Assassin's Creed Wiki

Le wiki internazionali di Assassin's Creed si uniscono per porre fine alla cultura tossica all'interno di Ubisoft.
→ Per saperne di più

LEGGI DI PIÙ

Assassin's Creed Wiki
Advertisement
Assassin's Creed Wiki

Attila (406 d.C. - 453 d.C.) è stato un condottiero e il più potente sovrano degli Unni dal 434 fino alla sua morte, avvenuta nel 453. Il suo impero si estendeva dall'Europa centrale al mar Caspio e dal Danubio al mar Baltico.

Biografia[]

Attila fu in possesso di una spada unica, conosciuta alla storia come la "spada di Marte", la "spada di Attila" e la "spada di Dio". Questa spada era, infatti, una delle Spade dell'Eden ed è grazie a essa che deve molte delle sue vittorie.[1]

Durante il suo regno, divenne il più irriducibile nemico dell'impero romano d'Oriente e dell'impero romano d'Occidente. Invase due volte i Balcani, cinse d'assedio Costantinopoli, marciò attraverso la Gallia, spingendosi fino ad Aurelianum, e invase la penisola italiana, quando l'imperatore Valentiniano III fuggì da Ravenna verso Roma.[2]

Nel 452, durante la sua invasione in Italia, Attila iniziò ad assediare e saccheggiare le città che si trovavano nel suo tragitto. La città di Modena, temendo un duro assedio e il saccheggio, venne salvata da una fitta nebbia presumibilmente evocata da San Geminiano, che grazie a essa la permise di essere superata da Attila e dal suo esercito.[3]

Eredità[]

Nel 2012, Attila fu uno dei diversi personaggi storici inclusi negli enigmi dei glifi che il defunto Assassino Clay Kaczmarek aveva lasciato nell'Animus per il suo successore, Desmond Miles. Quest'ultimo li risolse a settembre dello stesso anno per decifrare il messaggio nascosto lasciato da Clay. Attila fu inserito da Clay nel quinto glifo, intitolato "Strumenti del potere", nello specifico nell'enigma in cui Clay aveva inserito in una lista diversi personaggi storici, alcuni dei quali furono in possesso di una Spada dell'Eden. Desmond risolse l'enigma, scoprendo che Attila fu in possesso di una tale arma.[1]

Apparizioni[]

Fonti[]

Advertisement