FANDOM


ACCI Hamid

Hamid è stato il Mentore del ramo indiano della Confraternita degli Assassini, vissuto durante la prima metà del XIX secolo, con sede ad Amritsar.

Biografia

All'inizio del XVIII secolo, Hamid salvò un giovane Kashmiri chiamato Arbaaz Mir da un incontro andato male e gli offrì un posto tra gli Assassini.

Alla fine di giugno del 1839, Hamid mandò Arbaaz a recuperare un documento sulla prima civilizzazione e sul diamante Koh-i-Noor, un frutto dell'Eden. Dopo aver spiegato la leggenda del diamante ad Arbaaz, Hamid ha rivelato che il Koh-i-Noor era in possesso di Maharaja Ranjit Singh ad Amritsar e che i Templari inglesi stavano complottando per rubarlo; mentre Ranjit Singh era stato il custode del diamante per nove anni, i suoi successori non condividevano la sua determinazione, che i Templari cercavano di sfruttare. Hamid ha incaricato Arbaaz di proteggere Ranjit Singh dai Templari, al fine di tenere il frutto dell'Eden lontano dalle loro mani.

Nel 1860, Hamid era ancora il Mentore e, in conformità con le rigide regole della Fratellanza indiana, ordinò l'esecuzione del figlio di Arbaaz, Jayadeep, per incompetenza dovuta al fallimento di un assassinio. Tuttavia, Ethan Frye, l'ex mentore di Jayadeep, offrì un'alternativa di esilio ad Arbaaz che a sua volta convinse il Mentore ad esiliare suo figlio in Inghilterra, per aiutare gli indeboliti Fratelli britannici e per espiare il suo fallimento.

Note

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.