Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Conte di Choisy

Conte di Choisy.

Conte di Choisy (? - 1793) è stato un aristocratico francese e, segretamente, un membro dell'Ordine dei Templari. che visse a Parigi, in Francia, nel periodo della rivoluzione francese.

Biografia[]

Il conte di Choisy si oppose alla rivoluzione e si unì alla lega Cremisi, organizzazione guidata dalla Rosa Cremisi e dedita al salvataggio di nobili Templari condannati alla ghigliottina. Venne descritto dalla Rosa Cremisi come un uomo onesto, tuttavia di Choisy si credeva migliore rispetto ai rivoluzionari di classe inferiore.

Durante il regime del Terrore, il conte di Choisy venne arrestato dalle guardie e condannato alla ghigliottina. Impegnato altrove, la Rosa Cremisi inviò l'Assassino Arno Dorian a salvarlo, sebbene entrambi non conoscessero l'appartenenza dell'altro. Dopo aver perquisito la casa di Choisy e aver parlato con la moglie, Arno scoprì che il conte era vicino alla chiesa di Saint Gervais. Mentre insultava i suoi carcerieri e sosteneva che la Rosa Cremisi l'avrebbe salvato, Arno uccise le guardie e liberò di Choisy, il quale si lamentò del fatto che non l'avesse liberato prima.

Poco tempo dopo, Arno venne informato dal Cavaliere d'Éon che la lega Cremisi era formato da Templari e che i nobili che salvava erano Templari. Apprese anche che la lega Cremisi e il conte di Choisy stavano preparando una nave per raggiungere le coste dell'Inghilterra. Arno raggiunse il molo vicino a Pont Marie, dove trovò i Templari. Lì, origliò una conversazione dove sentì di Choisy mostrare impazienza per la partenza, volendo cenare con il cugino Lord Percy. Arno assassinò tutti i Templari presenti, prima di andare ad assassinare la Rosa Cremisi.

Curiosità[]

  • Il cugino di Choisy, Lord Percy, è un riferimento a Sir Percy Blakeney, il protagonista del romanzo de "La Primula Rossa".

Fonti[]

Advertisement