FANDOM


Eraicon - AssassiniEraicon-Origins

Kashta è stato un membro degli Occulti, che operarono sotto la guida dell'Occulta Tahira nel Sinai, in Egitto, durante il regno di Cleopatra.

Biografia

Nel 38 a.C., Bayek, Mentore degli Occulti, riuscì ad assassinare i tre luogotenenti del Generale Rufio: Tacito, Ampelio e Ptahmose. Successivamente, Bayek si trovò con Tahira nel covo del Sinai, ma Kashta li interruppe avvertendoli che i Romani li stavano attaccando bruciando il rifugio. Dato che i Romani circondarono l'ingresso principale, i tre Occulti cercarono di fuggire dal passaggio segreto, inconsapevoli che i Romani li stavano aspettando. Catturati, i Romani imprigionarono Tahira, che a causa dell'incendio aveva subito gravi bruciature, e Kashta nella tana del leone a Forte Clostra, mentre Bayek fu crocifisso. Amunet, Mentore degli Occulti, liberò Bayek ed insieme a lui liberò gli altri due Occulti imprigionati a Forte Clostra. Più tardi, fuggirono tra le montagne in un accampamento provvisorio. Arrivati lì, Tahira non riuscì a sopravvivere a causa delle troppe ferite innescando una serie di emozioni irrazionali al suo confratello Kashta, pronto ad uccidere per vendicarsi, ma venne subito calmato da Amunet. Quest'ultima gli ordinò di dare una giusta sepoltura a Tahira mentre lei e Bayek avrebbero pensato a Rufio.

Dopo la morte di Rufio, i due Mentori degli Occulti riunirono i propri confratelli nel loro nuovo covo della regione, situato in una grotta alle spalle di Arsinoe, e annunciarono anche lo sviluppo del loro Credo.

Fonti

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.