Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Questo articolo riguarda il ricordo di Ezio Auditore da Firenze. Se cerchi altro, vedi Estrema unzione.

Estrema unzione è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[]

Poco dopo l'esecuzione di Giovanni, Federico e Petruccio Auditore da Firenze, Ezio Auditore da Firenze incontra Cristina Vespucci nel centro di Firenze. Lì, confessa alla ragazza il suo desiderio di donare ai parenti defunti una degna sepoltura. I due allora si dirigono verso Piazza della Signoria, intenti a deporre i corpi dalla forca, per poi seppellirli. Raggiunta la Piazza, Ezio e Cristina notano che i corpi sono già stati portati via. Così, dopo aver interrogato una guardia sul dove si trovassero, i due ragazzi si dirigono verso l'Arno, dove i copri sono stati portati per essere gettati via. Dopo aver caricato di nascosto i corpi su una barca, Ezio e Cristina donano ai corpi senza vita l'estrema unzione. Dopodiché, Ezio confessa alla ragazza di volere fuggire dalla città, e che avrebbe voluto che lei lo accompagnasse. Al rifiuto di Cristina, impossibilitata a partire, Ezio le regala un ciondolo, in modo che non si dimentichi di lui.

Dialoghi[]

Ezio Auditore da Firenze incontra Cristina Vespucci dopo l'esecuzione di Giovanni, Federico e Petruccio Auditore.

  • Ezio: Grazie di essere qui.
  • Cristina: Di nulla, di nulla. Dimmi, che cosa posso fare?
  • Ezio: I corpi dei miei familiari... Non posso lasciarli lì a pendere dalle forche. Devo compiere per loro gli estremi riti. Accompagnarli nell'ultimo viaggio...
  • Cristina: Capisco. Fa' strada, Ezio.

Ezio e Cristina si dirigono verso Piazza della Signoria, dove vedono il patibolo su cui è stata eseguita la condanna vuoto.

  • Ezio: Li hanno già tirati giù!
  • Cristina: Che cosa vuoi fare?

Ezio nota una guardia nei pressi del patibolo.

  • Ezio: Tu nasconditi. Io faccio due chiacchere con quella guardia.

Cristina si nasconde, mentre Ezio ingaggia un combattimento a mani nude con la guardia. Dopo aver sconfitto il soldato, Ezio procede ad interrogarlo.

Ezio chiede ad una guardia dove si trovano i corpi dei suoi familiari.

  • Ezio: Dove sono i corpi che erano appesi qui?!
  • Guardia: Li hanno già portati via!
  • Ezio: Dove? Adesso dove sono?!
  • Guardia: Non lo so! Credo li stessero portando giù al fiume per buttarceli.
  • Ezio: No..

Ezio lascia la guardia e si riunisce a Cristina.

  • Ezio: Cristina! Vieni con me!

Ezio e Cristina raggiungono il luogo dove i corpi di Giovani, Federico e Petruccio, controllati da alcune guardie, sono stati portati per essere gettati nell'Arno.

  • Cristina: Che cosa vuoi fare?
  • Ezio: L'unica cosa possibile. Ucciderli.
  • Cristina: No! Non farlo. Non hanno fatto nulla di male.
  • Ezio: Ubbidiscono senza discutere. E questo li rende-
  • Cristina: (Interrompendo Ezio) Ezio!
  • Ezio: E va bene. Gli sgattaiolerò alle spalle. Prendo i miei familiari, uno alla volta se necessario, e li carico su una barca.
  • Cristina: Sta' attento.

Cristina si nasconde, mentre Ezio furtivamente prende, uno alla volta, i corpi dei suoi familiari e li carica su una barca attraccata ad un molo presente lì vicino.
Dopo aver donato l'estrema unzione ai suoi familiari, Ezio incontra Cristina.

Ezio regala il proprio ciondolo a Cristina.

  • Ezio: Devo lasciare la città... Cristina, voglio che tu venga con me.
  • Cristina: Vorrei... Ma non posso... La mia famiglia...

Ezio dona il suo ciondolo a Cristina.

  • Ezio: Così saremo sempre insieme, Cristina.
  • Cristina: Oh, Ezio...

I due si scambiano un bacio. Dopodiché, Ezio lascia sola la ragazza.

Risultato[]

Ezio dà ai suoi familiari una degna sepoltura, dopodiché, prima di lasciare la città, regala a Cristina un ciondolo in modo che non si dimentichi di lui.

