Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Ricordi.pngEraicon - AC2.png


Questo è l'articolo inerente al ricordo di Assassin's Creed II. Potresti aver cercato l'omonimo ricordo di Assassin's Creed: Rebellion.

Casa dolce casa è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[]

Una volta raggiunta Monteriggioni, Ezio Auditore da Firenze, sua sorella Claudia e loro madre Maria vengono accompagnati dallo zio Mario Auditore in un breve giro per il borgo, fino alla villa di famiglia, Villa Auditore. Una volta arrivati alla Villa, Mario indica ad Ezio dove recarsi per migliorare il suo equipaggiamento.

Dialoghi[]

Ezio Auditore da Firenze, sua sorella Claudia e loro madre Maria, ormai nel borgo di Monteriggioni, si dirigono, accompagnati dallo zio Mario Auditore, verso Villa Auditore.

Ezio passeggia per Monteriggioni con la famiglia e Mario.

  • Mario: Allora, dimmi tutto!
  • Ezio: Hanno giustiziato mio padre per tradimento. Anche Federico e Petruccio. Poi sono venuti a cercare me.
  • Mario: E tu lo sai il perché?
  • Ezio: Non ho risposte, zio... Solo un elenco di nomi strappato a un uomo che mi voleva morto. Ancora non posso crederci...
  • Mario: Sta' tranquillo. Chiariremo tutto.
  • Ezio: Vorrei avere il vostro ottimismo.
  • Mario: Sveltiamo il passo! Siamo quasi arrivati. Credo che Monteriggioni ti garberà parecchio.
  • Ezio: Pensavo che Monteriggioni fosse nemica di Firenze...
  • Mario: Ah, per ora. L'anno venturo saranno amiche. Nell'anno dopo, di nuovo nemiche. E così via. Non riesco più a starci dietro. Così ci ho rinunciato.
    Questa è gente onesta, che lavora sodo. Nelle nostre botteghe si trova solo roba semplice, ma ben fatta e affidabile.
    Abbiamo anche una cappella qui. Il prete sembra una persona a modo, ma non sono mai stato un gran frequentatore di chiese.
    Lo sapevi che Villa Auditore ha quasi duecento anni? Fu costruita dal mio trisnonno, un uomo strano, detentore di ogni sorta di segreti. Tieni gli occhi aperti, e potresti scoprirne qualcuno anche tu.
    Con tutte le guerre che ci sono state, questo posto sta diventando un po' decadente. Vorrei poterci fare qualcosa, ma non ho né tempo né denaro per rimettere le cose a posto. Ma così è la vita.

Il gruppo raggiunge Villa Auditore.

Villa Auditore in rovina.

  • Mario: Eccoci arrivati, casa dolce casa! Allora? Cosa ne pensi?
  • Ezio: È davvero notevole, zio.
  • Mario: Ha visto tempi migliori, immagino. Credimi, la rimetterei di nuovo a lustro... se solo ne avessi il tempo.
    Ora che hai terminato la visita, nipote, dovresti provvedere a equipaggiarti. I miei uomini al mercato ti stanno aspettando.Torna qui quando hai finito e potremo iniziare.
  • Ezio: Iniziare? Iniziare cosa?
  • Mario: Ma non sei venuto qui a addestrarti?
  • Ezio: No, zio. Sono qui per fuggire da Firenze. E intendo portare la mia famiglia ancora più lontano.
  • Mario: Ma che ne direbbe tuo padre? Vorrebbe che finissi la sua opera.
  • Ezio: Quale opera? Mio padre era un banchiere.
  • Mario: Aspetta... Non te l'ha detto?
  • Ezio Non ho idea di cosa stiate parlando...
  • Mario: (Sospira) Ma che mi combini, Giovanni?! Non so neanche da dove cominciare... Ehm, vai a fare acquisti al mercato. Mi darà tempo per pensare.
  • Ezio: Ma-
  • Mario: (Interrompendo Ezio) Niente ma. Parleremo più tardi. Qui c'è qualche soldo, se ti dovesse servire. E se avessi voglia di riposare, ti ho sistemato una stanza all'ultimo piano della Villa.

Dopo aver ricevuto da suo zio Mario del denaro, Ezio si reca da un fabbro, dove migliora il suo equipaggiamento, e presso un medico, dove acquista qualche medicina.

[]

Dopo aver fatto gli acquisti suggeriti da suo zio Mario Auditore, Ezio Auditore da Firenze fa ritorno a Villa Auditore, dove sua sorella Claudia e loro madre Maria lo attendono.

  • Ezio: Non preoccuparti, non resteremo qui a lungo.
  • Claudia: Non mi piace qui. Voglio tornare a casa.
  • Ezio: Lo so.

