Eraicon - Templari.pngEraicon - Unity.png


Duchesneau.

Duchesneau (? - Parigi, 5 gennaio 1791) è stato un membro dell'Ordine dei Templari e un socio in affari di Charles-Gabriel Sivert.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Durante la rivoluzione francese, nel gennaio del 1791 Duchesneau insieme a Siver incontrò, nei pressi della Conciergerie, Arpinon, un loro complice. Concluso l'incontro Duchesneau si allontanò insieme a Sivert, ma Arpinon venne assassinato dall'Maestro Assassino Pierre Bellec.

Il giorno dopo, Duchesneau e Sivert avevano in programma un incontro nella cattedrale di Notre-Dame con un prete per concludere un contratto a cui ricevevano una percentuale dai fondi clericali. Tuttavia, sapendo della morte di Arpinon, Duchesneau decise di corrompere le guardie per proteggere tutti gli accessi alla cattedrale. Lasciate le guardie, Duchesneau raggiunse il cimitero vicino alla cattedrale, dove s'incontrò con il prete riuscendolo a convincere ad accettare la percentuale richiesta da Sivert. Tuttavia, alla fine dell'incontro venne ucciso dall'Assassino Arno Dorian, che lo derubò della chiave del confessionale, dove avrebbe dovuto incontrare con Sivert, in modo da poter uccidere anche quest'ultimo.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.