FANDOM


Eraicon - Personaggi

Aspasia (470 a.C. circa - 400 a.C. circa) è stata un'etera greca che divenne amante e compagna di Pericle, finendo per esercitare una considerevole influenza politica agli inizi della Guerra del Peloponneso. In segreto occupava anche la posizione di Spettro della Setta, a capo della Setta di Cosmos.

BiografiaModifica

Vita ad AteneModifica

Diventata la compagna di Pericle, Aspasia entrò nel cuore dei circoli intellettuali ateniesi. Grazie alla sua natura socievole promosse una diversa cultura di pensiero organizzando feste ed eventi per politici rinomati, artisti e filosofi del tempo. Partecipando in maniera attiva alla vita pubblica, i suoi discorsi allettanti contribuirono allo sviluppo culturale e filosofico di Atene.

Operando in segreto come Spettro della Setta, Aspasia era a conoscenza dell'esistenza di Alexios e Kassandra, discendenti di re Leonida. Mentre Kassandra risultava dispersa, Alexios, ora chiamato Deimos, venne rapito dalla Setta e venne cresciuto secondo i loro dettami.

A un certo punto però Aspasia comprese che Deimos era diventato impossibile da controllare e stava acquistando sempre più potere e influenza all'interno della Setta. Quando scoppiò la Guerra del Peloponneso Deimos divenne de facto il capo della Setta, deviando i suoi scopi originali per andare incontro ai suoi. Stanca della piega presa dalla Setta, Aspasia decise di distruggerla.

Incontro con KassandraModifica

Nel 431 a.C. Aspasia assunse Febe, un'orfana di Cefalonia che le parlò di Kassandra, una ragazza fuggita da Sparta diventata una rinomata mercenaria. Informata su di lei, si impegnò molto per assicurarsi il suo successo, arrivando anche a coprire le sue tracce in Megaride. Conoscendo il suo collegamento a Deimos e la sua stirpe, Aspasia decise di sfruttarla per smantellare la Setta.

Perikles's Symposium - Aspasia arrives - Assassins Creed Odyssey

Aspasia entra al simposio, attirando l'attenzione.

Pochi mesi dopo Aspasia conobbe direttamente Kassandra durante uno dei simposi di Pericle. Notandola dibattere con Socrate, si complimentò con lei per le sue abilità dialettiche. Le due vennero poi raggiunte da Febe, a cui chiese di andare a chiamare Pericle. Aspasia disse poi a Kassandra di aver faticato molto a coprire le sue tracce in Megaride. Notando che tutti i presenti stavano facendo attenzione a loro due, le chiese di rivolgersi a lei velocemente e con discrezione. Kassandra disse ad Aspasia di essere alla ricerca di sua madre e di aver trovato due indizi: Ippocrate ad Argo e Anthousa a Corinto. Aspasia chiese a Kassandra di salutarle una donna argiva chiamata Agata e di una sua conoscenza: la pirata Xenia, che l'avrebbe potuta aiutare. Kassandra la ringraziò delle informazioni e andò a chiamare Pericle per lei.

Peste di AteneModifica

Aspasia worried about Perikles

Aspasia preoccupata per Pericle.

Nell'autunno del 429 a.C. Atene stava soffrendo da oltre un anno una terribile epidemia. Pericle risultò infetto e fu costretto a restare a letto. Nel frattempo incontrò nuovamente Kassandra, di ritorno dopo aver scoperto maggiori informazioni sulla madre. Aspasia le confidò le sue preoccupazioni sullo stato di salute del suo amante. Preoccupata per il fatto che Pericle non ammetteva nessuno nella sua stanza, inviò Kassandra da lui nella speranza che riuscisse nell'impresa.

