Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
"Be', è molto intelligente e ambizioso. La sua abilità nella navigazione non conosce rivali! E se la mia cameriera di Halifax preferita dice il vero, è appena diventato capitano di fregata. È anche un esperto nel decifrare codici segreti. Un uomo così abile sarà senz'altro utile alla nostra causa."
―Christopher Gist descrive Cook a Shay, 1758[src]

James Cook (7 novembre 1728 – 14 febbraio 1779) è stato un esploratore, cartografo e navigatore inglese, nonché un inconsapevole alleato dell'Ordine dei Templari, collaborando più volte con il rito coloniale durante la guerra franco-indiana. Durante tale guerra, prestò servizio come capitano dell'HMS Pembroke, un vascello della Royal Navy, partecipando all'assedio di Louisbourg e di Québec e alla battaglia della piana di Abraham.

Biografia[]

Primi anni di vita[]

James Cook nacque il 7 novembre 1728 nel villaggio di Marton nello Yorkshire, secondo di otto figli. Nel 1745, si trasferì nel villaggio di pescatori di Staithes, dove intraprese un apprendistato su un mercantile. Durante questo periodo, Cook studiò algebra, geometria, navigazione e astronomia, certo che gli sarebbero tornati utili in futuro.[1]

Guerra franco-indiana[]

Cook: Direi che navigare con voi è sempre... interessante.
Gist: Già finiamo sempre nei guai, è vero.
―Cook sulle sue avventure con Shay e Gist, 1760[src]

Dopo aver rapidamente scalato i ranghi all'interno della marina mercantile, Cook si arruolò come volontario nella Royal Navy, nella quale prese parte alla guerra franco-indiana.[1] Alla fine del 1757, fu nominato comandante della HMS Pembroke e inviato nelle colonie, dove conobbe l'uomo di frontiera e Templare Christopher Gist. Sebbene Gist e i suoi compagni Templari considerassero Cook una risorsa preziosa per la loro causa, decisero di tenerlo all'oscuro riguardo all'esistenza dell'Ordine a causa del carattere molto onesto dell'uomo che non gli permetteva di mantenere adeguatamente i segreti.[2]

Vascello 5

Cook viene presentato a Shay Cormac.

Nel giugno del 1758, Cook scoprì che i francesi erano venuti a conoscenza che una flotta della Royal Navy si apprestava a lanciare un attacco alla loro fortezza a Louisbourg ed erano intenzionati di eseguire un attacco preventivo per sconfiggere sul nascere qualsiasi proposito offensivo degli inglesi. Una volta informati, Cook e i suoi alleati partirono per sconfiggere la marina francese, con Shay Cormac che prese il timone della HMS Pembroke. Durante la battaglia, riuscirono ad uscire vittoriosi nonostante la superiorità di fuoco mostrata dalla flotta francese, oltre all'arrivo di ulteriori navi di rinforzo come i brulotti guidati dall'Assassino Adéwalé, al timone della Experto Crede. Tuttavia, Adéwalé si era ritirato prima della fine dello scontro, quindi i Templari non poterono sfruttare l'occasione per ucciderlo. Con questa vittoria, la Royal Navy poté proseguire senza ostacoli il suo viaggio e lanciare l'offensiva a Louisbourg.[2]

Dopo l'assedio di Louisbourg, Cook venne contattato per rintracciare Adéwalé dal Gran Maestro Haytham Kenway, il quale era intenzionato a eliminare una volta per tutte il leggendario Assassino. Riuscito in questo sforzo, Cook informò i suoi amici che il loro obiettivo stava risiedendo nel forte francese di Île des Pins, dopodiché se ne andò.[3] L'anno successivo, Cook partecipò all'assedio della città di Quebéc e alla battaglia della piana di Abraham. Durante questo periodo, iniziò anche a mappare la costa di Terranova, cosa che gli attirò le attenzioni dell'Ammiragliato e della Royal Society, e funse da trampolino da lancio per la sua carriera di esploratore.[1]

La nostra è l'unica legge 1

Cook e Shay a Percé.

