FANDOM


Eraicon - AssassiniEraicon - AC2Eraicon - BrotherhoodEraicon-Origins

Darius
ACOD Darius
Periodo storico

Impero Persiano

Informazioni politiche
Affiliazioni

Assassini

Altre informazioni
Appare in

Assassin's Creed II
Brotherhood
Odyssey

Darius è stato un proto-Assassino persiano vissuto durante il regno del Re Serse I.

Sostenitore del libero arbitrio, è considerato uno dei primi proto-assassini ed è stato attivo diversi secoli prima della costituzione formale dell'ordine. Il suo assassinio di Serse I fu il primo uso registrato della Lama Celata, che divenne l'arma iconica della Confraternita degli Assassini.

Biografia

Regno di Serse

Durante il V secolo a.C, l'Ordine degli Antichi sostenne il regno e le conquiste dei re achemenidi Dario I e suo figlio Serse I. Opponendosi alla tirannia dei re persiani al popolo, Dario assassinò personalmente il re Serse I con la lama celata durante il 465 a.C ad agosto, in quello che sarebbe diventato il primo uso registrato dell'arma iconica degli Assassini.

Dopo che il figlio di Serse I, Artaserse I salì al trono, Dario temeva che anche lui sarebbe stato manipolato dall'Ordine e così progettò il suo assassinio. Tuttavia, il suo caro amico Amorges si oppose alla sua decisione e più tardi si unì all'Ordine stesso. Dario venne affrontato da Amorges, che chiamò le guardie. Di conseguenza, Dario fu marchiato come un traditore e fuggì dalla Persia con la sua famiglia, mentre veniva inseguito dall'Ordine.

Tuttavia, a Dario fu data una seconda possibilità di assassinare Artaserse I, venne infatti ingaggiato dal fratello del re Hystaspes. Dario avvelenò il giovane re, catturando la vista dell'uomo, ma non ebbe successo nel suo tentativo di omicidio. Artaserse più tardi diffuse il racconto che Dario aveva avuto successo, così da poter tranquillamente sfuggire alla Persia.

Incontro con la Misthios

Durante la sua vita, Dario si pensa che ebbe almeno due figli, sua figlia Neema e suo figlio Natakas.

Intorno al 412 a.C, Darius e Natakas si stavano nascondendo in Macedonia, dove incontrarono Kassandra mentre stava affrontando l'Ordine degli Antichi, dopo che la sua reputazione crebbe e le origini di Isu la resero un bersaglio degli Antichi.

Eredità

Nel 48 a.C, la lama celata di Darius finì nelle mani della regina Cleopatra d'Egitto, che la trasmise al suo protettore Aya. Alla fine Aya ne fece acquisì uno per se e diede la lama di Darius al marito Bayek. Dopo che i due fondarono gli Occulti, divenne l'arma principale della loro organizzazione, usata ancora secoli dopo quando la loro Fratellanza si riformò come Assassini.

All'epoca del Rinascimento, Dario fu considerato in modo retrospettivo un Assassino e una tomba a lui dedicata fu costruita in una cripta sotto Santa Maria Novella a Firenze, in Italia.

L'Assassino Italiano Ezio Auditore da Firenze esplorò la tomba e prese il sigillo nascosto dal sarcofago della tomba, che in seguito gli permise di ottenere l'Armatura di Altaïr Ibn-La'Ahad custodita nel Santuario sotto Villa Auditore a Monteriggioni dove una statua di Dario era stata eretta prima del 1476.

Curiosità

  • Storicamente, secondo Aristotele, Artabanus aveva assassinato il principe ereditario di Persia, Darius poco prima di uccidere Serse. Lo storico latino Justinus offre tuttavia un racconto alternativo in cui il principe ereditario Dario fu giustiziato per il parricidio di Serse dopo essere stato incastrato da Artabanus.
  • A differenza di molti altri Assassini, Darius portava la sua lama al braccio destro.
  • Stranamente, Darius non ha mai avuto nessun dito amputato, ciò che invece accadeva per poter usare la Lama Celata.

Galleria

Apparizioni

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.