: La flotta spagnola affondata due anni fa, aveva farmaci a bordo. Sigillati in fiale di vetro.
  • Thatch: Ti serve un campana subacquea per arrivarci.
  • Edward: Già. Con i soldi e qualche risorsa, una campana subacquea salterà fuori.
  • Hornigold: Questo è un piano che mi piace molto. Troviamo le medicine senza altri guai. Sei d'accordo, Thatch?
  • Thatch: D'accordo, sì. Ci vediamo al relitto non appena sarai pronto, Kenway.

Edward e Thatch si allontana, e Hornigold gli ammonisce da lontano.

  • Hornigold: Ricorda, Thatch: tieni il cannone a freno.
  • Thatch: Va all'inferno, Ben!

Edward si reca dunque in un emporio marittimo, dove acquista la campana subacquea della Jackdaw.

Edward incontra Thatch a San Ignacio.

Tempo dopo, si reca al relitto di San Ignacio, dove Thatch lo attende a bordo della sua nuova nave, la Queen Anne's Revenge.

  • Edward: Il diavolo ti porti, Thatch! Questa è una bellezza! Trentadue cannoni, eh?
  • Thatch: Sono almeno quaranta!

Thatch si appoggia a bordo-nave.

  • Edward: Hai fatto progressi. E... Non hai trovato medicine qui?
  • Thatch: Qui attorno proprio niente, temo. Ma ci sono relitti laggiù che sono stati ripuliti soltanto dai granchi e dai pesci.
  • Edward: Do un'occhiata.

Edward fa per voltarsi, quando viene richiamato da una voce familiare. A bordo della Queen Anne's Revenge si trova il mercante Stede Bonnet.

Edward osserva Bonnet sulla Queen Anne's Revenge.

  • Bonnet: Edward? Edward, siete voi? Signore Iddio, le Indie Occidentali sono minuscole!
  • Edward: Salve, Bonnet. Che sorpresa ritrovarvi qui.
  • Bonnet: Ho incontrato il signor Thatch alcuni mesi fa e gli ho chiesto di prendermi sotto la sua ala, capite? Per lui devo darmi una svegliata e diventare un vero pirata.

Thatch allunga una bottiglia di rum a Bonnet, che la prende al volo.

  • Edward: Buona fortuna, allora. Chiunque diventa un pirata sotto l'ala di Barbanera.

Edward si immerge nel relitto, che ospita anche un grosso banco di squali. Evitando i predatori, riesce a recuperare una fiala di medicine e a risalire in superficie. Una volta riemerso, sale sul ponte della Queen Anne's Revenge.

  • Thatch: Ehilà! Novità?
  • Edward: Ho trovato una cassa in mezzo a un branco di squali.

Edward svuota la fiala di medicine.

Edward apre la fiala e ne inizia a versare il contenuto.

  • Edward: Ma temo che il suo elisir... sia guasto.

Edward porge la bottiglietta a Bonnet, che, dopo averla annusata, conferma il suo giudizio.

  • Thatch: Maledizione! Diavolo! Ruberemo le medicine, ora?
  • Edward: Ricorda il perdono, Thatch. Andiamoci piano.
  • Thatch: Ma chi sei tu? Hornigold? Un pirata senza le palle di assaltare?
  • Edward: Preferisce la cautela ai cannoni.

Thatch si avvicina velocemente ad Edward, con fare serio.

  • Thatch: La cautela non serve senza il carisma! Se un uomo si comporta da sciocco, solo gli sciocchi lo seguono. Ma se sembra un demonio, tutti gli obbediranno.
  • Edward: E tu saresti un demonio?

Lentamente, Thatch indossa il suo cappello, costellato da micce di granata che bruciano.

  • Thatch: Per il pubblico, sì. È soltanto scena.

Thatch sperimenta la sua teatralità su Bonnet.

Barbanera si avvicina a Bonnet, con fare minaccioso.

  • Thatch: Dai al nemico qualcosa da temere. Un diavolo dell'Inferno uscito da un incubo, e tutti cadranno in ginocchio ad implorare pietà! E perdono a Dio! (Ringhia ferocemente)
  • Bonnet: Oddio!