Poco tempo dopo, Cook si incontrò a Percé con Shay. Qui, gli venne chiesto da Shay se sapesse qualcosa su Louis-Joseph Gaultier, Chevalier de la Vérendrye, ma Cook rispose che lo conosceva per la sua fama e quella della sua famiglia e che era a conoscenza del fatto che fosse partito solo pochi giorni fa verso est, facendo rotta per Anticosti. Inoltre, Cook informò il suo amico che presto avrebbe fatto rotta per la baia della Concezione, in caso lo avesse cercato in futuro per qualsiasi aiuto.[4] Infatti, Shay richiese il suo aiuto poco tempo dopo chiedendogli di decifrare delle mappe crittografate di de la Vérendrye, in cui erano descritte nel dettaglio la rotta che quest'ultimo doveva percorrere.[5]

Cook accettò la richiesta di Shay di unirsi a quest'ultimo e a Gist sulla Morrigan per rintracciare de la Vérendrye, poiché egli avrebbe guidato direttamente i due Templari dal loro bersaglio senza dover tracciare una mappa, risparmiando di conseguenza tempo prezioso. Successivamente, furono coinvolti in un'ardua battaglia contro la flotta degli Assassini e il vascello di de la Vérendrye, la Gerfaut, riuscendo infine ad uscirne vittoriosi.[5]

Fuoco freddo 8

Cook sospetta la reale fedeltà di Shay e Gist.

Dopo che de la Vérendrye fu eliminato, Cook si chiese se Shay Cormac e Gist facessero parte di un'organizzazione, ma erroneamente suppose che essi fossero dell'Ammiragliato, quindi che prendessero ordini direttamente dal re piuttosto che facenti parte di un'organizzazione segreta. Prima che Cook partisse, Shay gli diede le mappe di de la Vérendrye e gli promise che "loro" lo avrebbero contattato a proposito di nuovi viaggi in futuro.[5]

Alla ricerca del passaggio a nord-ovest[]

Dopo diversi viaggi, Cook venne congedato, ma nel 1776 si offrì volontario per il nuovo viaggio atto a trovare il passaggio a nord-ovest, una rotta marittima che collegava gli oceani Atlantico e Pacifico, ricercata da secoli. Tuttavia, nonostante la sua esperienza maturata e le sue ricerche ben approfondite, Cook fallì nella sua missione, incontrando solo iceberg.[6]

Caratteristiche e personalità[]

"Ha il brutto vizio di essere onestissimo e non è molto famoso per la sua furbizia. Non riesce a mantenere le questioni segrete... segrete, soprattutto quando ha il cervello impegnato a decifrare i codici."
―Gist descrive James Cook a Shay, 1758[src]

Nonostante fosse un navigatore tanto abile quanto intelligente, Cook rimase comunque un uomo dal carattere umile. Tuttavia, quando si trattava di navigare, non si accontentava semplicemente di viaggiare in aree già esplorate e mappate, come le Indie occidentali. Cook dimostrò un'innata passione per l'esplorazione di territori inesplorati, come dimostrato dal suo interesse quando Shay menzionò la possibilità che esistesse una massa continentale si trovasse a est del Madagascar e a sud di Giappone e Cina.[5]

Sebbene amabile e sempre pronto ad aiutare Shay ogni volta che i due si incrociavano, secondo quanto riferito era totalmente incapace di mantenere i segreti, soprattutto quando era impegnato a decifrare codici. Questa sua mancata competenza in materia di inganno fu la ragione principale per cui Gist e gli altri Templari decisero di tenere il capitano all'oscuro riguardo alla loro vera fedeltà.[2]

Galleria[]

Apparizioni[]

Fonti[]

  1. 1,0 1,1 1,2 Assassin's Creed: Rogue - Database: James Cook
  2. 2,0 2,1 2,2 Assassin's Creed: Rogue - Vascello
  3. Assassin's Creed: Rogue - Spavalderia
  4. Assassin's Creed: Rogue - La nostra è l'unica legge
  5. 5,0 5,1 5,2 5,3 Assassin's Creed: Rogue - Fuoco freddo
  6. Assassin's Creed: Rogue - La Guida Ufficiale Completa

Advertisement