Eraicon - AC2.png


Arrivederci è la rappresentazione virtuale di una delle memorie genetiche di Ezio Auditore da Firenze, rivissuta da Desmond Miles nel 2012 attraverso l'Animus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze, dopo aver fatto perdere le sue tracce alle guardie della città di Firenze, fa ritorno a La Rosa Colta, dove dà la notizia della morte del padre e dei fratelli alla madre Maria e alla sorella Claudia. Dopodiché, decide di lasciare la città con la madre e la sorella e di cercare rifugio presso lo zio Mario Auditore a Monteriggioni.

Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

Ezio Auditore da Firenze fa ritorno a La Rosa Colta, dove la matrona Paola lo sta aspettando.

  • Paola: Bentornato, Ezio. Ci sei riuscito?
  • Ezio: Sì.

Paola, con un cenno delle mani, chiede alla sorella Annetta di far scendere Claudia e Maria Auditore.
Ezio vede la sorella e la madre scendere le scale.

Ezio si ricongiunge con la madre e la sorella.

  • Ezio: Madre.
  • Claudia: (Scendendo le scale di corsa) Ezio! Ma dove sei stato?!

Claudia, una volta scese le scale, abbraccia il fratello.

  • Ezio: Non volevano lasciarci andare. E nostra madre... Oh! Non ha detto una sola parola da quando abbiamo lasciato casa.

Anche Maria raggiunge ed abbraccia Ezio.

  • Claudia: Nostro padre dovrà sistemare tutto. Ma lui dov'è? E Federico? E... Petruccio? Hmmm?
  • Ezio: È successa una... disgrazia.
  • Claudia: Che cosa vuoi dire?

Ezio non risponde alla sorella, che capisce di cosa il fratello sta parlando dallo sguardo.

  • Claudia: No. È impossibile.
  • Ezio: Claudia...
  • Claudia: No. No. No, no, no.
  • Ezio: Ho fatto tutto il possibile, piccina...

Claudia inizia a piangere per la morte del padre e dei fratelli, mentre Ezio prova a consolarla stringendola a sé.

  • Ezio: Ascolta, ciò che più conta adesso è andare tutti in un posto sicuro. Ma per fare questo, ho bisogno che tu resti lucida. Ci siamo capiti?

Claudia smette di piangere e annuisce con la testa ad Ezio.

  • Ezio: Bene. Ti spiace badare a nostra madre?

Claudia scuote nuovamente la testa affermativamente e si dirige verso la madre per eseguire la richiesta di Ezio, che si volta nuovamente verso Paola.

  • Ezio: Allora siamo pronti. Grazie di nuovo, di tutto.

Paola dà un bacio sulla guancia ad Ezio.

  • Paola: Stai in guardia, Ezio. Sii cauto. La strada davanti a voi è molto lunga.

Ezio e la sua famiglia lasciano La Rosa Colta e si dirigono verso i cancelli della città, attenti a non farsi notare dalle guardie che li cercano ancora.
Una volta raggiunto uno dei cancelli della città, Ezio nota che le guardie hanno istituito un posto di blocco per impedirgli di lasciare Firenze. Così Ezio assolda un gruppo di cortigiane che riesce a distrarre le guardie quel tanto che basta ad Ezio e alla sua famiglia per lasciare la città.
Una volta fuori dalle mura di Firenze, il gruppo imbocca la strada per Monteriggioni.

Ezio e la sua famiglia sulla strada per Monteriggioni.

  • Claudia: Come è potuto accadere proprio a noi?
  • Ezio: Non lo so.
  • Claudia: Faremo mai ritorno?
  • Ezio: Non lo so.
  • Claudia: Che accadrà alla nostra casa?
  • Ezio: (Con tono spazientito) Non lo so!
  • Claudia: Hanno... Hanno avuto una degna sepoltura?
  • Ezio: (Annuendo con la testa) Sì. L'hanno avuta...

Ezio, Claudia e Maria continuano a percorrere la strada che porta a Monteriggioni.

