FANDOM


Eraicon - TemplariEraicon - BloodlinesEraicon - Crociata Segreta


"L'Archivio Templare. Ecco dove custodiamo i nostri segreti."
―Maria parla con Altaïr[src]

L'Archivio Templare era un luogo segreto situato a Cipro, in cui i Templari custodivano i loro segreti. Si trovava a Limassol, esattamente sotto il castello. Tra il XII e il XIII secolo, fu controllato alternativamente da Templari e Assassini.

StoriaModifica

Terza CrociataModifica

Nel 1191, dopo la morte del Gran Maestro Roberto di Sable, fu nominato al suo posto Armand Bouchart, che utilizzò l'Archivio come deposito per armi e manufatti Templari. A conoscenza di ciò, l'Assassino Altaïr Ibn-La'Ahad, visitò Cipro per liberare l'isola dalla minaccia Templare, e scoprire l'Archivio.[1]

Dopo aver ucciso molti Templari, tra cui Federico il Rosso, Moloch e i principi gemelli Shahar e Shalim, Altaïr trovò un alleato importante, Maria Thorpe, una traditrice Templare che accettò di aiutare il Mentore e la Resistenza Cipriota.[1]

715px-Armand Bouchart Death

Armand viene ucciso da Altaïr nell'Archivio.

Bouchart fece svuotare l'archivio, poichè il suo custode, Isacco Comneno di Cipro, mise in pericolo i segreti custoditi al suo interno. Riuscì a svuotarlo appena in tempo, per poi affrontare Maria ed Altaïr nell'Archivio, finendo ucciso da quest'ultimo. Subito dopo la battaglia, l'Archivio cominciò a crollare. Solo Altaïr e Maria riuscirono a fuggire. Successivamente, gli Assassini controllarono l'Archivio.[1]

Prima del 1228, i Templari riconquistarono l'Archivio, poiché Abbas Sofian, salì al rango di Mentore con un golpe, non inviò rinforzi agli Assassini a guardia dell'Archivio, i quali vennero massacrati.[2]

RinascimentoModifica

Nel 1481, il principe ottomano e Templare Cem, in possesso della Mela dell'Eden del padre Mehmet II, decise di darla al Gran Maestro dei Templari in Europa Rodrigo Borgia. Mentre attendeva la risposta di Rodrigo, Cem nascose la Mela all'interno dell'Archivio.[3] La Mela venne poi recuperata da una spedizione organizzata dai Templari italiani qualche anno dopo.[4]

Nel 1510, il Mentore degli Assassini Italiani Ezio Auditore da Firenze fece vela per Masyaf, intento a trovare la biblioteca di Altaïr Ibn-La'Ahad. Durante il viaggio, si fermò a Cipro, dove scoprì l'Archivio ancora intatto, dicendo che esso era stato conservato a sufficienza per poter essere esplorato.[5]

NoteModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+