Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Ricordi.pngEraicon - AC2.png


Invasione domestica è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[]

Nel 1479, Ezio Auditore da Firenze torna nella città natale per informare Lorenzo de' Medici dei progressi fatti nella caccia ai Templari che hanno partecipato alla congiura dei Pazzi. Dopo essere entrato a Palazzo Medici, l'Assassino scopre che delle guardie fedeli alla famiglia Pazzi si sono introdotte nel palazzo per uccidere il Magnifico. Così Ezio uccide tutte le guardie, salvando Lorenzo.

Dialoghi[]

Ezio Auditore da Firenze entra a Palazzo Medici. Dopo aver raggiunto il cortile interno, nota dei cadaveri.

  • Ezio: (Esaminando un cadavere) Che è successo qui?

Ezio guarda intorno a sé.

  • Ezio: (Urlando) Signor de' Medici?

Tre guardie fedeli alla famiglia Pazzi entrano nel cortile.

  • Capitano 1: Lorenzo al momento è indisposto. Ehi! Tu sei quello che ha ucciso Francesco de' Pazzi! Guardie, prendetelo!
  • Guardia 1: Con piacere!

Ezio uccide le tre guardie. Poi riesce ad entrare al piano terra del palazzo. Dopo aver azionato un meccanismo, trova un passaggio segreto che lo porta nella Cappella dei Magi, al primo piano del palazzo.
Dopo essersi avvicinato all'uscita della cappella, nota un gruppo di guardie e si nasconde dietro a una porta.

  • Capitano 2: Ho sentito un rumore di là. Su, è ora di meritarsi la paga. Voglio metà di voi a perlustrare il cortile, gli altri con me a perlustrare la cappella.
  • Guardia 2: Sì, capitano.
  • Capitano 2: Quindi controlliamo i passaggi segreti.
  • Guardia 2: Ma... e Lorenzo?
  • Capitano 2: Ormai Lorenzo è bello che morto.

Ezio uccide le guardie rimaste nel corridoio ed esce da una finestra, riuscendo poi a entrare nel palazzo da un'altra finestra aperta. Dopo aver attraversato diverse sale del primo piano, uccidendo le guardie presenti, raggiunge il secondo piano.
Nella sala in cui è entrato l'Assassino trova diverse guardie che stanno cercando il Magnifico.

Ezio si nasconde dalle guardie.

  • Bruto 1: Lorenzo! Porca vacca! Qualcuno trovi il modo di entrare là dentro!
  • Capitano 3: (Alle guardie presenti) Avete sentito?
    (A due guardie) Voi due, trovate una scala!

Ezio entra nella sala da letto per azionare un meccanismo.

  • Bruto 1: Che cosa fanno con quella scala?
  • Bruto 2: Lorenzo non vuole uscire.
  • Capitano 3: Perché ci impiegano tanto?
  • Bruto 1: Se voi due non aveste fatto tanto canaio non ci avrebbe sentito arrivare.
  • Bruto 2: Guarda che sei stato tu a far baccano.
  • Capitano 3: Voi altri! Fatevi gli affari vostri e continuate a fare la guardia.

Ezio aziona il meccanismo, che fa aprire la porta della camera da letto e l'ingresso di un passaggio segreto.

  • Guardia 3: È aperta!
  • Guardia 4: Avete sentito? Veniva dalla camera da letto.
  • Bruto: Chiunque l'abbia aperta, deve essere lì dentro.
  • Capitano 3: C'è un intruso nella camera da letto. Andate a ucciderlo.
  • Guardia 4: Sì, capitano.

Ezio uccide le guardie e entra nel nascondiglio segreto di Lorenzo de' Medici.

Ezio trova il rifugio di Lorenzo de' Medici.

  • Lorenzo: Sta' indietro!
  • Ezio: Abbassate la spada, signor de' Medici. Sono io.
  • Lorenzo: Ezio Auditore. Mi hai salvato di nuovo. Prima mi entrano in chiesa, ora in casa.
  • Ezio: Darò loro la caccia. Non si avvicineranno mai più a voi.
  • Lorenzo: Guardati intorno. Questa è una delle mie stanza del tesoro. Puoi prendere tutto ciò che vuoi, la mia vita vale assai di più delle monete d'oro. Confido che i miei appartamenti siano sicuri ora.
  • Ezio: Sì, signore. Grazie per questo graditissimo dono. Devo andare, ma tornerò da voi quando tutti i Pazzi saranno morti.
  • Lorenzo: Non dimenticherò ciò che hai fatto per me. Buona fortuna.

Ezio, dopo aver prelevato del denaro dallo scrigno presente nella stanza, esce da Palazzo Medici.

