Eraicon - Revelations.png


Questo è l'articolo inerente al ricordo. Potresti aver cercato i soldati.

I Giannizzeri è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze, arrivato al Gran Bazaar, parla con un mercante di tappeti, chiedendogli se sa dove si trova il capitano dei Giannizzeri, Tarik Barleti. Una volta saputo dal mercante dove trovarlo e sospettando che abbia stretto un'alleanza con i Templari, Ezio decide di seguirlo, senza però riuscire a terminare il pedinamento.

Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze, una volta giunto al Gran Bazar, interroga un mercante di tappeti.

Ezio interroga il mercante di tappeti.

  • Mercante: Guardate questo tappeto, qualità incredibile. I vostri piedi vi ameranno più di vostra moglie.
  • Ezio: Non sono sposato.
  • Mercante: Ah, buon per voi. Venite, toccate.
  • Ezio: Gli affari vanno bene.
  • Mercante: Non ho venduto niente. E i Giannizzeri mi hanno confiscato quasi tutti i tappeti; perchè erano importati.
  • Ezio: Conosci Tarik Barleti, il loro capitano?
  • Mercante: Ehm, è qui, da qualche parte. Un tipo arrogante, ma...

Il mercante, vedendo passare due Giannizzeri, impaurito, interrompe in modo brusco quello che stava dicendo e cambia velocemente discorso.

  • Mercante: Mi insultate, signore. Non posso cederlo per meno di duecento monete. È l'ultima offerta.
  • Ezio: Quando lo troverò, gli chiederò dei tappeti.

Ezio si allontana dal mercante.

  • Mercante: Mi volete rovinare, forestiero. Troviamo un accordo. A centottanta? Centottanta monete, e l'affare è fatto.

Cercando all'interno del Gran Bazar, Ezio riesce a trovare Tarik, che parla con uno dei suoi uomini.

  • Ezio: Uhm, eccolo lì.
  • Tarik: Prego che Selim possa presto tornare in una città operosa e in mani più forti.

Tarik congeda il suo uomo e si allontana ed Ezio, nascosto, lo segue.
Ad un certo punto, Tarik si ferma a parlare con uno dei suoi Giannizzeri.

Tarik parla con un Giannizzero.

  • Tarik: Di tutte le realizzazioni di Maometto, inizio a pensare che questo Bazar sia la migliore.

Tarik ricomincia a muoversi, insieme al Giannizzero appena incontrato, e parla alla folla che è intorno a lui.

  • Tarik: Se qui non avete nulla da fare, andate altrove!
    Fate largo!
    Muoversi!

Tarik e il soldato che è con lui incontrano un altro Giannizzero.

  • Tarik: Si tratta di un incontro importante. Assicuratevi che nessuno mi segua.

Tarik riprende a camminare e a parlare con i mercanti che si trovano nel Bazar, ed Ezio continua a seguirlo.

  • Tarik: Ah, quand'ero ragazzo c'era un fornaio che lavorava qui e vendendo simit fresco a tutte le ore, tutti i giorni. Nei giorni liberi me ne compravo due insieme, a volte persino tre. È un peccato che le cose buone non durino mai molto. Forse ai tuoi affari andrà meglio.
    Questo impero è malato, e Bayezid è il suo cancro.
    Ehi, tu, domani tornerò qui e se non ti sarai liberato di questo ciarpame di fattura forestiera te lo sequestrerò e lo getterò nel Bosforo!

Tarik incontra un altro dei suoi uomini.

  • Tarik: Quali nuove?
  • Giannizzero: Manuele ha accettato di incontrarti, Tarik. Aspetta alla porta dell'Arsenale.
  • Tarik: Ah, vecchia volpe che non è altro. Vieni.

Ezio si dirige alle porte dell'Arsenale.

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Ezio, dopo il pedinamento, capisce che, come sospettava il Principe Solimano, Tarik sta complottando qualcosa e decide di seguirlo all'Arsenale.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Ricordi principali
Sequenza 1: Come tornare a casa
Il carnefice - Fuga in extremis - Uno strano diario - A rotta di collo - L'aquila ferita
Sequenza 2: Il crocevia del mondo
Un caldo benvenuto - Ambientamento - La lama uncinata - Panorama da Galata
Tattiche avanzate - Alla difesa - All'attacco
Sequenza 3: Oggetti smarriti
Il prigioniero - La sentinella, parte 1 - Contratti di gilda - Fabbricazione di bombe - Un volto familiare
La cisterna di Yerebatan - Do ut des - Il custode del Mentore
La maledizione degli Athingani - La sentinella, parte 2
Sequenza 4: Guerra incivile
Il banchetto del principe - Un incontro difficile - La quarta parte del mondo
Segni e simboli, parte I - La torre di Galata - La veglia del Mentore
Sequenza 5: Erede dell'impero
I Giannizzeri - Le porte dell'arsenale - Infiltrazione nell'arsenale
Ritratto di donna - Segni e simboli, parte II - Il Foro del Bue - Un nuovo regime
Sequenza 6: Lo sfavore della fortuna
Nell'ombra - Onore perduto e vinto - Latore di notizie
Commissioni - Segni e simboli, parte III - La torre della Fanciulla - Il ritorno del Mentore - A vele spiegate
Sequenza 7: Malavita
La città nascosta - La spia che mi evitava - Il rinnegato - Disarmo forzato
L'ultimo dei Paleologi - Fuga - Passaggio di testimone
Sequenza 8: La fine di un'epoca
Scoperta - Lo scambio - La fine del viaggio
Sequenza 9: Rivelazioni
Ritorno a casa - L'eredità perduta - Il messaggio
Luoghi segreti
Il segreto di Santa Sofia - La tomba dell'Impalatore
Reclutamento Assassini
Il rissoso - L'allievo - Il vendicatore - L'acrobata - I mendicanti - La borseggiatrice
Maestro Assassino
Il Diacono (Parte 1 - Parte 2) - La Truffatrice (Parte 1 - Parte 2) - Il Campione (Parte 1 - Parte 2)
Il Guardiano (Parte 1 - Parte 2) - Il Visir (Parte 1 - Parte 2) - La Teatrante (Parte 1 - Parte 2)
Sede di fazione
Ragazzo sfortunato - Delazioni
Libri
L'ippodromo - Galata - L'arsenale - Il Foro del Bue - L'acquedotto - Chiesa I - Chiesa II
Piri Reis
Tuono - Cortina fumogena - Pirotecnica - Datura - Triboli
Richiamo fumogeno - Invischiato con le bombe - Cavo d'innesco
Il Viaggio di Desmond
Dubbi - Addestramento - Fuga - Metropoli - Rimpianti
L'Archivio Perduto
La fine è solo l'inizio - L'Ordine - Abstergo - La talpa - Effetto osmosi - La verità - La fine
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.