Assassin's Creed Wiki
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Ricordi.pngEraicon - AC2.png


Potresti aver cercato il ricordo Lupo travestito da agnello di Assassin's Creed: Brotherhood.

Lupi travestiti da agnelli è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[]

Ezio Auditore da Firenze si dirige verso Piazza del Duomo, dove i congiurati vogliono uccidere Lorenzo de' Medici e suo fratello Giuliano de' Medici. Nonostante i suoi sforzi, Ezio riesce a salvare e a portare al sicuro a Palazzo Medici solamente Lorenzo.

Dialoghi[]

Ezio Auditore da Firenze arriva a Santa Maria del Fiore, dove sa che Francesco de' Pazzi e gli altri congiurati hanno intenzione di assassinare Lorenzo de' Medici e suo fratello Giuliano de' Medici prima della messa.

  • Ezio: (Cercando tra la folla) Ecco Lorenzo e sua moglie.
    Ecco Giuliano, fratello di Lorenzo. Ma dov'è Francesco?

Ezio vede Francesco de' Pazzi uscire dalla folla e avvicinarsi a Giuliano de' Medici insieme a Bernardo Baroncelli.

  • Ezio: Eccolo là. È ora di colpire.

Bernardo Baroncelli si lancia verso Giuliano de' Medici armato di un pugnale.

Bernardo ferisce Giuliano alla gola.

  • Bernardo: Crepa, traditore!

Giuliano viene ferito alla gola da Bernardo e cade a terra. Si rialza velocemente e tenta di fuggire, ma viene fermato da Francesco de' Pazzi. In quel momento Lorenzo de' Medici, che stava parlando con due uomini nei pressi dell'entrata della chiesa, si accorge di ciò che sta accadendo e vede suo fratello in difficoltà.

  • Lorenzo: Giuliano! No!

Lorenzo prova ad intervenire in favore di suo fratello, ma viene colpito alla schiena dai due uomini con cui stava parlando, che si rivelano essere Stefano da Bagnone ed Antonio Maffei. Lorenzo cade a terra mente Francesco e Bernardo colpiscono nuovamente Giuliano, che cade a terra.

  • Giuliano: No! In nome di Dio, vi scongiuro! Pietà!

Francesco de' Pazzi si avvicina a Giuliano de' Medici e lo pugnala piu volte fino ad ucciderlo.

  • Francesco: Nessuna pietà! Cane maledetto! Muori! Muori! Muoriiii!

Nel frattempo Lorenzo de' Medici si rialza ed estrae la spada, mettendo in fuga Bernardo Baroncelli, Stefano da Bagnone ed Antonio Maffei.
Una volta morto Giuliano, Francesco de' Pazzi estrae la spada e si lancia contro Lorenzo de' Medici.

  • Francesco: Per te è finita ormai, Lorenzo! Tutta la tua famiglia è destinata a perire per mano mia!

Francesco attacca Lorenzo.

Alcune guardie fedeli ai congiurati corrono in aiuto di Francesco e circondano Lorenzo de' Medici.
Ezio scende in combattimento ed elimina tutti i soldati di Francesco, che, rimasto solo, fugge e si ritira.
Gli ultimi soldati rimasti attaccano Lorenzo, ma Ezio riesce ad eliminarli tutti.

  • Lorenzo: Ti... Ti devo la vita.
  • Ezio: Non è nulla. Ma l'uomo che v'ha fatto questo deve pagare.
  • Lorenzo: Non ora... Prima mi serve aiuto. Nella mia casa. Fra gente fidata... Puoi...?

Ezio accetta di aiutare Lorenzo a raggiungere la sua abitazione e iniziano a dirigersi verso Palazzo Medici.

  • Lorenzo: Sto perdendo molto sangue...
  • Ezio: Coraggio, signore. Vado più veloce che posso.

Avanzando verso Palazzo Medici, Ezio e Lorenzo passano attraverso diversi gruppi di soldati dei Medici che combattono con guardie fedeli ai congiurati.

  • Lorenzo: Francesco de' Pazzi! Lo ucciderò! Spazzerò via da questa città tutta la sua famiglia! Verranno annientati!
  • Ezio: Quietatevi, signore. Conservate le energie o dovrò consegnare un cadavere...
    Ci siamo quasi.

I due raggiungono il retro di Palazzo Medici ed Ezio bussa alla porta.

  • Ezio: Lorenzo è stato ferito! Aprite la porta!

La guardia alla porta risponde alla richiesta di Ezio.

  • Poliziano: Parola d'ordine!
  • Lorenzo: Poliziano! Apri questa maledetta porta!

Sentendo la voce di Lorenzo de' Medici, Poliziano apre subito la porta.

  • Poliziano: Per la Vergine Beata! Entrate, svelti! La città è in guerra! Presto!

Poliziano ed Ezio aiutano Lorenzo ad entrare nel Palazzo e a sedersi su una panca vicina alla porta. Una volta aiutato Lorenzo, Ezio si dirige verso l'uscita del Palazzo.

  • Lorenzo: Aspetta...

Ezio si ferma e si gira verso Lorenzo.

Lorenzo chiede l'aiuto di Ezio.