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Ezio, Claudia e loro madre Maria lasciano Firenze e si dirigono verso Monteriggioni, dove sperano di trovare rifugio presso loro zio, Mario Auditore.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Ezio dice alla sorella che il padre i i fratelli hanno avuto una degna sepoltura. Questo è un chiaro riferimento al ricordo "Estrema Unzione" apparso in Assassin's Creed: Brotherhood.
  • Quando Ezio ordina alla madre e alla sorella di fermarsi, egli può mescolarsi tra loro per non esser scoperto.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Ricordi principali
Sequenza 1: Beata ignoranza
Ragazzate - Dovresti vedere l'altro - Rivalità fraterna - Tenuta da notte - Fattorino - Pesta il traditore
Il segreto di Petruccio - Amico di famiglia - Consegna speciale - Uccellino in gabbia
Eredità di famiglia - L'ultimo rimasto
Sequenza 2: Piani di fuga
Sopravvivenza - L'asso nella manica - Giudice, giuria, boia - Latitanza - Arrivederci
Sequenza 3: Requiescat in pace
Assistenza stradale - Casa dolce casa - La pratica rende perfetti - Tutto torna - Cambiamento di piani
Sequenza 4: La congiura dei Pazzi
Teoria e pratica - Caccia alla Volpe - Ci si vede là - Conciliabolo segreto
Lupi travestiti da agnelli - Addio Francesco
Sequenza 5: Quel che rimane
Quattro bersagli - Una lama che punge - Manovre evasive
Urla dalla torre - Dietro le porte chiuse - L'abito non fa il monaco - Un tipo sfuggente - Con amici così...
Sequenza 6: Strada impervia
Un lungo viaggio - Vacanza in Romagna - Tutti a bordo
Sequenza 7: Il mercante di Venezia
Benvenuto - Resterà il segno - Elementi base - Guarda e impara - Balzi e rimbalzi
Evasione - Stratagemma - I panni sporchi... - Tutto passa
Sequenza 8: Il bisogno, pungolo dell'inventiva
Parenti serpenti - Se alla prima non va... - Chi non risica, non rosica - Chi ben comincia... - Battesimo dell'aria
Sequenza 9: Carnevale
Sapere è potere - Damigelle in pericolo - La suora saggia - Sono partiti! - Bandiera - Nastro annodato
I bari fanno una brutta fine - Esplosioni!
Sequenza 10: Forza maggiore
Una svolta spiacevole - Combattente in gabbia - Non si lascia nessuno indietro
In posizione - Due piccioni con una lama
Sequenza 11: Alter ego
Bisogna saper aspettare - Adattarsi
Sequenza 12: Forlì sotto attacco
Un caldo benvenuto - Guardia del corpo - Sotto assedio - Il padrino - La pelle dell'Orsi - Il pomo della discordia
Sequenza 13: Il Falò delle Vanità
Fiasco fiorentino - Natura morta - Scalare i ranghi - Ascesa sociale - Estremi conforti - Autorità portuale
Precisione chirurgica - Il tristo mietitore - Arcinemesi - Il giorno del giudizio
Potere al popolo - Giustizia popolare
Sequenza 14: Veni, vidi, vici
La X segna il posto - Nella tana del lupo
Luoghi segreti
Il segreto del Duomo - Il segreto della Torre Grossa - Il segreto di Ravaldino - Il segreto di San Marco
Il segreto della Visitazione - Rendere ossequio - Invasione domestica - Sopra le travi, sotto la pietra - Naufragato
Pestaggio
Una donna maltrattata - Il maritino licenzioso - Un cascamorto sul tetto - Pugni promiscui - L'infedeltà non paga
Corsa
Corsa a San Gimignano - Gara a Firenze - Gara romagnola - Corsa veneziana
Di corsa a San Marco - Al galoppo
Assassinio
Un giorno al mercato - Arcieri cadenti - Suicidio politico - Chi semina vento... - Il mercato delle pulci
Rifornimenti su richiesta - Scintille di una cospirazione - Arci-nemici - Un lavoro bagnato - Una lama tra la folla
Il sangue non è acqua - Tolleranza zero - Un ladro onorevole - Nulla da ridere - Un falso storico
Non sporcarti le mani - Spettacolo - Sfoltire i ranghi - Verso la luce - Ordine del giorno - Un ago in un pagliaio
Il capo branco - Missione di pace - Caveat emptor - Menar fendenti - Divieto di sosta - La morte è servita
Osserva e agisci - Come guastare una festa - Il cacciatore diventa preda
Consegna
Cerimonia nuziale - Il duro lavoro del messaggero - Consegna espressa - Un matrimonio perfetto - Sciupafemmine
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.