Eraicon - Brotherhood.png


C'è posta per me è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver recuperato i suoi soldi dal ladro, Ezio Auditore da Firenze incontra Niccolò Machiavelli nei pressi del Campidoglio. I due montano a cavallo e si dirigono verso il Colosseo, dove un contatto di Machiavelli è in attesa. Arrivati al Colosseo, osservano il contatto mentre viene molestato dalle guardie della famiglia Borgia. I due lo salvano, ma poi vengono a sapere dall'uomo che la lettera è ancora in mano al corriere. Ezio si lancia al suo inseguimento, riuscendo a bloccarlo e a prendere la lettera.

Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze incontra Niccolò Machiavelli al Campidoglio.

  • Machiavelli: Hai ripreso il tuo denaro dal nostro amico?
  • Ezio: Certo.
  • Machiavelli: Una piccola vittoria.
  • Ezio: Si accumulano. E col tempo, lavorando, ne avremo ancora di più.
  • Machiavelli: E col tempo, lo sguardo di Cesare si volgerà a noi e torneremo poveri.
    Mh, ma dov'è finito Vinicio? Avrebbe già dovuto intercettare la lettera. Seguimi.

Ezio e Machiavelli a cavallo.

Ezio e Machiavelli montano sui loro cavalli e si dirigono verso il Colosseo.

  • Machiavelli: Guarda quei fantocci mascherati da governo. Il Papa è molto abile a fare i propri interessi. E riesce ad ingannare il tuo amico popolo piuttosto facilmente.
  • Ezio: Quando sei diventato così cinico?
  • Machiavelli: Ho solo descritto la realtà romana di oggi. Ma forse non tutto è perduto. La buona notizia è che abbiamo degli alleati in città. Ma per quanto ancora, non saprei dirlo.

Arrivati a destinazione, Machiavelli nota il suo contatto minacciato da alcune guardie.

  • Guardia 1: Cercava di sottrarre missive ufficiali del Vaticano.
  • Vinicio: Perdonatemi, signore. Siete in errore.
  • Guardia 2: Per chi lavori, ladro?
  • Vinicio: Non lavoro per nessuno.
  • Guardia 3: Allora a nessuno importerà cosa faremo di te.

Ezio e Machiavelli salvano Vinicio.

  • Vinicio: Grazie!
  • Machiavelli: Allora, dov'è?
  • Vinicio: Ce l'ha ancora il corriere.
  • Machiavelli: Ezio, fermalo! Ci vediamo alle Terme!

Ezio insegue ed atterra il corriere, recuperando la lettera che Machiavelli attendeva.

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Ezio riesce a bloccare il corriere ed a impadronirsi della lettera.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.