FANDOM


Eraicon-Origins

Cambise II (? - 522 a.C.) è stato l'imperatore dell'Impero achemenide, anche conosciuto come Impero persiano, dal 529 a.C. fino alla morte e faraone d'Egitto dal 525 a.C. fino alla morte.

Dopo aver conquistato l'Egitto, Cambise decise di conquistare anche la Libia, tra cui l'oasi di Siwa, la Nubia e Cartagine. Per farlo inviò varie spedizioni diverse per conquistare sia la Libia che la Nubia ma le scarse conoscenze del territorio fecero in modo che le spedizioni si persero nel deserto e non fecero mai più ritorno, mentre il progetto di conquistare Cartagine fallì ancor prima di iniziare visto che i marinai fenici si rifiutarono di aiutare Cambise ad attaccare una loro antica colonia fenicia.

Nel 522 a.C. un mago di nome Guamata dichiarò di essere il fratello scomparso di Cambise, Smerdi, in realtà Smerdi morì a causa di un complotto ordito dal fratello per paura che gli potesse rubare il trono, e riuscì ad usurpare il trono persiano di Cambise grazie al popolo scontento della politica del precedente imperatore. Cambise venuto a conoscenza di quello che stava accadendo in patria marciò in patria ma morì in circostanze misteriose durante il viaggio.

Quasi 500 anni dopo un gruppo di esploratori riuscì a scoprire grossomodo il luogo in cui sparì una delle spedizione di Cambise inviate a conquistare la Libia, nel Deserto Isolato. A causa del duro ambiente e di alcune morti nel gruppo, portò gli esploratori rimanenti a demotivarsi e ad abbandonare il sito di scavi. nel 48 a.C. il medjay Bayek visitò il luogo e scoprì il sito, che trovò popolato da un branco di iene.[1]

Note

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.