Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
PL Ricercatore della verità Che cosa? Chi è Desmond? Non capisco!

Il titolo di quest'articolo è una congettura. Malgrado sia canonico, non esiste un nome ufficiale per il soggetto della pagina.

PL Furbo Ti aiuterò a scoprire la verità.

La pagina riporta le traduzioni ufficiali presenti nella versione in italiano di Assassin's Creed: Unity. Le pagine possono contenere vari errori di traduzione.

Lettere di Élise de la Serre

Lettere di Élise.

Le lettere di Élise de la Serre sono state delle lettere scritte dalla Templare Élise de la Serre durante la sua vita ed indirizzate sopratutto al suo amato, l'Assassino Arno Dorian. Dopo aver estorto con la forza il nascondiglio di François-Thomas Germain da Maximilien de Robespierre e prevedendo il peggio nello scontro contro il Gran Maestro usurpatore, Élise scrisse due lettere una la inviò ad Arno e l'altro all'ex Assassino Bernard Ruddock. Dopo la sua morte, le sue lettere e i suoi diari lasciati alla Maison Royale vennero ereditati da Arno Dorian.

Pagine del diario[]

In nome dei vecchi tempi

Parigi
23 settembre 1788

Caro Arno,
non credevo mi sarei annoiata così a Parigi. Riesci a crederci? La città più bella del mondo, e non faccio altro che leggere dalla mattina alla sera. È ancora peggio di quell'inverno a Strasburgo. Ti ricordi? Quando ha nevicato per una settimana ed eravamo bloccati in casa, e tutti i libri della biblioteca erano in tedesco... Convincemmo la cuoca che la casa era infestata dallo spettro di un antico guerriero franco, e la poverina si rifiutava di lasciare la cucina senza un rosario in una mano e una bibbia nell'altra!

Mi mancano quei giorni. Le cose che sto scoprendo sugli amici di mio padre, be'... Vorrei poterne parlare. Un giorno forse, ma non ora, e non per lettera. Ma mi mancano quei giorni. Mi manca la mia casa. Mi manchi tu. La prossima volta che papà verrà a Parigi, convincilo a portarti con lui!

Sempre tua,

Élise

La Confraternita

Oh, Arno, che cos'hai fatto? So che non ci siamo lasciati bene, ma passare dalla parte degli Assassini? Mio padre ha provato ad allontanarti da loro. Il loro Credo è come il vino: dolce al primo sorso, e in dosi moderate persino piacevole, ma se ne bevi troppo finisci sopraffatto dal delirio e dal caos.

Senza dubbio ti hanno riempito la testa di bugie su quanto sono cattivi i Templri, su come vogliono dominare il mondo e soggiogare l'intera umanità. Conosci mio padre, e conosci me: posso solo sperare che tu non di loro ascolto. Il mio Ordine mi si è rivoltato contro, i miei vecchi amici ora mi stanno braccando. Non posso tollerare che tu faccia lo stesso.

Con tutto il mio affetto,

Élise

Riunione

Caro Arno,

confesso che non so bene cosa scriverti. "È stato bello rivederti" suona come una banalità rispetto al tumulto che ha scosso il mio cuore. E sono così felice! Felice che gli Assassini non ti abbiano cambiato del tutto. Non dovrei stupirmene, forse. Non sei mai stato una persona malleabile.

Pare che siamo entrambi a un punto morto nell'indagine sull'omicidio di mio padre, ma forse insieme potremmo ottenere più che non da soli. Mi rallegra pensare che, anche dopo tanto tempo, diamo il meglio uniti che divisi.

Tua,

Élise

Il futuro

Mio caro Arno,

non riesco a credere a tutto ciò che è cambiato in questi tre anni. Le nostre strade si sono separate. Spesso ho temuto che ci saremmo allontanati per sempre, o che ci saremmo sfidati a duello come in uno di quei drammi da quattro soldi. Invece siamo qui, non più complici come i ragazzini di un tempo, ma neppure estranei.

Quando sarà finita, quando Germain sarà morto e mio padre vendicato, cosa succederà? Un Mentore Assassino e un Gran Maestro dei Templari? La storia si ripeterà, o avrà inizio una nuova era? Forgeremo un mondo nuovo, o ci ritireremo in campagna ad allevare capre? (Ti ci vedo ad allevare capre, ad arrampicarti sui picchi delle Alpi. Nessuna capra potrebbe sfuggirti!)

Non so cosa abbiano in serbo per noi i prossimi mesi e anni. So soltanto che rimarremo sempre Arno ed Élise, e questo mi basta e avanza.

Ti amo,

Élise

Il prezzo

Amore mio,

ti scrivo mentre ancora dormi. Se la luce ti svegliasse dovrei darti spiegazioni, ma per or sogni tranquillo. Domani è il gran giorno: la fine di una ricerc durata cinque anni, il compimento della nostra vendetta. Perché allora non riesco a zittire la parte di me che insinua che, quando sarà il momento, tu vacillerai?

