Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Luoghi.png


Ezio attiva il meccanismo segreto della tomba dell'Assassino.

I luoghi segreti erano delle specifiche località, il cui ingresso era celato, che richiedevano una certa abilità nella corsa acrobatica e nella risoluzione degli enigmi per riuscire ad esplorarle completamente. Ognuno di questi luoghi nascosti custodiva inoltre al suo interno un importante tesoro, ottenibile solamente dopo averli esplorati del tutto, come armature o armi appartenute ad importanti Assassini o Templari del passato o semplicemente grosse somme di denaro.

Durante il Rinascimento, l'Assassino Ezio Auditore da Firenze esplorò alcuni luoghi segreti in alcune importanti città d'Italia e nella città di Costantinopoli. Successivamente, agli inizi del XVIII secolo, fu il pirata e Assassino Edward Kenway alcuni luoghi segreti nelle Indie occidentali. Agli inizi della seconda metà del XVIII secolo, fu il Templare Shay Cormac ad esplorare un forte nel nord Atlantico. Alla fine, nel decennio successivo, l'Assassino Ratonhnhaké:ton visitò alcune di queste località nascoste situate tra il nord America e il centro America.

Italia[]

Tombe degli Assassini[]

Ezio recupera il sigillo dalla tomba di Wei Yu.

Le tombe degli Assassini erano degli importanti edifici situati in Italia, ciascuno dei quali conteneva il sepolcro di un illustre Assassino del passato. All'interno di ogni sepolcro era custodito uno dei sei sigilli necessari per ottenere l'armatura di Altaïr, custodita nel santuario di Villa Auditore.[1]

La cripta della famiglia Auditore invece, oltre a custodire le spoglie di Domenico Auditore e suo figlio Renato, conteneva delle iscrizioni murarie che raccontavano la storia della casata.[1]

Nascondigli Templari[]

Ezio si nasconde dalle guardie Templari a Palazzo Medici.

I nascondigli Templari erano luoghi che custodivano al loro interno tesori che appartenevano all'Ordine dei Templari e finanziavano le loro attività.[1]

Palazzo Medici era, invece, la residenza a Firenze della famiglia Medici, che venne invasa nel 1479 da alcune guardie fedeli alla famiglia Pazzi intenzionate a rapire Lorenzo de' Medici.[1]

Roma[]

Tane di Romolo[]

Ezio nella tana dei Seguaci di Romolo di Palazzo Laterano.

Le tane di Romolo funsero, segretamente, da rifugio per i seguaci di Romolo ed erano dislocati in alcuni importanti edifici di Roma. All'interno di ogni tana era presente un piccolo santuario che custodiva una pergamena, parte del diario personale dell'Occulto Marco Giunio Bruto, e una chiave, necessaria per ottenere il tesoro dei seguaci di Romolo: l'armatura e la daga di Bruto.[2]

Nascondigli Templari[]

Questi nascondigli Templari avevano la medesima funzione a quelli presenti a Venezia.[2]

Costantinopoli[]

Chiavi di Masyaf[]

Ezio esplora le gallerie sotto la torre di Galata.

Le chiavi di Masyaf erano dei sigilli della memoria necessari per accedere alla biblioteca segreta del Mentore della Confraternita levantina degli Assassini, Altaïr Ibn-La'Ahad. Ognuna di queste chiavi era stata nascosta dai fratelli Polo in un preciso luogo nascosto di Costantinopoli, la cui posizione era indicata su delle mappe presenti su alcuni libri rari, anch'essi nascosti all'interno della città dai fratelli Polo.[3]

Altri[]

Trovando le pagine del diario di Ishak Pasha, Ezio Auditore scoprì che all'interno della moschea di Hagia Sophia erano custodite le spoglie del Mentore della Confraternita ottomana degli Assassini Ishak Pasha e la sua armatura ritenuta maledetta.[3]

Nelle prigioni di Costantinopoli era presente invece il sepolcro di Vlad Tepes, seppellito con la sua temuta spada. Ezio lo avrebbe scoperto tramite un tomo nella libreria di Sofia Sartor. Il suo accesso, inoltre, era a est dalla base della gilda degli Athingani.[3]

Indie occidentali[]

Isole[]

Tra il 1714 e il 1723, Edward Kenway attraccò con la sua nave, la Jackdaw, in tre isole differenti. In ogni isola, vi erano presenti degli importanti oggetti appartenuti a importanti pirati o corsari, predecessori o contemporanei a Edward. Nell'isola del Mistero, infatti, erano presenti importanti oggetti personali appartenuti all'amico di Edward, Stede Bonnet.[4]

Altri[]

Oceano Atlantico[]

Forti[]

Durante la guerra franco-indiana, Shay Cormac visitò fort de Sable, sotto il controllo di una banda affiliata agli Assassini. Qui, recuperò la famosa armatura del cavaliere Templare James Gunn.[5]

Nord e centro America[]

Tesoro di William Kidd[]

Ratonhnhaké:ton raggiunge il tempio Maya di Cerros.

Durante la fine del XVII secolo, il corsaro William Kidd nascose il suo tesoro in un luogo sconosciuto, frammentando in quattro parti la mappa su cui era segnato dove fosse. Ognuna delle quattro parti era stata affidata ad un marinaio della ciurma del capitano Kid, che se la portarono fino alla tomba. Portando i gingilli a Gamba di legno, Ratonhnhaké:ton scoprì i posti in cui avrebbe potuto trovare i pezzi della mappa.[6]

Altri[]

All'interno delle rovine Maya di Cerros era nascosta la spada corta del capitano Kidd.[6]

Curiosità[]

  • Ezio può trovare una grande figura a Santa Maria della Visitazione.
  • Nella tomba dell'Occulta Amunet presso la basilica di San Marco, gli stendardi mostravano chiaramente il sigillo velenoso, nonostante il suo sigillo di Assassino portasse il simbolo di un serpente. Ciò può essere spiegato dal fatto che il serpente usato da lei era velenoso.
  • Alexandre Amancio spiegò che il design dei luoghi segreti nacque a causa del fatto che all'epoca non si era in grado di consentire ai giocatori di entrare in luoghi così elaborati senza soluzione di continuità.[7]

Apparizioni[]

Fonti[]

Advertisement