Poco prima, Aspasia aveva inviato Febe dal suo collaboratore Anastasio in cerca di un traghetto per andarsene da Atene. Tuttavia, nonostante il passare del tempo non aveva ancora fatto ritorno, facendo preoccupare sia Aspasia che Kassandra, già tornata dalla visita a Pericle. Aspasia indirizzò Kassandra alla casa di Anastasio per cercare Febe.

ACOD Athens's Last Hope - Perikles Corpse

Aspasia piange il suo amore.

Dopo che Kassandra andò via, Pericle sparì. Seguendo le sue tracce Aspasia arrivò fino al Partenone, dove ritrovò nuovamente Kassandra, furiosa con lei per la morte di Febe, uccisa mentre seguiva le richieste di Aspasia. Sconvolta dalla scoperta, Aspasia riuscì a calmare comunque Kassandra. Le due entrarono poi insieme a Socrate e Ippocrate nel Partenone. Appena entrati, fecero in tempo ad assistere all'uccisione di Pericle da parte di Deimos, che stava agendo di sua iniziativa. Dopo che Kassandra uccise le guardie della Setta, Aspasia si inginocchiò in lacrime vicino al corpo di Pericle. Facendosi forza, capì che doveva fuggire da Atene e chiese aiuto a Kassandra. Insieme andarono via a bordo dell'Adrestia, mentre Ippocrate e Socrate restarono per aiutare la popolazione e dare una degna sepoltura a Febe.

Viaggio a NassoModifica

Aspasia disse a Kassandra di raggiungere l'isola di Nasso, dove avrebbero trovato una donna che si faceva chiamare "Fenice", vale a dire sua madre. Arrivate, consigliò a Kassandra di iniziare la sua ricerca dalla villa al centro dell'isola, e le chiese incuriosita cosa le avrebbe detto una volta riunite. Nei mesi successivi, mentre Kassandra si occupava insieme a sua madre di affrontare gli avversari della vicina Paro, Aspasia si chiuse in sé stessa per via del dolore.

ACOD Death and Disorder

Aspasia informa Myrrine e Kassandra sulla Setta.

Aspasia riuscì comunque a uscire dal suo stato depressivo, e informò Myrrine sulle ricerche della Setta nei suoi confronti. Informando Kassandra dell'arrivo di alcuni soldati sull'isola, le chiesero di occuparsene e trovare delle prove. Kassandra tornò con una pergamena della Setta scritta in un dialetto antico, che Aspasia seppe ovviamente decifrare. Aspasia rivelò loro che non solo Silano di Paro fosse parte della Setta, ma disse anche che prendeva ordini da un re spartano. In seguito alla sconfitta di Paro e alla morte di Silano, Myrrine abdicò alla sua posizione di arcontessa, facendosi sostituire da Aspasia.

Lo Spettro svelatoModifica

Kassandra: Perché non usarmi e basta? Tu mi avevi in pugno.
Aspasia: Mi hai reso ottimista. Ho pensato che potessi aiutarmi a distruggere la Setta, ormai così corrotta. E l'hai fatto, seppur senza volerlo.
―Aspasia si spiega con Kassandra[src]
ACOD Un Nuovo Inizio - Aspasia e Kassandra

Aspasia parla con Kassandra davanti alla Piramide.

Sei anni dopo, quando Kassandra riuscì a uccidere tutti i membri della Setta, compreso suo fratello Alexios, Aspasia viaggiò verso il santuario della Setta a Delfi, dove la Piramide ivi contenuta le mostrò una visione del futuro, in cui i suoi ideali sarebbero sopravvissuti sotto la guida di un re illuminato. Restando nascosta, vide Kassandra entrare e ricevere il suo stesso messaggio. Aspasia decise poi di farsi avanti e confessare la sua identità alla misthios. Aspasia le spiegò la situazione e il suo conflitto con la Setta, e Kassandra, seppur arrabbiata, la risparmiò. Aspasia chiese a Kassandra un aiuto per dare vita alla profezia della Piramide, ma ricevette un deciso rifiuto.

GalleriaModifica

Appare inModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+