Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Ricordi.pngEraicon - Brotherhood.png


Infiltrazione è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[]

Ezio Auditore da Firenze si introduce a Castel Sant'Angelo, nel tentativo di assassinare Rodrigo Borgia e Cesare Borgia. Anche se non riesce ad uccidere i suoi nemici, trova la cella di Caterina Sforza.

Dialoghi[]

Ezio Auditore da Firenze arriva nei pressi di Ponte Sant'Angelo e vede Lucrezia Borgia scendere dalla sua carrozza in compagnia di alcune guardie, che tengono prigioniera Caterina Sforza. Una volta scesa dalla carrozza, Lucrezia si rivolge ai cittadini presenti nei pressi del ponte.

  • Lucrezia: Salve, cittadini di Roma! Ammirate questo splendido spettacolo! Caterina Sforza, gran puttana di Forlì, finalmente è stata messa in ginocchio!
  • Caterina: Nessuno può scendere più in basso di Lucrezia Borgia! Chi ti ha ridotta così? Tuo fratello o tuo padre? Forse entrambi? Magari contemporaneamente?
  • Lucrezia: (Tirando uno schiaffo a Caterina) Chiudi la bocca! Nessuno può ingiuriare i Borgia!
    (Ai cittadini di Roma) Lo stesso accadrà a chi intende opporsi a noi!
  • Caterina: Popolo di Roma, sii forte! La tua ora arriverà e sarai libero, lo giuro!

Caterina viene portata via. Ezio, che ha osservato tutta la scena, si rivolge a Niccolò Machiavelli.

  • Ezio: Intendono torturarla.
  • Machiavelli: Tu sei qui per Cesare e Rodrigo.
  • Ezio: Caterina è un potente alleato. Se la aiutiamo ora che è debole, saprà esserci riconoscente.
  • Machiavelli: Forse. Ma prima uccidi Cesare e Rodrigo.

Ezio attraversa il fiume Tevere e riesce ad introdursi a Castel Sant'Angelo.
Ad un certo punto, da un bastione, riesce a spiare una discussione tra Cesare Borgia e i suoi alleati, Octavian de Valois, Juan Borgia il Maggiore e Micheletto Corella.

Cesare parla con i suoi alleati.

  • Cesare: Al diavolo il Papa, voi rispondete solo a me. Roma è la colonna che tiene in piedi tutta la nostra impresa. Non può vacillare; e nemmeno voi.
  • Octavian: E il Vaticano?
  • Cesare: Quei vecchietti stanchi? Fingete di assecondarli, presto non ne avremo più bisogno.

Cesare lascia i suoi alleati da soli.

  • Juan: Ci ha lasciato Roma.
  • Micheletto: È in ottime mani.

Ezio scala le pareti interne del Castello per cercare un modo per entrarvi.
Ad un certo punto, da una finestra, riesce ad ascoltare una conversazione tra Lucrezia e Cesare.

  • Lucrezia: Cesare.
  • Cesare: Lucrezia.

I due si scambiano un bacio.

Cesare e Lucrezia si scambiano un bacio.

  • Cesare: Sei stata cortese con la nostra ospite?
  • Lucrezia: Quella boccaccia... Come vorrei cuciglierla.
  • Cesare: A me piace aperta, invece.
  • Lucrezia: Oh?
  • Cesare: (Risata) Hai parlato con il Papa dei fondi richiesti dal mio banchiere?
  • Lucrezia: Non si trova al Castello, e bisognerà convincerlo quando sarà di ritorno.
  • Cesare: Questo non sarà un problema, vero?
  • Lucrezia: No. Però... qui mi sento sola. Io e te stiamo così poco insieme ultimamente. Sei così impegnato con le altre conquiste che-
  • Cesare: (Interrompendo la sorella) Presto, non appena salirò sul trono d'Italia, tu diventerai la mia regina, e la solitudine sarà per te solo un ricordo.
  • Lucrezia: (Sospiro) Non vedo l'ora.
  • Cesare: Comportati bene in mia assenza.

Cesare lascia Lucrezia da sola.
Ezio continua la sua scalata verso la cima del Castello.
Ad un tratto, sente la voce di una guardia alla porta principale della fortezza.

  • Soldato: Aprite! Il comandate in capo sta partendo per Urbino! Buona fortuna a voi, Cesare.

Cesare lascia Castel Sant'Angelo e si dirige ad Urbino.

  • Ezio: Ho l'impressione che Machiavelli resterà molto deluso.

Ezio continua a scalare le mura interne, fino a raggiungere la finestra della cella di Caterina, attraverso cui assiste ad una discussione tra la amica e Lucrezia Borgia.

  • Lucrezia: (Al soldato di guardia alla cella) Apri la cella!

Lucrezia, entrando nella cella, prende una sbarra di ferro e si avvicina a Caterina.