Thatch si calma e si allontana da Bonnet.

  • Edward: Niente male.
  • Thatch: Lo so bene.

Thatch inizia a dirigersi verso il timone della sua nave.

  • Thatch: Se trovi un modo discreto di ottenere le medicine, avvertimi. Altrimenti facciamo a modo mio!

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Edward equipaggia la Jackdaw di una campana subacquea. Tenta anche di recuperare qualche medicina dal fondo degli abissi, ma invano.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Sequenza 1
Prologo
Edward Kenway
Sequenza 2
Terra di Spagna
La vivace Avana - E il mio zucchero? - Il signor Walpole, giusto? - Un uomo chiamato Saggio
Quel che mi spetta - La flotta del tesoro
Sequenza 3
La repubblica dei pirati
Capitano alle prime armi - Personale cercansi - Bottini e saccheggi - Sventola la bandiera nera
La canna da zucchero e i suoi frutti - Difese solide - Un pazzo
Sequenza 4
Ricompensa
Il vecchio covo - Nulla è reale... - Il segreto sepolto del Saggio - Sconfitti e in minoranza
Sequenza 5
Ragioni mal comprese
I forti - Un uomo d'affari - Senza uomini
Sequenza 6
Sabbie mobili
Medicine sommerse - L'avvocato del diavolo - L'assedio di Charles-Towne
Sequenza 7
L'invasione inglese
Chiediamo udienza - Il complotto delle polveri - Chi obbedisce al commodoro? - Il brulotto
Sequenza 8
Nessun rimpianto
Perché andarci piano? - Bastardi vanagloriosi - Alla deriva
Sequenza 9
Acque torbide
Pensa che sorpresa - La fiducia va meritata
Sequenza 10
Valutazioni errate
La scommessa di Black Bart - Morte e distruzione - L'Osservatorio
Sequenza 11
A fondo
Soffrire senza morire - Delirio - ...Tutto è lecito
Sequenza 12
L'aquila e l'uccellino
Non più governatore - Sfortuna reale - Sangue nero - In frantumi
Sequenza 13
Epilogo
La fine - Notevole, Mastro Kenway!
Caccia ai Templari
Opía Apito
L'Assassina Taìno - Navi Templari - Il braccio destro - Sulle tracce di Lucia Márquez
Rhona Dinsmore
Rifugio sotto attacco - Un ladro al mercato - Prova di forza - La fine di Flint
Antó
L'Assassino Maroon - Reclutare i Maroon - Sotto attacco - L'inganno del comandante
Vance Travers
Fratello, dove sei? - L'altro fratello - La pena di Upton - Regina dei pirati, re degli sciocchi
Contratti di assassinio
Il padrone della piantagione - Il posto di guardia - I mercanti di schiavi - Il giudice - I trafficanti di armi - Il capitano inglese
Falò sulla spiaggia - Un carico di polveri - Il comandante spagnolo - Mercante senza licenza - Basta tasse
Una fuga disastrosa - Il capitano pirata - I fuorilegge - Predatori di tombe - Un ultimo bicchiere - Naufragio - Il fratello indegno
I cacciatori - Il disertore - Fratelli coltelli - Il temuto pirata - La spedizione - Il padrone degli schiavi - Affari da schiavisti
L'informatore - Il cacciatore di tesori - Affari loschi - Il nascondiglio del contrabbandiere - Il covo del fuorilegge
Missioni navali
Occhio per occhio - La legge dell'oceano - Molestie spagnole - Alla deriva - Seta sull'acqua - Contrabbando
Scorta privata - Giustizia cieca - La realtà della guerra - Caccia grossa - Documenti, prego - Resistere alla tempesta
Covo del contrabbandiere - Una faccenda personale - L'ultimo contratto
Aveline
Il campo dei ribelli - Il forte - La torre
Grido di libertà
La quiete prima della tempesta - Un nemico comune - Il primo passo - Una nave tutta sua - Il velo squarciato
Una ricerca scientifica - Piantare semi - A fondo con la nave - La fine di de Fayet
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.