Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki

La basilica di San Lorenzo è una basilica di Firenze ed è ritenuta, inoltre, la più antica. Essa è tra le principali chiese della città ed è quella designata, da molti signori e nobili, per il luogo di sepoltura.

Storia[]

Costruzione e restauri[]

Agli inizi, il sito su cui sorge la basilica non era che un semplice luogo di ritrovo delle comunità cristiane. Alla fine, nel 393 d.C., venne consacrata la basilica di origine paleocristiana. Da allora, nonostante la presenza fuori dalle mura cittadine, la basilica si ampliò con edifici destinati ai monaci e ai frati. Questo sviluppo si concentrò particolarmente durante il Basso Medioevo, quando ormai San Lorenzo era parte integrante di Firenze.[1]

Durante il Rinascimento, la basilica raggiunse l'apice. Ciò è dovuto non solo al benestare della città e del complesso, ma anche all'interessamento e i restauri architettonici effettuati da grandi personaggi e umanisti. Tra loro, appunto, Filippo Brunelleschi e Michelangelo Buonarroti. Filippo Brunelleschi, il creatore della cupola della Santa Maria del Fiore, ne disegnò l'impianto, ma morì prima che la ricostruzione della chiesa venisse terminata e molti dei suoi progetti vennero, successivamente, modificati. Il secolo successivo, Michelangelo progettò la facciata interna della basilica.[1]

Contenente oltre 50 tombe, vi si trovano anche le Cappelle medicee, in cui sono contenute le spoglie dei grandi personaggi della omonima casata. La ricchezza che accumulò nei secoli le permisero di tentare di acquistare il Santo Sepolcro di Gerusalemme per erigerlo all'interno della cattedrale. Tuttavia, tali tentativi fallirono come quelli di rubarlo.[1]

Il Falò delle Vanità[]

Nel 1494, Girolamo Savonarola prese il controllo di Firenze e, grazie ai suoi luogotenenti, manteneva costante e forte il suo controllo in città. Il Capitano della Guardia, uno dei luogotenenti di Savonarola, tendeva trappole alla basilica di San Lorenzo. Tutti i dissidenti che cercavano di ucciderlo, si ritrovarono costretti a combattere all'interno del chiostro chiuso il Capitano della Guardia, ma anche un gran numero di guardie e arcieri. Molti caddero vittima della trappola finché, nel 1497, l'Assassino Ezio Auditore da Firenze riuscì ad uccidere il Capitano.[2]

Presente[]

Nel 2012, all'interno della ricostruzione virtuale dell'Animus 2.0 dei ricordi di Ezio Auditore, Desmond Miles trovò uno dei Glifi lasciati da Clay Kaczmarek sulla basilica.[3]

Galleria[]

Apparizioni[]

Note[]

Advertisement