Curiosità[]

  • L'ufficio di Giovanni a Palazzo Auditore e la bottega di Leonardo sono accessibili durante questo ricordo.
  • Questo è l'unico ricordo di Assassin's Creed: Brotherhood in cui è possibile girare liberamente per Firenze tutto il tempo che si desidera.
  • Se Ezio viene scoperto a derubare la gente, Cristina lo aiuterà come fanno i ladri o le cortigiane.
  • Se uno dei corpi di Giovanni, Federico o Petruccio cade in acqua, si viene desincronizzati.
  • Ezio può saccheggiare i corpi dei suoi tre famigliari, sebbene non trovi niente.
  • Come ultimo membro ricercato della famigilia Auditore, Ezio è famigerato durante tutto il ricordo.
  • Nel libro Assassin's Creed: Rinascimento, Ezio proibisce a Cristina di accompagnarlo mentre raccoglie i cadaveri di familiari.
  • Nel ricordo, gli abiti di Ezio sono diversi da quanto visto in Assassin's Creed II, infatti la parte interna del vestito è bianca (invece che rossa come nel II) e il paio di stivali indossati non sono gli stessi.

Galleria[]

Ricordi principali
Sequenza 1: Pace agognata
Ite missa est - Ritorno a casa - Libera uscita - Caccia al purosangue - Esercitazione di tiro
Riunificazione - Calunnia - Uscita d'emergenza
Sequenza 2: Hic sunt leones
Come nuovo... - Ottima esecuzione - Il forestiero - Mani bucate - C'è posta per me
Crepi il lupo - Le sale di Nerone - Sottosuolo di Roma
Sequenza 3: Il guerriero, l'amante e il ladro
Doppio gioco - Tra l'incudine e il martello - Il prezzo del riscatto - Intelligenza collettiva
Sequenza 4: Covo di ladri
Infiltrazione - Femme fatale - Un pesante fardello - Guardiano di Forlì - Uomo del popolo
Maniaco omicida - Carico umano - Visita inaspettata - Il piano
Sequenza 5: Il banchiere
In fuga dai debiti - Va' dove ti porta il conio - Paese che vai... - Entrata e uscita - Documenti preziosi
Sequenza 6: Il barone di Valois
Difensore - Bacio alla francese - Cavallo di Troia - Au revoir
Sequenza 7: La chiave del castello
Zittire la talpa - Sacro e profano - Dietro le quinte - Intervento - Ascensione
Sequenza 8: I Borgia
Requiem - Una mela al giorno... - La Mela dell'Eden - Smilitarizzazione
Vedo rosso - Tutte le strade portano a...
Sequenza 9: La caduta
Pax romana - Un seme
Luoghi segreti
Lupi tra i morti - In pasto ai lupi - Capobranco - Il sesto giorno - Lupo travestito da agnello
Piatto ricco - Oro liquido
Ricordi di Cristina
Una seconda occasione - Estrema unzione - Testimone dello sposo
Persona non gradita - Pene d'amor perdute
Macchine belliche
Piani di guerra - Superiorità di fuoco - Piani di guerra - Mina vagante
Piani di guerra - Macchina volante 2.0 - Piani di guerra - L'inferno su ruote
Agenti Templari
Bersaglio a terra - Contropropaganda - Scomunica - Linea di tiro - Donna di spade - Corse clandestine
Contratti di assassinio
In due si è in compagnia... - Risorsa strategica - E in tre si è in troppi - Il frutto del raccolto - I tre amici
La lettera scarlatta - Il mercante di Roma - Corvi del malaugurio - Peccato cardinale
Cambiare le carte in tavola - Dieci e lode - Bruti e brutalità
Incarichi dei ladri
Cucciolo sperduto - Conflitto di interessi - Il guanto di sfida - Lotta di classe - Seminare zizzania
Premio in vista - Giovane dentro - Licenziamento - Distacco minimo - Per gli ammiratori
Incarichi delle cortigiane
Proprietà contesa - Cattive abitudini - Il mattino dopo - Bella in fuga - Esca viva - Malcostume
Avvicinamento - Cattiva politica - Piantagrane - Falso d'autore
DLC
La Questione Copernicana
Falsa censura - Fuori dall'orbita - Laurea ad honorem - Intellighenzia - Posta celere
L'uomo in rosso - Bersagli facili - Chiudere il libro
La Scomparsa di Da Vinci
Un lancio di dadi - Una donna in fuga - Memento mori - Buon viaggio
Invito in extremis - Intenditore d'arte - Decodificare da Vinci - Il tempio di Pitagora
Advertisement