FANDOM


La Battaglia delle Termopili fu uno scontro combattuto nel 480 a.C. in Malide tra gli invasori dell'Impero Achemenide di Serse I e un esercito combinato dai soldati di diverse città greche sotto il comando supremo di re Leonida I di Sparta.

Nonostante la vittoria dei persiani e la morte di Leonida in battaglia, il loro rallentamento contribuì alla vittoria greca contro gli invasori. Il valore militare mostrato in battaglia diede enorme prestigio ai greci e a Leonida stesso,

AntefattiModifica

In seguito alla sconfitta di Dario I di Persia durante la prima invasione persiana della Grecia nella Battaglia di Maratona nel 490 a.C. suo figlio Serse I pianificò un secondo tentativo, appoggiato dalla Setta di Cosmos e dall'Ordine degli Antichi, che in precedenza avevano appoggiato anche Dario. Dopo anni di preparazioni, nel 480 a.C. l'imperatore persiano attraversò alla guida del suo esercito l'Ellesponto e invase la Grecia.

Dopo aver invaso rapidamente la Macedonia e la Malide l'esercito persiano proseguì fino alle Termopili senza incontrare particolare opposizione. La resistenza all'invasione prese forma grazie a un esercito formato dalle forze greche riunite sotto il comando di re Leonida I di Sparta che, rifiutandosi di ascoltare la Pizia e la Setta di Cosmos, decise di opporsi all'invasione persiana.

Battaglia e risultatoModifica

ACOD Battle of Thermopylae

Gli spartani fermano l'attacco persiano

Quando i persiani vennero costretti ad affrontare i greci lungo lo stretto passaggio le falangi greche riuscirono a impedire il loro passaggio e a infliggere pesanti perdite agli invasori. Tuttavia, per colpa del tradimento di Efialte, l'esercito persiano scoprì una via secondaria per aggirare l'esercito greco, portandosi così in una posizione di vantaggio. Intuendo la paura e la rassegnazione dei suoi alleati Leonida li fece ritirare, mentre lui e altri 299 spartani sarebbero rimasti a coprire la ritirata.

Gli spartani provarono a resistere il più possibile ma le forze persiane, in devastante superiorità numerica, li uccisero in battaglia. Anche Leonida stesso cadde per le ferite ricevute.

ConseguenzeModifica

Gli spartani rimasti fuori dalla battaglia delle Termopili sentirono di aver perso una grande opportunità per morire in maniera gloriosa. Alcuni di loro preferirono il suicidio a una vita disonorevole. In seguito alla battaglia si disse che Serse, conosciuto per il rispetto mostrato a chi affrontava valorosamente i persiani, fu così infuriato dalle azioni di Leonida che fece tagliare la sua testa per impalarla su una picca. Il suo corpo venne recuperato solo 40 anni dopo e riportato a Sparta.

L'invasione persiana continuò oltre le Termopili, ma venne fermata definitivamente dalla vittoria greca nella Battaglia di Platea nel 479 a.C.

GalleriaModifica

Appare inModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+