FANDOM


Eraicon - Revelations

Il Guardiano, Parte 1 è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

DescrizioneModifica

L'Apprendista di Ezio Auditore informa quest'ultimo che vari mercanti del distretto sono stati corrotti dai Templari, così decidono di indagare al mercato su chi sia la fonte della corruzione.

DialoghiModifica

Ezio s'incontra con il suo Apprendista.

  • Ezio: Buongiorno. Come procede il tuo nuovo incarico?
  • Apprendista: Faccio il possibile, Ezio, ma non è facile sorvegliare un distretto in costante pericolo.
  • Ezio: Pericolo? Che cosa è accaduto?
  • Apprendista: Nonostante la nostra presenza, l'influenza del denaro Templare è forte. Molti dei mercanti qui si fanno ancora corrompere.
  • Ezio: Dannazione. Dovremo parlare con la gente, e farci un'idea del suo stato d'animo. Vieni.

La passeggiata dei due Assassini viene interrotta da uno scontro contro i bizantini.

  • Apprendista: Gran parte dei mercanti che si sono venduti sono greci, e non mi vergogno di dire che ne comprendo il motivo.
  • Ezio: Allora sei migliore di molti altri abitanti. Non possiamo aspettarci che accettano di buon grado di essere conquistati. Ma proprio come hanno il diritto di pretendere dignità dagli Ottomani, i Bizantini hanno l'obbligo di tenere gli innocenti al riparo dal male. Ciò implica agire con notevole equilibrio, e non dovremo stupirci se di tanto in tanto inciampiamo.

Ezio insieme all'Apprendista indaga al mercato, dove trova un mercante conversare con Odai Dunqas.

  • Odai: Che il Padre della Comprensione ti guidi e ti conservi.
  • Ezio: Un guadagno davvero notevole per un sol giorno.
  • Mercante: Non è affar vostro quanto ci metto a fare soldi! Io mi prendo cura dei miei vicini, ed essi si prendono cura di me.

Il mercante, infastidito, spinge malamente Ezio. Ezio allora indaga sugli altri mercanti e utilizza l'Occhio dell'Aquila per identificare i vari indizi che suggeriscono quali mercanti siano corrotti.

  • Ezio: Come sei riuscito a guadagnare tutti quei soldi?
  • Mercante 2: E tu, dove hai imparato l'educazione, Italiano? Alla corte dei Borgia? Vattene dalla mia bottega.

Ezio continua ad indagare trovando un altro mercante corrotto.

  • Mercante 3: Che tu sia benedetto, fratello! La luce di Dio risplenda su di te.
  • Ezio: Una grossa somma anche per lui.

Ezio dopo apre una conversazione con un altro mercante, meno riservato sui propri affari, che si trova all'entrata del mercato.

  • Ezio: Salute, amico. Perdona se te lo chiedo, ma il simbolo su questo forziere... che cosa significa?
  • Mercante 4: Quello? Si tratta del sigillo di Teodoro Comneno.
  • Ezio: È il tuo finanziatore?
  • Mercante 4: Finanziatore? No! È un mio amico, un mio conterraneo. E uno degli uomini più ricchi del distretto, nonostante i nostri nuovi padroni
  • Ezio: Ah, certo. Grazie.

Ezio s'incammina con il suo Apprendista con cui inizia a parlare.

  • Ezio: Che ne dici? Dovremo fare una visitina a Teodoro?
  • Apprendista: Non voglio dare inizio uno scontro senza giustificazioni, Ezio.
  • Ezio: Nemmeno io, e se c'è modo di evitare uno spargimento di sangue, tanto meglio. Ma se dietro a questo ci sono i Templari, non abbiamo altra scelta.

I due Assassini cominciano a correre per le strade e i tetti del distretto per raggiungere la casa di Teodoro, dove scoprono che è protetto da alcune guardie bizantine.

  • Teodoro: Che cosa! Diecimila akçe non bastano? Ha detto davvero così? Ma è matto? Crede che io pisci denaro? Lungi da me mettere in dubbio l'operato di quei Templari, ma ho subito un salasso economico da quando ho accettato la loro compagnia. Penna e calamaio, presto! Credo che scriverò a quell'uomo una missiva di fuoco, piene di battute pungenti e basse insinuazioni. Se questo non attira la loro attenzione, non so cosa lo farà.

Eliminate le guardie senza farsi scoprire, Ezio e il suo Apprendista iniziano una conversazione con Teodoro.

  • Ezio: Teodoro. Buongiorno.
  • Teodoro: (spaventato) Ah! V-voi chi siete?
  • Ezio: Di recente avete elargito denaro con grande generosità, e gli Assassini vorrebbero conoscerne il motivo.
  • Teodoro: Assassini! Voi? Entrambi?
  • Apprendista: Calma, efendi (signore). Non intendiamo nuocervi.
  • Teodoro: Non voglio morire! Vi prego! Risparmiate la mia povera anima! I Templari m'hanno corrotto. Sono un'uomo di buon cuore.
  • Ezio: (all'Apprendista) Continua a tenerlo d'occhio. Non appena rinsavisce, potremo parlare.

RisultatoModifica

Ezio e l'Apprendista scoprono la fonte di corruzione dei mercanti nel loro distretto.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+