Claudia e Maria si ritirano nelle loro stanze, mentre Ezio va a parlare con lo zio Mario.

Risultato[]

Ezio e la sua famiglia si stabiliscono temporaneamente a Monteriggioni, dove sono al sicuro. Dopodiché Ezio, su consiglio di suo zio Mario, migliora il suo equipaggiamento.

Curiosità[]

  • Nella traduzione italiana vi è un errore: Mario afferma che Domenico Auditore sia il suo trisnonno, quando invece è il bisnonno.

Galleria[]

Ricordi principali
Sequenza 1: Beata ignoranza
Ragazzate - Dovresti vedere l'altro - Rivalità fraterna - Tenuta da notte - Fattorino - Pesta il traditore
Il segreto di Petruccio - Amico di famiglia - Consegna speciale - Uccellino in gabbia
Eredità di famiglia - L'ultimo rimasto
Sequenza 2: Piani di fuga
Sopravvivenza - L'asso nella manica - Giudice, giuria, boia - Latitanza - Arrivederci
Sequenza 3: Requiescat in pace
Assistenza stradale - Casa dolce casa - La pratica rende perfetti - Tutto torna - Cambiamento di piani
Sequenza 4: La congiura dei Pazzi
Teoria e pratica - Caccia alla Volpe - Ci si vede là - Conciliabolo segreto
Lupi travestiti da agnelli - Addio Francesco
Sequenza 5: Quel che rimane
Quattro bersagli - Una lama che punge - Manovre evasive - Urla dalla torre
Dietro le porte chiuse - Un tipo sfuggente - L'abito non fa il monaco - Con amici così...
Sequenza 6: Strada impervia
Un lungo viaggio - Vacanza in Romagna - Tutti a bordo
Sequenza 7: Il mercante di Venezia
Benvenuto - Resterà il segno - Elementi base - Guarda e impara - Balzi e rimbalzi
Evasione - Stratagemma - I panni sporchi... - Tutto passa
Sequenza 8: Il bisogno, pungolo dell'inventiva
Parenti serpenti - Se alla prima non va... - Chi non risica, non rosica - Chi ben comincia... - Battesimo dell'aria
Sequenza 9: Carnevale
Sapere è potere - Damigelle in pericolo - La suora saggia - Sono partiti! - Bandiera - Nastro annodato
I bari fanno una brutta fine - Esplosioni!
Sequenza 10: Forza maggiore
Una svolta spiacevole - Combattente in gabbia - Non si lascia nessuno indietro
In posizione - Due piccioni con una lama
Sequenza 11: Alter ego
Bisogna saper aspettare - Adattarsi
Sequenza 12: Forlì sotto attacco
Un caldo benvenuto - Guardia del corpo - Sotto assedio - Il padrino - La pelle dell'Orsi - Il pomo della discordia
Sequenza 13: Il Falò delle Vanità
Fiasco fiorentino - Natura morta - Scalare i ranghi - Ascesa sociale - Estremi conforti - Autorità portuale
Precisione chirurgica - Il tristo mietitore - Arcinemesi - Il giorno del giudizio
Potere al popolo - Giustizia popolare
Sequenza 14: Veni, vidi, vici
La X segna il posto - Nella tana del lupo
Luoghi segreti
Il segreto del Duomo - Il segreto della Torre Grossa - Il segreto di Ravaldino - Il segreto di San Marco
Il segreto della Visitazione - Rendere ossequio - Invasione domestica - Sopra le travi, sotto la pietra - Naufragato
Pestaggio
Una donna maltrattata - Il maritino licenzioso - Un cascamorto sul tetto - Pugni promiscui - L'infedeltà non paga
Corsa
Corsa a San Gimignano - Gara a Firenze - Gara romagnola - Corsa veneziana
Di corsa a San Marco - Al galoppo
Assassinio
Un giorno al mercato - Arcieri cadenti - Suicidio politico - Chi semina vento... - Il mercato delle pulci
Rifornimenti su richiesta - Scintille di una cospirazione - Arci-nemici - Un lavoro bagnato - Una lama tra la folla
Il sangue non è acqua - Tolleranza zero - Un ladro onorevole - Nulla da ridere - Un falso storico
Non sporcarti le mani - Spettacolo - Sfoltire i ranghi - Verso la luce - Ordine del giorno - Un ago in un pagliaio
Il capo branco - Missione di pace - Caveat emptor - Menar fendenti - Divieto di sosta - La morte è servita
Osserva e agisci - Come guastare una festa - Il cacciatore diventa preda
Consegna
Cerimonia nuziale - Il duro lavoro del messaggero - Consegna espressa - Un matrimonio perfetto - Sciupafemmine
Advertisement