  • Lorenzo: Ti sono debitore. Dimmi. Perché mi hai aiutato?
  • Ezio: Non siete il solo a cui i Pazzi abbiano ucciso un fratello. Mi chiamo Ezio Auditore.
  • Lorenzo: Ah! Il figlio di Giovanni... Tuo padre era un brav'uomo. Conosceva l'onore. La lealtà.

Una guardia entra allarmata nel Palazzo.

  • Guardia: I Pazzi stanno assaltando il Palazzo della Signoria! Non riusciremo a respingerli a lungo!
  • Poliziano: No! Se riescono a entrare, uccideranno i nostri sostenitori e metteranno i loro cani al potere!
  • Lorenzo: E sarei sopravvissuto per nulla. Io devo...

Lorenzo prova ad alzarsi dalla panca ma, dopo aver capito di essere troppo affaticato per riuscire anche solo a stare in piedi, si risiede.

  • Lorenzo: (Smorfia di dolore)
    (Tenendo la mano ad Ezio) Francesco de' Pazzi... Aiutaci a salvare la città, Auditore... Uccidilo.

Ezio esce da Palazzo Medici per ottemperare alla richiesta di Lorenzo de' Medici.

Risultato[]

Ezio riesce a salvare Lorenzo de' Medici dall'attentato pianificato da Francesco de' Pazzi e dagli altri congiurati Templari.

Galleria[]

Ricordi principali
Sequenza 1: Beata ignoranza
Ragazzate - Dovresti vedere l'altro - Rivalità fraterna - Tenuta da notte - Fattorino - Pesta il traditore
Il segreto di Petruccio - Amico di famiglia - Consegna speciale - Uccellino in gabbia
Eredità di famiglia - L'ultimo rimasto
Sequenza 2: Piani di fuga
Sopravvivenza - L'asso nella manica - Giudice, giuria, boia - Latitanza - Arrivederci
Sequenza 3: Requiescat in pace
Assistenza stradale - Casa dolce casa - La pratica rende perfetti - Tutto torna - Cambiamento di piani
Sequenza 4: La congiura dei Pazzi
Teoria e pratica - Caccia alla Volpe - Ci si vede là - Conciliabolo segreto
Lupi travestiti da agnelli - Addio Francesco
Sequenza 5: Quel che rimane
Quattro bersagli - Una lama che punge - Manovre evasive
Urla dalla torre - Dietro le porte chiuse - L'abito non fa il monaco - Un tipo sfuggente - Con amici così...
Sequenza 6: Strada impervia
Un lungo viaggio - Vacanza in Romagna - Tutti a bordo
Sequenza 7: Il mercante di Venezia
Benvenuto - Resterà il segno - Elementi base - Guarda e impara - Balzi e rimbalzi
Evasione - Stratagemma - I panni sporchi... - Tutto passa
Sequenza 8: Il bisogno, pungolo dell'inventiva
Parenti serpenti - Se alla prima non va... - Chi non risica, non rosica - Chi ben comincia... - Battesimo dell'aria
Sequenza 9: Carnevale
Sapere è potere - Damigelle in pericolo - La suora saggia - Sono partiti! - Bandiera - Nastro annodato
I bari fanno una brutta fine - Esplosioni!
Sequenza 10: Forza maggiore
Una svolta spiacevole - Combattente in gabbia - Non si lascia nessuno indietro
In posizione - Due piccioni con una lama
Sequenza 11: Alter ego
Bisogna saper aspettare - Adattarsi
Sequenza 12: Forlì sotto attacco
Un caldo benvenuto - Guardia del corpo - Sotto assedio - Il padrino - La pelle dell'Orsi - Il pomo della discordia
Sequenza 13: Il Falò delle Vanità
Fiasco fiorentino - Natura morta - Scalare i ranghi - Ascesa sociale - Estremi conforti - Autorità portuale
Precisione chirurgica - Il tristo mietitore - Arcinemesi - Il giorno del giudizio
Potere al popolo - Giustizia popolare
Sequenza 14: Veni, vidi, vici
La X segna il posto - Nella tana del lupo
Luoghi segreti
Il segreto del Duomo - Il segreto della Torre Grossa - Il segreto di Ravaldino - Il segreto di San Marco
Il segreto della Visitazione - Rendere ossequio - Invasione domestica - Sopra le travi, sotto la pietra - Naufragato
Pestaggio
Una donna maltrattata - Il maritino licenzioso - Un cascamorto sul tetto - Pugni promiscui - L'infedeltà non paga
Corsa
Corsa a San Gimignano - Gara a Firenze - Gara romagnola - Corsa veneziana
Di corsa a San Marco - Al galoppo
Assassinio
Un giorno al mercato - Arcieri cadenti - Suicidio politico - Chi semina vento... - Il mercato delle pulci
Rifornimenti su richiesta - Scintille di una cospirazione - Arci-nemici - Un lavoro bagnato - Una lama tra la folla
Il sangue non è acqua - Tolleranza zero - Un ladro onorevole - Nulla da ridere - Un falso storico
Non sporcarti le mani - Spettacolo - Sfoltire i ranghi - Verso la luce - Ordine del giorno - Un ago in un pagliaio
Il capo branco - Missione di pace - Caveat emptor - Menar fendenti - Divieto di sosta - La morte è servita
Osserva e agisci - Come guastare una festa - Il cacciatore diventa preda
Consegna
Cerimonia nuziale - Il duro lavoro del messaggero - Consegna espressa - Un matrimonio perfetto - Sciupafemmine