Risultato[]

Ezio salva Lorenzo de' Medici dalle guardie dei Pazzi che volevano ucciderlo.

Curiosità[]

  • Nella versione italiana del ricordo vi è un errore nei dialoghi. Nelle ultime battute tra Ezio e Lorenzo, le frasi del Magnifico sono in ritardo e vengono tagliate, rendendo difficile capire ciò che dice.

Galleria[]

Ricordi principali
Sequenza 1: Beata ignoranza
Ragazzate - Dovresti vedere l'altro - Rivalità fraterna - Tenuta da notte - Fattorino - Pesta il traditore
Il segreto di Petruccio - Amico di famiglia - Consegna speciale - Uccellino in gabbia
Eredità di famiglia - L'ultimo rimasto
Sequenza 2: Piani di fuga
Sopravvivenza - L'asso nella manica - Giudice, giuria, boia - Latitanza - Arrivederci
Sequenza 3: Requiescat in pace
Assistenza stradale - Casa dolce casa - La pratica rende perfetti - Tutto torna - Cambiamento di piani
Sequenza 4: La congiura dei Pazzi
Teoria e pratica - Caccia alla Volpe - Ci si vede là - Conciliabolo segreto
Lupi travestiti da agnelli - Addio Francesco
Sequenza 5: Quel che rimane
Quattro bersagli - Una lama che punge - Manovre evasive - Urla dalla torre
Dietro le porte chiuse - Un tipo sfuggente - L'abito non fa il monaco - Con amici così...
Sequenza 6: Strada impervia
Un lungo viaggio - Vacanza in Romagna - Tutti a bordo
Sequenza 7: Il mercante di Venezia
Benvenuto - Resterà il segno - Elementi base - Guarda e impara - Balzi e rimbalzi
Evasione - Stratagemma - I panni sporchi... - Tutto passa
Sequenza 8: Il bisogno, pungolo dell'inventiva
Parenti serpenti - Se alla prima non va... - Chi non risica, non rosica - Chi ben comincia... - Battesimo dell'aria
Sequenza 9: Carnevale
Sapere è potere - Damigelle in pericolo - La suora saggia - Sono partiti! - Bandiera - Nastro annodato
I bari fanno una brutta fine - Esplosioni!
Sequenza 10: Forza maggiore
Una svolta spiacevole - Combattente in gabbia - Non si lascia nessuno indietro
In posizione - Due piccioni con una lama
Sequenza 11: Alter ego
Bisogna saper aspettare - Adattarsi
Sequenza 12: Forlì sotto attacco
Un caldo benvenuto - Guardia del corpo - Sotto assedio - Il padrino - La pelle dell'Orsi - Il pomo della discordia
Sequenza 13: Il Falò delle Vanità
Fiasco fiorentino - Natura morta - Scalare i ranghi - Ascesa sociale - Estremi conforti - Autorità portuale
Precisione chirurgica - Il tristo mietitore - Arcinemesi - Il giorno del giudizio
Potere al popolo - Giustizia popolare
Sequenza 14: Veni, vidi, vici
La X segna il posto - Nella tana del lupo
Luoghi segreti
Il segreto del Duomo - Il segreto della Torre Grossa - Il segreto di Ravaldino - Il segreto di San Marco
Il segreto della Visitazione - Rendere ossequio - Invasione domestica - Sopra le travi, sotto la pietra - Naufragato
Pestaggio
Una donna maltrattata - Il maritino licenzioso - Un cascamorto sul tetto - Pugni promiscui - L'infedeltà non paga
Corsa
Corsa a San Gimignano - Gara a Firenze - Gara romagnola - Corsa veneziana
Di corsa a San Marco - Al galoppo
Assassinio
Un giorno al mercato - Arcieri cadenti - Suicidio politico - Chi semina vento... - Il mercato delle pulci
Rifornimenti su richiesta - Scintille di una cospirazione - Arci-nemici - Un lavoro bagnato - Una lama tra la folla
Il sangue non è acqua - Tolleranza zero - Un ladro onorevole - Nulla da ridere - Un falso storico
Non sporcarti le mani - Spettacolo - Sfoltire i ranghi - Verso la luce - Ordine del giorno - Un ago in un pagliaio
Il capo branco - Missione di pace - Caveat emptor - Menar fendenti - Divieto di sosta - La morte è servita
Osserva e agisci - Come guastare una festa - Il cacciatore diventa preda
Consegna
Cerimonia nuziale - Il duro lavoro del messaggero - Consegna espressa - Un matrimonio perfetto - Sciupafemmine
Advertisement