Eraicon - AC4.png


L'altro fratello è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Edward Kenway, rivissuta da un impiegato dell'Abstergo Entertainment nel 2013 attraverso l'Animus Omega.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Edward Kenway aiuta l'Assassino Upton Travers a spiare suo fratello Vance Travers per scoprire il perché del suo tradimento.

Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

Edward ritorna da Upton.

  • Upton: Temo che l'amore abbia completamente rimbecillito mio fratello.
  • Edward: Parti dall'inizio, amico.
  • Upton: Di recente abbiamo incontrato una donna formidabile: Jing Lang, una piratessa giunta dall'estremo Oriente
  • Edward: interessante.
  • Upton: Lei e Vance sono ormai inseparabili.
  • Edward: E perché mi ha detto che i tuoi uomini erano spie?
  • Upton: Be', per via del tesoro.
  • Edward: 8confuso) Eh?
  • Upton: Abbiamo una mappa, ma divisa in due. Vieni. Mi vedrò con lui. Se userai discrezione, potrai sentire tu stesso. Seguimi da lontano. Se ti vedono, sei la mia guardia del corpo. Ci sono molti ladri a tutto pur di avere anche solo metà della mappa. Vai, ora. Quando arriva, seguici.

Edward si separa dal suo compagno e si nasconde, mentre Upton attende l'arrivo del fratello.

  • Vance: Buondì fratello.
  • Upton: Buondì, "fratello". Se posso chiamarti tale.
  • Vance: Perché, come vorresti chiamarmi?
  • Upton: Estraneo, forse? Ormai non so più chi sei. Se le voci che girano in città sono degne di fede, pare proprio che tu abbia intenzione di uccidermi.
  • Vance: Upton, su! Non vorrai dare retta alle malelingue! Nassau è piccola. La gente qui trasforma ogni storia in melodramma.
  • Upton: È il dramma familiare che voglio evitare.
  • Vance: Giusto, fratello. Nulla lega più della famiglia. Se non gli affari, e sa il cielo se non abbiamo abbastanza affari in ballo tra noi!
  • Upton: Hai ragione, fratello. È proprio vero. E che grossi affari! Di sicuro nessuno di noi due vorrà mai rompere questo precario equilibrio.
  • Vance: Vero, vero. Ora dimmi. Ce l'hai con te?
  • Upton: Cosa? La metà della mappa, intendi?
  • Vance: La mappa, certo! Che altro se no?

Nel mentre Edward furtivamente uccide un ladro.

  • Upton: La mappa del tesoro? Intendi quella?
  • Vance: Proprio quella. Ho la mia. La tua dov'è?
  • Upton: Vance sai che per me dobbiamo proteggere il tesoro con ogni cautela.
  • Vance: Al contrario! Quella mappa va usata: con il tesoro, saremo liberi.
  • Upton: Allora faccio bene a tenerla. Al sicuro.
  • Vance: Non lo immagini proprio? Non ti immagini la vita lussuosa che ci aspetta quando lo troveremo?
  • Upton: Io non credo che...
  • Vance: Una tenuta Travers! E piantagioni! Basta con il contrabbando. Basta trasportare quei carichi. Basta rischi. Perché non farlo?

Edward, intanto, uccide un altro ladro, senza farsi vedere.

Edward uccide un ladro.

  • Upton: Ma Vance, sei sicuro che andrà tutto come credi?
  • Vance: Cosa vuoi dire? Che stai insinuando?
  • Upton: Io non insinuo, te lo chiedo solo! Ti immagini Jing come padrona di casa? A gestire gli schiavi, a fare figli?
  • Vance: Perché non dovrei? Dubiti del suo amore? Non è degna?
  • Upton: Non è questo. La conosci meglio di me, e sai bene che è una donna d'azione. Che ama il mare, e le sfide. Come si adatterà alla quieta vita domestica?
  • Vance: Jing non è certo affar tuo.
  • Upton: Vance, tu intendi sposarla?
  • Vance: Certo!
  • Upton: Mi addolora dirtelo, ma non credo che lei acconsentirà.
  • Vance: Eh? Pensi di conoscere così bene il suo cuore?
  • Upton: In aggiunta alla sua natura, io non credo affatto che sia chi dice di essere.
  • Vance: Sei geloso!
  • Upton: Geloso? No...
  • Vance: Sì!
  • Upton: Mi preoccupo solo per te, fratello.
  • Vance: Sei sempre stato il figlio perfetto, il preferito. Non sopporti che lei abbia donato il suo cuore a me, senza nemmeno degnarti di uno sguardo! Tu la detesti!
  • Upton: Non la detesto. Ma non mi piace.
  • Vance: Ascoltami bene: la sposerò. Ti ucciderò, se devo, e avrò la tua metà della mappa. Così il mondo saprà chi di noi due vale di più! Addio, fratello!

I due fratelli si separano e Edward comincia a seguire Vance, che lo porta da Jing. Lì, Edward comincia a pedinarli.

Edward pedina Vance e Jing.

  • Vance: Mia cara!
  • Jing: Hai già la mappa?
  • Vance: Non ancora, non ancora.
  • Jing: Che cosa dirò al mio Ordine? Non saremo liberi finché non l'avrò! Lo sai!
  • Vance: Sistemerò tutto. Dammi tempo.
  • Jing: Ancora? La lealtà ti rende debole Vance. Forse non sei abbastanza uomo da capirlo.
  • Vance: Tesoro mio, è quasi fatta. Ho pagato un uomo. A breve la vita di Upton finirà e la mappa sarà nostra.
  • Jing: Hai pagato un uomo? Nella vostra Bibbia, Caino paga un uomo' No! Caino ERA un uomo! "Viene nel campo." disse ad Abele, e poi lo uccise. Non chiese ad un altro di brandire l'ascia al suo posto!
  • Vance: Ma non aveva tanti testimoni come me a Nassau. Fidati. Sta agendo ora.
  • Jing: In questo momento?
  • Vance: Nulla potrà salvarlo.

Edward lascia il pedinamento dei due e corre subito da Upton, dove uccide il suo assalitore.

  • Upton: (confuso e spaventato) Edward?
  • Edward: Mi sa che ti ho salvato la vita, amico.
  • Upton: Vance! Ha detto che mi ucciderà! Credevo fosse l'ira. È mio fratello! Nonostante le tue parole, speravo ancora di sbagliarmi.
  • Edward: Sei al sicuro, per ora. Ma forse allontanarti da Nassau potrebbe farti bene.

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Edward conferma il tradimento di Vance, apprende della saua burattinaia Jing Lang e salva la vita ad Upton.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

L'altro fratello 1.png
L'altro fratello 2.png
L'altro fratello 4.png
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.