Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki
Eraicon - Personaggi.pngEraicon - Occulti.pngEraicon - Assassini.png



Basim Ibn Ishaq è un ex-membro del ramo levantino degli Occulti, di cui ha fatto parte durante il IX secolo. Reincarnazione dell'Isu Loki, ha mantenuto dei ricordi vividi della sua vita.

Biografia[]

Basim era figlio dell'architetto che costruì la Grande Moschea di Samarra, che venne però esiliato e morì in povertà dopo che qualcun'altro riuscì a prendersi i meriti del suo lavoro. In gioventù, Basim visitava di frequente la grande biblioteca di Baghdad.

Nell'870 Basim incontrò il vichingo Sigurd a Costantinopoli e strinse amicizia con lui. Due anni dopo accompagnò l'amico insieme al suo apprendista Hytham nel ritorno a casa in Norvegia, dove fece la conoscenza della sorella adottiva Eivor e della moglie di Sigurd, Randvi. Durante il banchetto in onore del ritorno di Sigurd, Basim decise di regalare a Eivor una copia della Lama celata, che lei decise però di indossare nella parte superiore dell'avambraccio, per non rischiare di amputarsi un dito.

Dopo aver aiutato il Clan del Corvo di Sigurd a uccidere il loro nemico giurato Kjotve lo Spietato, membro dell'Ordine degli Antichi, Basim accompagnò Sigurd ed Eivor ad Alrekstad, dove insegnò a Eivor come restare nascosto tra la folla. Ad Alrekstad re Styrbjorn, il padre di Sigurd, decise di sottomettersi al comando di re Harald, scatenando in suo figlio il desiderio di abbandonare la Norvegia alla volta delle ricche terre di Inghilterra.

Basim e Hytham seguirono il clan del Corvo nel loro nuovo insediamento di Ravensthorpe, in cui si fecero costruire un nuovo Studio degli Occulti.

Curiosità[]

  • Basim è un nome arabo che significa "colui che sorride", derivato da بَسَمَ (basama), cioè "sorridere".

Galleria[]

Apparizioni[]