Temo forse che non amassi mio padre quanto me? O temo che non vorrai vibrare il colpo letale? Non è questo. Ho solo paura che tunon possa permetterti di perdere altro. Ho paura che lasceresti la Francia in mano a Germain pur di salvarmi.

Pensi che io voglia essere salvata? Hai mai avuto ragione di credere che accetterei il tuo aiuto? Il mio destino mi appartiene. La scelta sarà solo mia.

Se dovessimo uscirne vivi, brucerò questa lettera. Se invece leggi queste parole, vuol dire che ho fatto la mia scelta nel Tempio. Sappi allora che l'ho fatta serenamente, e non darti la colpa di nulla. Vivi in pace, amore mio, lungo la strada che hai scelto.

Con amore,

Élise

Da aprirsi nell'eventualità della mia morte

Ruddock,
mi perdoni la mancanza di convenevoli ma temo di dover ricapitolre i miei sentimenti nei vostri confronti e l'esito è questo: non mi siete molto simpatico. Mi dispiace e mi rendo ben conto che possiate considerare questo mio annuncio non molto garbato, ma se state leggendo questa lettera, o avete ignorato le mie istruzioni, oppure io sono morta e in entrambi i casi non vedo perché voi o io dovremmo preoccuparci delle buone maniere.

Ora, nonostante i miei sentimenti verso di voi, apprezzo il vostro tentativo di fare ammenda per le vostre azioni e la vostra lealtà mi ha commossa. È per questa ragione che vi chiedo di mostrare questa lettera al mio amato Arno Dorian, Assassino lui stesso, e confido che vorrà considerarla come la mia testimonianza della vostra redenzione. Sennonché, dato che dubito molto che la parola di una Templare defunta sia sufficiente ingraziarvi la Fratellanza, ho ancora qualcos'altro per voi.

Arno, vorrei chiederti di trasmettere a Monsieur Ruddock le lettere di cui ti dirò, in maniera che possa servirsene per ottenere i favori degli Assassini nella speranza di essere reintegrato nel Credo. Monsieur Ruddock si renderà conto che con questo manifesto la mia fiducia in lui e la mia certezza che l'incarico verrà eseguito al più presto e che a questo scopo non richiederà nessun genere di verifica.

Arno, quanto segue di questa lettera è per te. Prego di poter tornare dal mio confronto con Germain e poter recuperare questa lettera da Ruddock, per strapparla e non doverci pensare più. Ma se la stai leggendo significa che innanzitutto la mia fiducia in Ruddock è stata ben riposta e in secondo luogo che sono morta.

Ho tante cose da dirti dall'aldilà e a questo scopo ti affido i miei diari, il più recente dei quali troverai nella mia bisaccia, mentre quelli precedenti sono in un nascondiglio insieme con le lettere duìi cui sopra. Se, quando ispezionerai il mio baule, arriverai alla triste conclusione che io non abbia avuto a cuore le lettere che mi hai spedito, sappi allora che potrai trovarne ragione nelle pagine dei miei diari. Troverai anche una collana che mi è stata donata da Jennifer Scott.

[...]

...ora giaccio naturalmente al Cimetière des Innocents e sono con i miei genitori, vicino a coloro che amo.

Ma chi ho amato più di tutti sei tu, Arno. Spero che tu capisca fino a che punto ti amo. Spero che tu ami me. E per concedermi l'onore di provare un'emozione così appagante, ti ringrazio.

Tua amata,

Élise

Carissimo Arno,
se stai leggendo questa mia, allora o la mia fiducia in Ruddock è stata ben riposta, o è stata la sua avidità a prevalere. In entrambi i casi hai i miei diari.

Ho fiducia che avendoli letti tu abbia potuto capire di me qualcosa di più e che tu sia più comprensivo sulle scelte che ho fatto. Spero che ora tu veda che ho condiviso le tue speranze di una tregua tra Assassini e Templari e a questo scopo ho un'ultim richiesta da rivolgerti, amore mio. Ti chiedo di esporre questi principi ai tuoi fratelli di Credo e di fare proseliti nel loro nome. E quando ti risponderanno che le tue idee sono fantasiose e ingenue, ricorda loro come tu e io abbiamo dimostrato che le differenze tra le nostre dottrine possono essere superate.

Ti prego di farlo per me, Arno. E pensa a me. Come io penserò a te fino a quando saremo di nuovo insieme.

Tua amata,

Élise

Curiosità[]

  • I documenti presenti nell'immagine del database sono in realtà tratti dalla missiva inviata a Robespierre da Marie-Joseph Chénier durante il ricordo "L'Essere Supremo". Infatti, mentre cercava prove incriminanti nella tenda di Robespierre, Arno trovò la lettera di Chénier in cui implorava l'Incorruttibile di risparmiare suo fratello, il poeta André Chénier.

Fonti[]

Advertisement