Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Hancock: È il momento di restare uniti.
Franklin: Già, dobbiamo sempre stare uniti. Altrimenti finiremmo sulla forca uno per uno.
―John e Benjamin Franklin firmano la Dichiarazione d'indipendenza, 1776[src]

John Hancok (23 gennaio 1737 - 8 ottobre 1793) è stato un mercante, patriota e statista americano, nonché uno dei padri fondatori degli Stati Uniti d'America. Inoltre, fu la prima persona a firmare la dichiarazione d'indipendenza, la cui ampia ed elegante firma è talmente nota che "John Hancock" è sinonimo di firma nello slang americano.

Storia[]

Nato il 23 gennaio 1737 nella colonia inglese del Massachussets. Suo padre, il reverendo John Hancock Jr., morì quando era ancora piccolo e John andò a vivere con il facoltoso zio, Thomas, a Beacon Hill. Quando anche lo zio morì nel 1764, John Hancock ereditò la sua florida società di spedizioni.[1]

Ben presto si costruì un'ottima fama di abile uomo d'affari, tuttavia ci furono accuse che arrotondasse con il contrabbando. Infatti, nel 1768, gli inglesi confiscarono il suo sloop, HMS Liberty, con l'accusa di contrabbando. Tuttavia, tale azione non fece altro che aumentare le tensioni tra l'autorità britannica e i coloniali, che vide quest'ultimi bruciare lo sloop come forma di sfida.[1]

Comunque, questo evento non fece altro che avvicinare sempre più Hancock nella causa coloniale, alla quale già simpatizzava apertamente dopo la pubblicazione dello Stamp Act nel 1764. Alla fine, Hancock fu tra i principali istigatori del Boston Tea Party.[1]

Politico durante la guerra[]

Nel 1774, John Hancock fu eletto per sostituire James Bowdoin come delegato presso il Secondo congresso continentale. Tuttavia, prima che potesse raggiungere Philadelphia, venne rieletto presidente al Congresso provinciale del Massachusetts nel febbraio 1775. Tali ruoli lo portarono ad ottenere una grande influenza nel Massachusetts e a rappresentare una minaccia per gli inglesi.[1]

Ritenendo pericoloso la permanenza a Boston, Hancock e Samuel Adams decisero di alloggiare temporaneamente alla casa Hancock-Clarke a Lexington, allora di proprietà del reverendo Clarke. Quindi, il maggiore John Pitcairn fu incaricato di preparare un attacco a Lexington, con l'intenzione di arrestare Hancock ed Adams e prevenire lo scoppio di una guerra.[2]

Il 18 aprile 1775, Hancock ed Adams vennero raggiunti da William Dawes, il quale li avvertì dell'arrivo delle truppe inglesi con l'ordine di arrestarli. Poco dopo, giunsero anche Paul Revere e l'Assassino Connor con i medesimi intenti di Dawes. A differenza di Dawes, Connor affermò che Pitcairn aveva intenzione di ucciderli. Nonostante ciò, Hancock era riluttante ad andarsene, in quanto voleva combattere al fianco della milizia di John Parker.[2]

Successivamente, gli scontri a Lexington e Concord comportarono l'inizio della guerra e, subito dopo, all'assedio di Boston.[3] Poco dopo l'inizio dell'assedio, Hancock venne eletto presidente del Secondo congresso. Il conseguente successo dell'assedio, comportò un'euforia generale che aiutarono a redigere e firmare la dichiarazione d'indipendenza delle tredici colonie. In qualità di presidente, Hancock fu il primo a poter firmare la dichiarazione seguito dagli altri membri del congresso. In questa occasione, Hancock ebbe l'occasione di rincontrare l'Assassino Connor.[4]

Apparizioni[]

Fonti[]

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Assassin's Creed III - Database: John Hancock
  2. 2,0 2,1 Assassin's Creed III - La cavalcata notturna
  3. Assassin's Creed III - Database: Assedio di Boston
  4. Assassin's Creed III - Esecuzione pubblica

Advertisement