  • Lucrezia: (A Caterina) Com'è stato il viaggio a Roma? Eri nella carrozza privata di Cesare?
  • Caterina: Sei patetica, Lucrezia.

Lucrezia spinge Caterina a terra.

Lucrezia malmena Caterina.

  • Lucrezia: Di che ti ha parlato? Dei suoi piani per Napoli? Ti sono piaciuti?
  • Caterina: Non me ne ricordo.
  • Lucrezia: Forse ricorderai questo.

Lucrezia colpisce Caterina con la sbarra di ferro.

  • Lucrezia: Così impari ad alzare la cresta.

Lucrezia esce dalla cella di Caterina.

  • Lucrezia: (Al soldato di guardia alla cella) Rinchiudila e portami la chiave.

La guardia chiude la cella e consegna la chiave a Lucrezia, che lascia le prigioni.
Ezio riesce ad entrare nel Castello e raggiunge le prigioni, dove Caterina distrae le due guardie che la sorvegliano.

  • Caterina: Oh, la schiena. Vi imploro, portatemi quella caraffa d'acqua. Da sola non ce la faccio.
  • Guardia: (Sarcasticamente) Posso portarvi altro, principessa?

Grazie al diversivo creato da Caterina, Ezio si avvicina ed assassina le due guardie.

Risultato[]

Ezio non trova né Rodrigo né Cesare Borgia e non sa dove sia custodita la Mela dell'Eden. Tuttavia riesce a trovare Caterina Sforza.

Galleria[]

Ricordi principali
Sequenza 1: Pace agognata
Ite missa est - Ritorno a casa - Libera uscita - Caccia al purosangue - Esercitazione di tiro
Riunificazione - Calunnia - Uscita d'emergenza
Sequenza 2: Hic sunt leones
Come nuovo... - Ottima esecuzione - Il forestiero - Mani bucate - C'è posta per me
Crepi il lupo - Le sale di Nerone - Sottosuolo di Roma
Sequenza 3: Il guerriero, l'amante e il ladro
Doppio gioco - Tra l'incudine e il martello - Il prezzo del riscatto - Intelligenza collettiva
Sequenza 4: Covo di ladri
Infiltrazione - Femme fatale - Un pesante fardello - Guardiano di Forlì - Uomo del popolo
Maniaco omicida - Carico umano - Visita inaspettata - Il piano
Sequenza 5: Il banchiere
In fuga dai debiti - Va' dove ti porta il conio - Paese che vai... - Entrata e uscita - Documenti preziosi
Sequenza 6: Il barone di Valois
Difensore - Bacio alla francese - Cavallo di Troia - Au revoir
Sequenza 7: La chiave del castello
Zittire la talpa - Sacro e profano - Dietro le quinte - Intervento - Ascensione
Sequenza 8: I Borgia
Requiem - Una mela al giorno... - La Mela dell'Eden - Smilitarizzazione
Vedo rosso - Tutte le strade portano a...
Sequenza 9: La caduta
Pax romana - Un seme
Luoghi segreti
Lupi tra i morti - In pasto ai lupi - Capobranco - Il sesto giorno - Lupo travestito da agnello
Piatto ricco - Oro liquido
Ricordi di Cristina
Una seconda occasione - Estrema unzione - Testimone dello sposo
Persona non gradita - Pene d'amor perdute
Macchine belliche
Piani di guerra - Superiorità di fuoco - Piani di guerra - Mina vagante
Piani di guerra - Macchina volante 2.0 - Piani di guerra - L'inferno su ruote
Agenti Templari
Bersaglio a terra - Contropropaganda - Scomunica - Linea di tiro - Donna di spade - Corse clandestine
Contratti di assassinio
In due si è in compagnia... - Risorsa strategica - E in tre si è in troppi - Il frutto del raccolto - I tre amici
La lettera scarlatta - Il mercante di Roma - Corvi del malaugurio - Peccato cardinale
Cambiare le carte in tavola - Dieci e lode - Bruti e brutalità
Incarichi dei ladri
Cucciolo sperduto - Conflitto di interessi - Il guanto di sfida - Lotta di classe - Seminare zizzania
Premio in vista - Giovane dentro - Licenziamento - Distacco minimo - Per gli ammiratori
Incarichi delle cortigiane
Proprietà contesa - Cattive abitudini - Il mattino dopo - Bella in fuga - Esca viva - Malcostume
Avvicinamento - Cattiva politica - Piantagrane - Falso d'autore
DLC
La Questione Copernicana
Falsa censura - Fuori dall'orbita - Laurea ad honorem - Intellighenzia - Posta celere
L'uomo in rosso - Bersagli facili - Chiudere il libro
La Scomparsa di Da Vinci
Un lancio di dadi - Una donna in fuga - Memento mori - Buon viaggio
Invito in extremis - Intenditore d'arte - Decodificare da Vinci - Il tempio di Pitagora
Advertisement